King rinuncia al marchio 'Candy' negli Usa

King rinuncia al marchio 'Candy' negli Usa

La software house di Candy Crush Saga ha ritirato la richiesta di registrazione del marchio 'Candy'. Si accontenta di Candy Crusher.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:06 nel canale Videogames
 

King rinuncia alla registrazione del marchio 'Candy' presso l'Uspto dopo aver scatenato una serie di proteste e aver allarmato diversi sviluppatori in qualche modo legati a una delle parole presenti nel titolo di Candy Crush Saga, come Stoic. King avrebbe in definitiva rinunciato al marchio perché già possiede i diritti su Candy Crusher, un puzzle game del 2009 per dispositivi Blackberry.

Candy Crush Saga

Se dovesse esserci un'azione legale riguardante il nome Candy Crush, King potrebbe comunque rivendicare la titolarità dei diritti su Candy Crusher. King, inoltre, è già proprietaria del marchio 'Candy' nell'Unione Europea, e non ha intenzione di rinunciarvi.

"Riteniamo che avere i diritti su Candy Crusher sia la cosa migliore per la protezione di Candy Crush Saga nel mercato statunitense", ha detto un portavoce di King. "Non cambia nulla in Europa e continueremo a prendere tutte le misure appropriate per proteggere la nostra proprietà intellettuale".

Era nata una diatriba anche a proposito del marchio 'Saga', con richiesta di registrazione in quel caso da parte di Stoic, volta a proteggere il recente gioco di ruolo The Banner Saga. Dopo che un richiedente deposita la documentazione terze parti possono intervenire entro 30 giorni per bloccare la richiesta.

Quando Stoic ha inoltrato la richiesta di registrazione del nome completo del suo gioco all'Uspto, King è ricorsa in appello per evitare che Stoic potesse ottenere delle prerogative sulla parola 'Saga'. Sul marchio 'Saga', però, King non rilascia alcuna dichiarazione, per cui la richiesta di blocco sembra ancora effettiva.

La rinuncia a 'Candy', oltretutto, avviene in un momento molto delicato per King, perché è imminente il suo ingresso in borsa. Ha ufficializzato le sue intenzioni proprio nei giorni scorsi, quando ha detto di voler raccogliere 500 milioni di dollari con la sua offerta pubblica iniziale.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Marok26 Febbraio 2014, 17:08 #1
Almeno il titolo....
Ultravincent26 Febbraio 2014, 18:59 #2
Saranno stati coperti di insulti... giustamente.
san80d26 Febbraio 2014, 19:17 #3
direi
hexaae27 Febbraio 2014, 00:18 #4
In Europa invece certi geni hanno permesso che accadesse l'ennesimo ridicolo...
san80d27 Febbraio 2014, 00:33 #5
Originariamente inviato da: hexaae
In Europa invece certi geni hanno permesso che accadesse l'ennesimo ridicolo...


ovvero?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^