King crolla in borsa nonostante il lancio del nuovo Candy Crush

King crolla in borsa nonostante il lancio del nuovo Candy Crush

Candy Crush Saga è ancora uno dei giochi per smartphone più remunerativi, ma il mercato azionario non lo trova più così attraente.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
 

Le azioni di King vengono attualmente scambiate a circa 11 dollari, un valore molto vicino al minimo storico toccato dalla casa di Candy Crush Saga, e inferiore di circa la metà rispetto al valore iniziale del debutto in borsa.

Candy Crush Saga

King è in calo in borsa nonostante abbia appena lanciato il nuovo Candy Crush Soda Saga, il seguito del suo gioco più popolare, dedicato stavolta a Facebook. Gli investitori, però, non sembrano dare fiducia al nuovo gioco: molti, infatti, temono che Candy Crush Saga abbia ormai raggiunto il suo picco di popolarità e che il produttore britannico non sia più in grado di migliorarsi cambiando tema e genere.

Detto questo, bisogna però aggiungere che Candy Crush rimane il gioco mobile con i migliori guadagni in 23 nazioni e si trova nelle prime posizioni di questa classifica in 100 mercati differenti. Mantiene un tale livello di popolarità ormai dal 2012 ma come spesso accade nel mondo mobile non si tratta di un successo permanente, e adesso sono evidenti i primi segni di flessione.

Nel mese di agosto, congiuntamente all'annuncio dei risultati finanziari, King ha rivelato che i suoi giocatori sono in calo da 143 milioni del primo esercizio fiscale a 138 milioni del secondo. Gli utenti mensili attivi sono cresciuti in misura molto ridotta: da 481 milioni del primo trimestre a 485 milioni del secondo. Allo stesso modo, i giocatori unici sono scesi da 352 a 345 milioni.

Candy Crush Saga

Nell'ultimo periodo, d'altra parte, King ha lanciato una serie di giochi che hanno fatto registrare buone prestazioni, tra i quali Diamond Digger Saga. Questo puzzle game si trova nella classifica delle 25 app più popolari nel Regno Unito. Siamo d'altronde su posizioni abbastanza distanti rispetto ai risultati raggiunti da Candy Crush, e King si sta rendendo conto che ripetere un successo così dilagante come quello del suo precedente titolo è molto difficile. Ed è improbabile che lo stesso Candy Crush Soda Saga possa avvicinarsi a quei numeri.

"La nostra strategia a lungo termine è quella di creare franchise globali che possano essere amate da milioni di giocatori in tutto il mondo", ha detto Sebastian Knutsson, chief creative officer di King. "Candy Crush Soda Saga offre agli appassionati nuove caratteristiche di gioco e sfide, ed è stato progettato per completare il gioco originale in un modo che piacerà, secondo noi, ai nostri fan".

Prima della quotazione in borsa, sembrava che King potesse ripetere quanto fatto da Zynga, anche se le due software house si sono basate su piattaforme differenti: Facebook per Zynga e mondo mobile nel caso di King. D'altronde, il produttore britannico ha dovuto contrastare l'emergere di altre realtà importanti nel suo campo di competenza. Kim Kardashian: Hollywood è, ad esempio, uno dei principali successi all'interno dell'universo mobile nell'ultimo periodo, con guadagni per ben 50 milioni di dollari in quattro mesi. Il gioco, che sfrutta la celebrità della starlet che gli dà nome, è prodotto da Glu.

Per tutti i dettagli sul fenomeno Candy Crush non mancate di leggere la nostra intervista a Riccardo Zacconi, il CEO di King.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
roccia123421 Ottobre 2014, 13:46 #1
Un fuoco di paglia, come molte realtà degli ultimi anni...
Lithium_2.021 Ottobre 2014, 14:16 #2
the King Crash Saga
demon7721 Ottobre 2014, 14:40 #3
LOL.
Io piuttosto mi stupisco come possa starci in borsa.

Fa "giochi" che sono il clone del clone della minestra riscaldata che si trova dalla notte dei tempi.

Capisco che possa attrarre una fettina di utenza niubba.. ma non posso credere che sia una fettona simile.
Ovviamente la magia è durata pure troppo.
Eraser|8521 Ottobre 2014, 14:56 #4
Ho fatto l'errore di andare a cercare sul play store il gioco di quella z@cc@l@ di Kim Kardashian... sono rimasto a bocca aperta ma com'è possibile fare dei "giochi" del genere e soprattutto fare un puttanaio di download possibile che la razza umana sia così povera intellettualmente???
floc21 Ottobre 2014, 15:12 #5
non bisogna stupirsi della cosa. Ne' che king stia in borsa, ne' che qualcuno ci "investa". La prima entra per cercare soldi, punto. Le va bene? Le va male? Sempre soldi sono. E chi glieli da? Non investitori ma speculatori, perche' chi investe in borsa, seriamente, lo fa a ragion veduta e sa benissimo come lo sappiamo noi (anzi, meglio) che sono fuochi di paglia... E prima o poi si scende dal treno lasciando il cerino a qualcuno.
djmatrix61921 Ottobre 2014, 15:32 #6
Originariamente inviato da: Eraser|85
Ho fatto l'errore di andare a cercare sul play store il gioco di quella z@cc@l@ di Kim Kardashian... sono rimasto a bocca aperta ma com'è possibile fare dei "giochi" del genere e soprattutto fare un puttanaio di download possibile che la razza umana sia così povera intellettualmente???


What? Di che gioco stai parlando?
the_poet21 Ottobre 2014, 20:09 #7
E' durata anche tanto per quella che era la "consistenza" del prodotto.
DarioZ8622 Ottobre 2014, 10:49 #8
La società merita solo di morire per aver richiesto brevetti negli States sulla parola "Candy", al limite del patent troll, e per aver citato in giudizio "The banner saga" (gioco stupendo) per l'uso della parola saga...

Almeno hanno avuto la decenza di non voler citare anche la Disney e Lucas per l'uso della parola in "Star Wars saga"
moicano6822 Ottobre 2014, 15:59 #9
alleluia...una delle pggiori company mai create...dovrebbero fallire per quello che han fatto..coi finti brevetti e cause legali assurde

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^