Jade Raymond lavorerà su Star Wars

Jade Raymond lavorerà su Star Wars

Collaborerà con Amy Hennig, ex-direttrice di Uncharted, al videogioco su Star Wars in fase di sviluppo presso Visceral Games.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
Electronic ArtsStar Wars
 

Jade Raymond, una delle superstar del mondo dello sviluppo di videogiochi, ha lanciato un nuovo studio a Montreal chiamato Motive Studio. La Raymond lavorerà con Electronic Arts, nello specifico sul progetto Star Wars in fase di sviluppo presso Visceral Games sotto la direzione di Amy Hennig. A questo punto possiamo pure parlare di Star Wars al femminile.

Jade Raymond

La Raymond collaborerà anche con BioWare a Montreal per lo sviluppo dei futuri Mass Effect. Si tratta di un passaggio molto importante per colei che ha ricoperto il ruolo di managing director per diversi studi di Ubisoft, per i quali ha lavorato sui franchise Assassin's Creed e Splinter Cell. Jade Raymond ha comunque già collaborato in passato con Electronic Arts, specificamente su The Sims Online.

"Sono onorata di lavorare per un team così talentuoso guidato da un manager come Scott Probst", ha scritto Jade sul blog di Electronic Arts. "E sono entusiasta del fatto che il nostro primo progetto sia diretto da Amy. L'opportunità di lavorare con lei e con Visceral, oltretutto su Star Wars, è una di quelle che ti capitano una volta nella vita".

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
tony7314 Luglio 2015, 14:49 #1
Che sorriso falso che ha sta tizia e che zampe di gallina!
Madcrix14 Luglio 2015, 15:07 #2
è invecchiata... ma il peggio è che lavora per EA
andry1814 Luglio 2015, 17:52 #3
in pratica non c'è speranza di vedere un titolo di star wars decente
mainagioia
demon7714 Luglio 2015, 18:32 #4
Originariamente inviato da: tony73
Che sorriso falso che ha sta tizia e che zampe di gallina!


sorriso falso.. e grazie, è in posa per la foto!
Si in effetti non ha vent'anni e ha le zampe di gallina.. ma oh, buttala via!
inited14 Luglio 2015, 23:14 #5
Laurea scientifica, lavoro per EA, 10 anni come volto pubblico di Ubisoft, produzione nella serie Assassin's Creed, una persona cui viene riconosciuto un ruolo di prim'ordine nel settore (non si deve per forza scrivere codice o concepire giochi per esserlo, né bastano questi ruoli senza il suo per poter vendere) e ora di nuovo da EA con la Henning che non è da meno, coordinando Visceral e con un proprio studio, e tutto ciò che su un sito italiano possiamo dire è "che zampe di gallina". Rimarremo nella preistoria...
Malek8615 Luglio 2015, 07:27 #6
Sono anni che non sappiamo nulla della Hennig, da quando è andata ai Visceral non hanno detto più nulla. Vediamo se almeno lei riesce a smuovere le acque.

(e considerato che ha lavorato ad AC e Splinter Cell, forse il nuovo Star Wars avrà diverse sezioni stealth?)
Kimmy15 Luglio 2015, 11:48 #7
Originariamente inviato da: inited
Laurea scientifica, lavoro per EA, 10 anni come volto pubblico di Ubisoft, produzione nella serie Assassin's Creed, una persona cui viene riconosciuto un ruolo di prim'ordine nel settore (non si deve per forza scrivere codice o concepire giochi per esserlo, né bastano questi ruoli senza il suo per poter vendere) e ora di nuovo da EA con la Henning che non è da meno, coordinando Visceral e con un proprio studio, e tutto ciò che su un sito italiano possiamo dire è "che zampe di gallina". Rimarremo nella preistoria...


E?

Parli come se questi soggetti dovessere incutere un certo timore reverenziale... A me viene in mente che senza di lei magari ci saremmo risparmiati AC, una delle saghe più scialbe e ripetitive di sempre.
Visceral? Hanno un piede nella fossa da un pezzo, finiranno come come Criterion a fare giochi senza libertà di design o come Danger Close, Mythic, Black Box o Maxis, a subire direttive corporate squallide che alienano l'utenza finché EA non chiude la baracca.
Ne hanno già i segni, prima lo schifo di Dead Space 3, gioco letteralmente infestato di spazzatura voluta dal publisher e poi l'fps annuale su commissione, BF Hardline, gioco che non ha motivo di esistere se non per volere del publisher.

Tutto quello che tocca EA diventa m****, e muore poco dopo.
A me della storia della tizia in questione frega poco, ha lavorato e lavora tutt'ora per i peggiori publisher.
cignox115 Luglio 2015, 12:05 #8
"Parli come se questi soggetti dovessere incutere un certo timore reverenziale... A me viene in mente che senza di lei magari ci saremmo risparmiati AC, una delle saghe più scialbe e ripetitive di sempre.
Visceral? Hanno un piede nella fossa da un pezzo, finiranno come come Criterion a fare giochi senza libertà di design [...]"

Il commento come il tuo, che entra nel merito, é ben altra cosa al 'che zampe di gallina' a cui si riferiva la critica che citi.

inited15 Luglio 2015, 20:40 #9
Originariamente inviato da: Kimmy
E?

Parli come se questi soggetti dovessere incutere un certo timore reverenziale... A me viene in mente che senza di lei magari ci saremmo risparmiati AC, una delle saghe più scialbe e ripetitive di sempre.
Visceral? Hanno un piede nella fossa da un pezzo, finiranno come come Criterion a fare giochi senza libertà di design o come Danger Close, Mythic, Black Box o Maxis, a subire direttive corporate squallide che alienano l'utenza finché EA non chiude la baracca.
Ne hanno già i segni, prima lo schifo di Dead Space 3, gioco letteralmente infestato di spazzatura voluta dal publisher e poi l'fps annuale su commissione, BF Hardline, gioco che non ha motivo di esistere se non per volere del publisher.

Tutto quello che tocca EA diventa m****, e muore poco dopo.
A me della storia della tizia in questione frega poco, ha lavorato e lavora tutt'ora per i peggiori publisher.
Cignox1 ha individuato il punto della mia critica, quindi quella questione è chiusa. Per il resto, non condivido. AC per me non è stato scialbo, ma d'altronde mi piacque moltissimo anche l'originale, tradizionalmente considerato imperfetto ed embrionale. Certo, al n.3 ho avuto poca voglia di proseguire anche io, ma questo non significa che il lavoro della Raymond fino ad allora fosse da buttare.
La mia esperienza con i Dead Space è stata di aver apprezzato il primo come horror dalle meccaniche e dall'ambientazione diversi, di aver apprezzato la compagnia nel secondo e aver constatato che alcuni elementi di horror sapevano tenerli, ma stavano rivolgendosi ad un altro pubblico, ed infine di aver visto un terzo capitolo poco horror ma volto a sviscerare (scusate la freddura involontaria) la storia, cosa che mi è molto piaciuta. Semmai criticherei Dante's Inferno, quale italiano, ma è un gioco e comunque un bel gioco alla DMC. Tutto ciò non per salvare la reputazione della Raymond, comunque. I "peggiori publisher" sono i publisher che ci sono. Non è che Activision sia meglio, che i giapponesi facciano di meglio, che i publisher minori e gli indie siano garanzia di trattamenti migliori e di qualità superiore, possono darne prova senz'altro, ma possono anche finire come chi li ha preceduti. Quel che non mi piacerà di queste case io non lo comprerò e per me finisce lì. Ma in una notizia che parla della Raymond, cogliere l'occasione per spalare letame è un modo di sviare l'attenzione da, e sminuire, una persona che non lo merita a priori.
wolverine17 Luglio 2015, 16:06 #10
Zampe di gallina o meno, non è un cesso con i suoi 40 anni, anzi ci sono in giro delle ventenni che sono befane dentro e fuori.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^