iPhone 6 fa impennare i download di app a ottobre, e diminuiscono anche i costi di marketing

iPhone 6 fa impennare i download di app a ottobre, e diminuiscono anche i costi di marketing

Una ricerca di mercato realizzata da Fiksu evidenzia come iPhone 6 e iOS 8 abbiano contribuito a far segnare il record di download di app a ottobre.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:21 nel canale Videogames
iPhoneiOSApple
 

Secondo questa ricerca realizzata da Fiksu, a ottobre si è verificato il record di download di app, congiuntamente al lancio di iPhone 6 e di iOS8. Non solo i download sono aumentati in maniera significativa, ma contemporaneamente sono diminuiti i costi di marketing e di acquisizione di nuovi utenti.

In prossimità della stagione natalizia è naturale che i volumi di download aumentino, ma di solito cresce anche la spesa per il marketing. Le principali compagnie autrici di videogiochi e di app, infatti, spendono di più in vista dei maggiori download. Quest'anno le cose non stanno andando così, secondo la ricerca che stiamo analizzando.

Il costo per acquisire un utente che accede all'app almeno tre volte è infatti calato dai $2.25 registrati a settembre ai $2.16 di ottobre. I download, però, sono aumentati addirittura del 42% rispetto al mese precedente.

Fiksu tiene aggiornato un valore in particolare, quello che definisce App Store Competitive Index. Riguarda il volume medio giornaliero di download delle 200 app iOS gratuite più popolari. A ottobre ci sono stati 7,8 milioni di download di queste app, il che costituisce un record assoluto, con un aumento del 42% rispetto al mese precedente e del 39% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Questo dipende dagli elevati volumi di vendita di iPhone 6, secondo Fiksu, e dal fatto che gli utenti, subito dopo l'acquisto, hanno scaricato molte app sui nuovi terminali.

Sempre stando alla ricerca, infatti, i costi di marketing diminuiscono per la tendenza degli utenti di riscaricare le loro app preferite durante la fase di transizione al nuovo terminale.

Ma se i costi di marketing diminuiscono, sono ancora in crescita i prezzi degli spazi pubblicitari. Il Cost Per Install (CPI) su iOS è infatti cresciuto del 21% rispetto a settembre e del 59% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. Questo conferma come sempre più aziende si stiano rivolgendo al mobile per promuovere i loro prodotti.

"I dati recenti confermano come i costi per la pubblicità su mobile siano continuamente in crescita, ma anche come gli utenti siano ormai diventati molto fedeli a certe app", ha detto Micah Adler, CEO di Fiksu, in un comunicato. "I responsabili delle divisioni marketing devono iniziare a pensare in senso strategico le loro campagne di marketing a lungo termine e capire come utilizzare al meglio gli strumenti a loro disposizione".

Secondo Fiksu, nei prossimi mesi gli sviluppatori di app dovranno iniziare a occupare strategicamente anche le opportunità ancora non sfruttate su Android. Il costo di user acquisition su Android è stato di 10 centesimi nel mese di ottobre, in crescita del 28% rispetto a settembre, ma in calo del 26% rispetto a ottobre 2013. Il CPI su Android è aumentato leggermente fino a $1.10.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
al13525 Novembre 2014, 16:26 #1
wow, un OFF TOPIC della redazione mi mancava.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^