Infogrames pronta ad acquistare Atari

Infogrames pronta ad acquistare Atari

Infogrames, che possiede già la maggioranza di Atari, sembra intenzionata ad acquisire interamente la software house francese.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:04 nel canale Videogames
Atari
 
Atari ha ricevuto una lettera da Infogrames Entertainment SA in cui vengono esplicitate le intenzioni di quest'ultima riguardo all'acquisizione dell'intero pacchetto azionario di Atari. Attualmente, Infogrames controlla la maggioranza delle azioni della software house francese.

L'offerta di Infogrames è di 1,68 dollari per azione. Il consiglio di amministrazione di Atari si riunirà con urgenza per prendere in considerazione la proposta.

È un periodo di forte subbuglio per Infogrames, visto il non ottimale andamento commerciale di Atari e il fallimento di alcuni prodotti su cui la software house puntava con decisione. È delle scorse ore la notizia che Phil Harrison, ex presidente di Sony Computer Entertainment Worldwide Studios, ha raggiunto l'esecutivo di Infogrames.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
VEKTOR08 Marzo 2008, 10:58 #1
Assorbirla ed eliminarla? Non basta EA a fare queste cose?
Arriveremo al punto di 3 software houses in questo modo... eppure mi sembra così strano, Atari va così tanto in malora?
Horizont08 Marzo 2008, 11:29 #2
Originariamente inviato da: VEKTOR
Assorbirla ed eliminarla? Non basta EA a fare queste cose?
Arriveremo al punto di 3 software houses in questo modo... eppure mi sembra così strano, Atari va così tanto in malora?


azz infatti è stranissimo
al limite avrei ritenuto più possibile il contrario
Malek8608 Marzo 2008, 11:46 #3
Originariamente inviato da: VEKTOR
Assorbirla ed eliminarla? Non basta EA a fare queste cose?
Arriveremo al punto di 3 software houses in questo modo... eppure mi sembra così strano, Atari va così tanto in malora?


Originariamente inviato da: Horizont
azz infatti è stranissimo
al limite avrei ritenuto più possibile il contrario


Atari va in malorissima per ora. Continua a sanguinare soldi. Ora dicono che si dedicheranno solo alla pubblicazione e non allo sviluppo, ma bisogna vedere che faranno coi debiti.

Comunque, la Infogrames aveva già una quota di maggioranza assoluta del 51.2%, quindi questa acquisizione non cambia più di tanto le cose. E la Atari di un tempo ormai è sparita, quindi non mi cambia più di tanto neppure a me. Non credo, poi, che la Infogrames possa competere con EA e AB. Hanno altri problemi già di loro, per ora.
Mr.Gamer08 Marzo 2008, 12:15 #4
mi sfugge quali siano i "tonfi" di atari e quali i successi di infogrames
Max_R08 Marzo 2008, 15:07 #5
I nomi storici che spariscono a me fanno tristezza
Non è magari il caso di Atari ma molto spesso questo si traduce in pubblicazioni molto consumer
Malek8608 Marzo 2008, 15:19 #6
Originariamente inviato da: Max_R
I nomi storici che spariscono a me fanno tristezza
Non è magari il caso di Atari ma molto spesso questo si traduce in pubblicazioni molto consumer


Purtroppo è il caso di Atari già da un bel po'.

Comunque, anche la Infogrames non è che sia messa tanto meglio. I tempi di Alone in the Dark e Shadow of the Comet sono lontani.
Mad_Griffith08 Marzo 2008, 19:48 #7
vedremo col nuovo Alone che succederà... il sistema di gioco promette faville, magari diventerà un successo. Staremo a vedere...
Dumah Brazorf09 Marzo 2008, 20:21 #8
Ma Infogrames non era Atari? Ho le idee confuse...
ZeuZ09 Marzo 2008, 21:27 #9
Infogrames controlla la maggioranza delle azioni della software house francese.


ATARI mi pareva fosse Americana ed INFROGAMES Francese.... Quindi mi sa che c'è un errore nell'articolo.
Tony.Montana10 Marzo 2008, 01:27 #10
Ed il progetto di Test Drive Unlimited 2???? Vi prego fatelo! Il primo è fantastico...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^