Il ritorno di Sherlock Holmes

Il ritorno di Sherlock Holmes

Frogwares annuncia Crimes and Punishments, nuovo capitolo della saga dedicata al detective più famoso della storia. In arrivo numerose novità in termini di gameplay

di Stefano Carnevali pubblicata il , alle 10:01 nel canale Videogames
 

Frogwares annuncia un nuovo capitolo della propria saga dedicata a Sherlock Holmes. Il gioco, che uscirà per le principali console, così come per Pc, si intitolerà Crimes and Punishments e rappresenterà un deciso passo avanti della serie.

Sherlock Holmes Crimes and Punishments

Tanto per cominciare, dalle poche immagini mostrate, si rileva un look maggiormente cupo e realistico, tanto per i protagonisti, quanto per il contesto in cui saremo chiamati a muoverci. Sul piano tecnico il cambiamento più importante riguarda il passaggio da tecnologia proprietaria a Unreal Engine 3.

Già nell'ultimo episodio della saga (The Testament of Sherlock Holmes), si erano notati gli sforzi di Frogwares per discostare il titolo dai 'binari' della classica avventura punta e clicca. Ma ora ci sarà un'immedesimazione maggiore.

I casi da affrontare, durante il gioco, saranno 8. E spazieranno dall'assassinio, al furto, passando per la ricerca di persone scomparse. Frogwares promette un maggiore controllo su Holmes, e rivela che il gameplay sarà molto incentrato sulle scelte morali del giocatore. Come gli affezionati holmesiani sapranno, il detective, agendo su canali paralleli rispetto a quelli delle forze dell'ordine, non si è mai fatto eccessivi scrupoli nell'applicare i propri canoni di giustizia, anche qualora non fossero strettamente aderenti a quelli proposti dalla legge. Ecco allora che, in ogni frangente di gioco, l'utente dovrà compiere scelte morali che andranno a causare conseguenze definitive sul mondo di gioco e sulla trama. Offerta senza dubbio interessante che, qualora venisse supportata da un'interfaccia 'svecchiata', potrebbe rendere il nuovo Sherlock Holmes un prodotto da tenere in grande considerazione.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
prra06 Febbraio 2013, 12:54 #1
interessante!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^