Il reboot di Tomb Raider non approderà su WiiU

Il reboot di Tomb Raider non approderà su WiiU

Nel corso di un podcast pubblicato sul sito di Eidos, il brand director Karl Stewart ha confermato che il titolo non è in fase di sviluppo per la nuova console di Nintendo.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 12:01 nel canale Videogames
Nintendo
 

Crystal Dynamics ha confermato che il reboot di Tomb Raider, previsto su PlayStation 3, Xbox 360 e PC per la fine di quest'anno, non approderà su Wii U.

Secondo quanto dichiarato dal brand director Karl Stewart, il titolo non si presta ad essere semplicemente convertito per la futura console di casa Nintendo.

"Quando abbiamo iniziato a sviluppare il gioco abbiamo compiuto alcune scelte consapevoli, che riguardavano la costruzione specifica per questa piattaforma", ha spiegato nel corso del Crystal Habit Podcast (pubblicato sul forum ufficiale di Eidos).

"Dato che abbiamo lavorato sul gioco per un po' prima che Wii U fosse annunciata, credo che non sarebbe stato giusto provare a realizzarvi un semplice porting. Qualora decidessimo di iniziare a costruire un titolo per Wii U, lo realizzeremmo in modo molto differente e integreremmo delle funzionalità peculiari".

Nel frattempo Eidos si sta muovendo per portare il gioco anche su Mac, sebbene abbia già messo le mani avanti, non garantendo una qualità pari a quella delle altre versioni.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
unnilennium27 Gennaio 2012, 14:39 #1
sembra tanto una furbata... il wii u ancora non è una piattaforma consolidata, e quindi non vogliono rischiare di investire in qualcosa che poi non va... invece convertire su mac è una scelta più conveniente,essendo molto più semplice da realizzare...
mau.c27 Gennaio 2012, 23:32 #2
un primo little fail per il supporto third party del wiiU. io non penso che nintendo sia DAVVERO interessata ai third party, certo gli farebbero gola ma secondo me non hanno incantato nessuno con i loro proclami. gli sviluppatori sanno bene che se anche si vende bene l'hardware come il wii tanto si vendono solo i soliti 4 brand nintendo. e in ogni caso se la console è così diversa non vale la pena dedicarsi solo a quella.

meglio così, non ho capito perchè il mercato avrebbe bisogno di 3 console uguali, e infatti non è così, il wii ha dimostrato che distinguersi può essere molto profittevole. il problema di nintendo è che se gli altri due competitor non prendono anche loro due strade che li separino non può competere nel supporto degli sviluppatori

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^