Il mobile gaming porterà i ricavi dell'intera industria oltre i 100 miliardi di dollari

Il mobile gaming porterà i ricavi dell'intera industria oltre i 100 miliardi di dollari

Il settore del mobile gaming dà un contributo sempre maggiore all'industria dei videogiochi. Inoltre, si registra una crescita considerevole degli investimenti provenienti dall'Asia.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:25 nel canale Videogames
 

Tim Merel, dirigente della banca di investimenti Digi-Capital, ha pubblicato un report secondo il quale il mobile gaming porterà i ricavi dell'intera industria dei videogiochi oltre i 100 miliardi di dollari entro il 2017. Raggiungere questo traguardo renderebbe il mondo del gaming uno dei più redditizi nei panorami dell'intrattenimento e del software.

Digi-Capital

Secondo Merel, i settori del mobile gaming e dell'online gaming potrebbero crescere del 23,6% per ogni anno, raggiungendo un fatturato di 60 miliardi di dollari entro il 2017. "Molti sviluppatori sono in grado di sfruttare l'energia che c'è nel settore per rimanere ai vertici, mentre la competizione per la crescita si sta intensificando sempre più. Tuttavia, questa è una maratona, e non uno sprint, quindi i risultati a lungo termine sono più importanti dei risultati nell'immediato".

Secondo Digi-Capital, gli investimenti sulle compagnie videoludiche nel 2013 hanno raggiunto la cifra record di 5,6 miliardi di dollari. Un traguardo che è stato possibile soprattutto grazie all'emergere del mondo mobile e alla presenza sempre più consistente di competitor asiatici nel mercato. Il 67% del valore di queste transazioni proviene, infatti, dal settore del mobile gaming.

Merel osserva che l'Asia sta diventando il principale protagonista nei mercati mobile e online, con una consistente crescita in termini di ricavi e di margini di profitto. L'Asia, insieme all'Europa, potrebbe presto raggiungere una quota del mercato pari all'80%, eclissando le super-potenze del Nord America.

Per quanto riguarda gli investimenti nell'industria dei videogiochi, tra le prime 9 offerte, 8 sono state sostenute con capitali asiatici. Dal 2011 al 2013 15 aziende facenti parte del mondo del gaming si sono quotate in borsa, e 13 di queste provengono da una fra Cina, Giappone e Corea del Sud. Rispetto a qualche anno fa, c'è una maggiore distribuzione tra i vari continenti per le principali aziende operanti nel mondo del gaming.

Gli investimenti nel mondo dei giochi provenienti da venture capitalist, angel e Kickstarter/crowdfunding sono altresì in crescita, ritornando sui valori del 2010. Il valore complessivo di questi investimenti è cresciuto del 16% rispetto al 2012, fino a un miliardo di dollari. In media, gli investimenti sono inoltre più consistenti del 14,8% rispetto al 2012.

Allo stesso tempo, il gaming occupa una posizione sempre più rilevante tra le abitudini d'uso dei dispositivi mobile. Provengono dai giochi il 72% delle entrate del mondo delle app, mentre il 40% delle app scaricate sono videogiochi.

Bisognerà poi vedere come incideranno le console appena introdotte sul mercato, visto che molti analisti di mercato sperano che Xbox One e PlayStation 4 siano in grado di riportare le vendite nel settore domestico ai livelli di qualche anno fa. Ma per Merel persistono ancora dei dubbi sulla consistenza della domanda per questi sistemi.

"Se il 2013 è stato un anno di transizione per i videogiochi, ci aspettiamo che il 2014 sia un anno di considerevole crescita e di grandi cambiamenti per il mercato", conclude.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^