Il Ministro delle Comunicazioni blocca Manhunt 2

Il Ministro delle Comunicazioni blocca Manhunt 2

Viene bloccata anche in Italia la commercializzazione dell'action/adventure horror prodotto da Rockstar Games. Il gioco sarebbe dovuto uscire il 13 luglio.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:19 nel canale Videogames
Rockstar Games
 
Il Ministro delle Comunicazioni, Paolo Gentiloni, ha bloccato la commercializzazione di Manhunt 2. La decisione arriva dopo l'annuncio della BBFC di censurare il gioco in Gran Bretagna e dopo che il gioco è stato classificato solo per il pubblico adulto nel Nord America. Il Telefono Azzurro, inoltre, nella giornata di ieri aveva fatto un appello alle istituzioni italiane affinché fosse bloccata la commercializzazione di Manhunt 2.

La questione Manhunt 2 verrà dibattuta all'ISFE (Interactive Software Federation of Europe) che si riunirà a Bruxelles il prossimo 26 giugno. Questo organismo comprende i produttori di videogiochi europei. Al dibattito parteciperà anche Vivianne Reding, membro della Commissione Europea responsabile delle informazioni e i media.

Il gioco sarebbe dovuto uscire in Italia il prossimo 13 luglio nei formati PlayStation 2 e Wii. La distribuzione è affidata a Take Two.

Intanto, nel Nord America, Sony e Nintendo hanno vietato a Rockstar Games la distribuzione del gioco nei formati che sono di loro competenza. Si tratta di una procedura costante nel caso di prodotti classificati come AO (Adults Only) dall'organismo di classificazione e censura Entertainment Software Rating Board (ESRB). Questa decisione, sostanzialmente, equivale ad una vera e propria censura di Manhunt 2 anche nel Nord America.

266 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Nemios21 Giugno 2007, 15:24 #1
Tralasciando il discorso sulle responsabilità di atteggiamenti aggressivi o influenze sul comportamento o sulla psiche dei videogiochi, che non sono ancora dimostrati... ma come mai oggi c'è bisogno di giochi del genere per "divertirsi" o "scaricarsi"? Non è un po' perverso tutto cio? Voglio dire... con giochi meno discutibili non ci divertiamo più?
Wee-Max21 Giugno 2007, 15:27 #2
e figuriamoci...il ministro gentiloni segue tutta la massa di PECORONI (e fa pure rima) che per ingraziarsi tutte le associazioni di genitori blocca giochi e roba simile...sembra di essere tornati al medioevo quando la censura era all'ordine del giorno...
crepuscolo121 Giugno 2007, 15:27 #3
A questo punto, anche se il gioco non lo conosco, credo che avrà un enorme successo.
KinKlod21 Giugno 2007, 15:28 #4
Trovo queste misure eccessive, basterebbe solo fare rispettare il divieto di vendita ai minori.
Comunque concordo con Nemios, mi sa che questi giochi che cercano a tutti i costi lo scandalo sono più che altro dovuti a mancanza di idee.
Maurix421 Giugno 2007, 15:28 #5
Hanno ragione il gioco è violento, ma è possibile però che io non posso più decidere cosa comprare? Ma perchè ci deve essere sempre qualcuno che decide al posto mio ciò che per me è giusto o sbagliato?
ciop7121 Giugno 2007, 15:29 #6
Ma non potrebbero far vedere il gioco finito alle milamila commissioni (chi le paga? e come si fa ad entrarci?) di Europa/America/Asia/Africa/Oceania/Luna/Marte prima di masterizzare migliaia di CD? Così se c'è qualcosa che li urta particolarmente si può cambiare prima.
loperloper21 Giugno 2007, 15:32 #7
ha fatto bene, non vedo il bisogno di avere giochi del genere in giro che di sicuro non servono a rilassare le persone ma piuttosto a riempirle di adrenalina....e sono contento anche che l abbiano censurato anche in nord america, così ora non solo la rokstar ma tutti gli sviluppatori ci penseranno due volte prima di fare un gioco del genere(che tra l altro vanno di moda) probabilmente hanno perso lo spirito creativo di una volta
rayman221 Giugno 2007, 15:33 #8
secondo me è solo pubblicità...infatti prima sto gioco non me lo cagavo neanche, ora inizia ad interessarmi...! Ma si può???
M4R1|<21 Giugno 2007, 15:33 #9
ma no, dai, è così bello!
JohnPetrucci21 Giugno 2007, 15:34 #10
A questo punto Rockstar Games è diventata l'acerrimo eretico da mettere al rogo....
Direi che il ridicolo è già stato abbondantemente superato.
Qua siamo alla censura medievale con tanto di bene placido trasversale di politici, chiesa, associazioni o pseudo tali, bigotti conservatori e non, insomma alla fiera dell'assurdità non si sottrae nessuno.
Scommetto che se al posto di Rockstar ci fosse stato un gigante come Micorsoft o altri del genere, le cose sarebbero andate in maniera un pò diversa....

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^