Il gioco online traina il mercato videoludico PC

Il gioco online traina il mercato videoludico PC

NPD Group ha pubblicato interessanti risultati statistici in relazione ai guadagni registrati all'interno del mercato videoludico PC. Il gioco online è il vero e proprio traino.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 17:25 nel canale Videogames
 
L'organo di statistica NPD Group ha reso pubblici importanti dati statistici in relazione ai guadagani fatti registrare dal mercato di videogiochi PC. Il totale degli introiti, nel Nord America, durante il 2005, è di 1,4 miliardi di dollari.

La parte del leone l'hanno fatta quei prodotti che richiedono un ulteriore canone mensile per poter essere giocati sui server ufficiali. I MMO hanno, infatti, totalizzato la cifra di 344 milioni di dollari. E' ovvio che gran parte del merito di questo risultato va assegnato all'inarrestabile World of Warcraft che, di fatto, è il prodotto che ridà vigore ad un settore che vede sempre più perdere posizioni rispetto agli agguerriti concorrenti legati al mondo console.

I giochi single player, inoltre, fanno registrare 292 milioni di dollari di introiti. Questo quadro dimostra che il settore PC è in calo, facendo registrare un passo indietro rispetto agli anni precedenti. In direzione opposta, si registra invece il repentino incremento delle vendite legate al settore online che, sempre più, dimostra di essere il vero traino di tutto il panorama videoludico PC.

Quanto all'età dei giocatori abituali di MMO, si registra che il 55% dei giocatori ha più di 34 anni. Le donne, inoltre, preferiscono i giochi online che non hanno alle spalle una grossa produzione e sono realizzati con tecnologie non al passo con i tempi. Ben il 49% di esse si dedica a questi giochi, e solamente il 29% ha acquistato un MMO con il tradizionale pagamento del canone mensile.

28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
magilvia29 Maggio 2006, 17:42 #1
Mmhhh siccome a me piacciono i giochi per PC single player sarò costretto a vedere sviluppati sempre meno giochi e sempre peggio...
The Force29 Maggio 2006, 17:44 #2
"il 55% dei giocatori ha più di 34 anni"
mi pare impossibile!
*Pegasus-DVD*29 Maggio 2006, 17:45 #3
anche a me
ErminioF29 Maggio 2006, 17:52 #4
Si strano...ma si parla anche di mercato pc, non console
Myst1c29 Maggio 2006, 18:00 #5
Se le statistiche sono fatte come dalla Nexus non c'è da dargli troppo credito...
simone197429 Maggio 2006, 18:21 #6
Originariamente inviato da: The Force
"il 55% dei giocatori ha più di 34 anni"
mi pare impossibile!


Lo credo verosimile considerando che

1) la statistica si riferisce ai MMO
2) per giocare a questo tipo di giochi bisogna sborsare mensilmente un "canone" cosa che può fare in pena libertà solo chi ha un reddito
3) la statistica è stata fatta negli USA che sono decisamente avanti a noi: qui se uno come me dice in giro che gioca al computer viene preso per un bambinone con problemi caratteriali...
DevilMalak29 Maggio 2006, 18:44 #7
Originariamente inviato da: simone1974]
3) la statistica è
gioca al computer[/I] viene preso per un bambinone con problemi caratteriali...


anche in Italia c'è parecchia gente over 30 che gioca online, soprattutto agli rpg/mmorpg... non c'è da stupirsi
Azaroth29 Maggio 2006, 18:49 #8
Penso che nel Single Player (almeno in italia) ancora (e non penso per poco) la pirateria sul pc la faccia da padrona.
maxim1717129 Maggio 2006, 18:52 #9
in effetti i 35enni di oggi appartengono alle prime generazioni che hanno videogiocato sin da bambini 10/15 anni anche se all'epoca ci si accontentava anche di contare i giri della cassetta del c64
ma essere cosi tanti sinceramente stupisce anche me.
biffuz29 Maggio 2006, 19:07 #10
L'età non mi stupisce, ricordatevi che chi era bambino negli anni '80 oggi ha 25-35 anni.
Comunque mi piacerebbe che i giochi online almeno avessero il client gratis, invece pure quello ti fanno pagare...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^