Il creative director di Assassin's Creed 3 sul rapporto con la 'verità' storica

Il creative director di Assassin's Creed 3 sul rapporto con la 'verità' storica

Alex Hutchinson ha trattato il tema riguardante le aderenze storiche che fanno da sfondo alla serie, affermando che - se ben documentate - queste soluzioni costituiscono un interessante valore aggiunto.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:20 nel canale Videogames
CreativeAssassin's Creed
 

Alex Hutchinson, creative director di Assassin's Creed III, ha dichiarato di non temere che quanto di "vero" viene narrato nella serie rappresenti qualcosa di scomodo per gli sviluppatori, a patto che sia opportunamente supportato dai fatti.

La rispondenza di alcuni elementi di fondo ai reali fatti storici costituisce un vero e proprio livello indipendente nella stratificazione della trama, e rappresenta di fatto una linea di confine tra il contesto di riferimento e la componente immaginaria che lo arricchisce.

"Solitamente cerchiamo di rimanere aderenti al vero", ha commentato Hutchinson nel corso di un'intervista rilasciata a GI International. "E ci piace farlo - dovrei dire che non ci preoccupa - se la verità è scomoda, se siamo in grado di sostenerla con i fatti. Quando avevamo a che fare con i Borgia (in Assassin's Creed 2), dicevamo che il Papa era un individuo malvagio. Ma se doveste fare qualche ricerca, è piuttosto chiaro che non ce lo siamo inventato ed è documentato piuttosto bene".

"E lo stesso discorso può essere fatto per i Padri Fondatori (in AC3). Sono persone reali; hanno i loro alti e i loro bassi, le loro opinioni. E quando eravamo in grado di trovare prove documentate di un'idea che avevano o di qualcosa che chiedevano, eravamo lieti di inserirla nel gioco. Abbiamo cercato di non filtrarlo con la nostra soggettività; quest'aspetto l'abbiamo preservato per la componente immaginaria e i relativi personaggi".

Hutchinson ha anche affrontato alcune tematiche riguardanti Liberation, il capitolo destinato ad approdare su PlayStation Vita. Aveline è un'ex schiava e le vicende che vengono narrate costituiscono una side-story rispetto alle avventure di Connor.

"Abbiamo cercato di presentare la schiavitù oggettivamente, senza esprimere le nostre idee. Non abbiamo voluto addentrarci in una questione del genere per poi non trattarla a dovere; non si tratta di un argomento che cerchiamo di trattare in questo gioco".

"Per me l'importanza di parlare di tematiche supera la paura", ha aggiunto Jill Murray, sceneggiatrice di Liberation. "La paura che devi gestire facendo le tue ricerche, parlando con la gente, concentrandoti intensamente sui personaggi, cercando di capire come lavorano, come rispondo all'ambiente che li circonda. Per me è molto più importante parlare di tematiche, sono disposta a mettere da parte i miei timori abbastanza a lungo da compiere la mia ricerca e assicurarmi di aver compreso come si deve".

Hutchinson ha poi toccato l'argomento delle differenze che sono presenti tra la campagna pubblicitaria USA e quelle adottate in Europa. Su specifica richiesta dei PR d'oltreoceano sono state infatti eliminate le sequenze durante le quali Connor uccide "americani".

"E' buffo perchè sappiamo, in qualità di team, la storia e quello che accade", ha proseguito. "Ci si viene a trovare tra due forze ed essenzialmente si è impegnati a uccidere Templari. Non si bada a uccidere Giubbe Rosse o Giubbe Blu. Si è impegnati a uccidere i cattivi fittizi, quindi si è dibattuto più che altro sul versante marketing. E sappiamo che come il gioco uscirà e la gente lo giocherà, molti di questi dubbi se ne andranno".

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Beltra8722 Ottobre 2012, 22:26 #1

s

Questo videogioco è un insulto al mondo cristiano, è pieno di falsita, condite con qualche verità storica...
Gameplay bellissimo, ma è palesemente sviluppato contro la Chiesa..è una vergogna!
http://www.pontifex.roma.it/index.p...odio-e-violenza
bubbi22 Ottobre 2012, 22:41 #2
mmmm forse li metteranno al rogo come hanno fatto in passato...definendoli satanisti...e facendo credere che il fuoco purifica il male....wow...questi della chiesa non sanno più dove andare a parare tutte le magagne di millenni di storia (pagana)...cmq gran bel gioco...n1
prra22 Ottobre 2012, 23:52 #3
prova a farti una tua opinione invece di leggere e ripetere a campanello le caxxate giganti che scrivono quei malati di mente
Beltra8723 Ottobre 2012, 21:07 #4

s

Non ti preoccupare che le cose che ho scritto le ho pensate prima di aver letto quell'articolo..e dopo aver giocato il primo capitolo, e un pezzo di brotherhood..

Piuttosto inviterei voi a informarvi meglio e aprire gli occhi, senza guardare solo a qualche errore (nel gioco, ingigantito e spesso inventati) che tutte le persone umane fanno

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^