Il 22% degli sviluppatori sono donne, secondo report Idga

Il 22% degli sviluppatori sono donne, secondo report Idga

La International Game Developers Association ha pubblicato un nuovo report che fornisce un aggiornamento sulla composizione della comunità degli sviluppatori di videogiochi.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:21 nel canale Videogames
 

Il numero di donne fra gli sviluppatori è in netto aumento, risultando addirittura raddoppiato rispetto al 2009. Ma, in termini assoluti, si tratta ancora di una minoranza, visto che le donne rappresentano solamente il 22% della comunità degli sviluppatori.

Le pari opportunità fra i due sessi sono un tema ricorrente nel recente periodo, con il Presidente Obama che è intervenuto direttamente per sollecitare le donne a intraprendere una carriera nel mondo della tecnologia. Ma naturalmente per avere dei risultati tangibili in tal senso servirà molto tempo.

La diseguaglianza di genere è al centro delle attenzioni del dibattito pubblico nel recente periodo, anche per via di alcune polemiche, sterili per molti, riguardanti il prossimo capitolo di Assassin's Creed. In linea di massima, nella maggior parte dei casi la collocazione delle donne all'interno del media videoludico è critica, con figure delineate in maniera approssimativa e la cui presenza è spesso giustificata solo dalla loro avvenenza fisica.

Il ripristino della parità tra sessi nel mondo dello sviluppo probabilmente comporterebbe un aumento nel numero di personaggi femminili all'interno dei videogiochi, con personaggi ideati oltretutto direttamente da donne.

Nello studio Idga si trovano altri interessanti spunti: quasi il 50% degli sviluppatori di videogiochi guadagna meno di 50 mila dollari l'anno (una cifra che all'estero viene giudicata insufficiente) e il 39% di loro ha espresso il desiderio di abbandonare questo settore.

19 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
cignox127 Giugno 2014, 08:29 #1
Se alle donne viene in qualche modo ostacolato l'ingresso in questo mondo o meno lo si puó stabilire facilmente da quante, al di fuori del campo, coltivano l'interesse per la tecnologia (e non valgono le ragazzine con FB, What's app etc). Sono davvero una minoranza.
Quindi per quanto mi riguarda mi accontento di pensare che sessi diversi abbiano interessi diversi (in media) e siano attratte da diversi tipi di sfide, e vado avanti senza gridare al sessismo ogni 3x2.

Rimango invece sorpreso dall'indagine sulla soddisfazione dei programmatori: sapevo che per qualche ragione vengono pagati di meno, ma non credevo che la situazione fosse cosí...
kirylo27 Giugno 2014, 09:32 #2

Alle donne non interessa

E' un sondaggio/analisi che non serve a nessuno, lo si sapeva già da tempo che alle donne non interessa la technologia a meno che non venga contestualizzata su aree di noto interesse femminile. Il problema dei videogiochi, come nel porno, è che sono fatti prettamente per un pubblico maschile.

Quindi, se si vuole invogliare un pubblico femminile a questo mercato, allora bisogna fare un prodotto per il pubblico femminile.
Inoltre, per quanto riguarda la scienza informatica, la maggior parte delle donne non ama fare un lavoro dove per la maggior parte del tempo si ha a che fare con regole logiche rigide, l'informatica fino a poco tempo fa era un mondo fatto di esperti chiusi nelle loro stanze/garage a escogitare l'ultimo algoritmo che cambierà il mondo, le donne sono più orientate a lavorare in un contesto dove possono mettere in mostra le loro caratteristiche più umanistiche e sociali.

Ovviamente generalizzo, ma dalla mia esperienza di informatico, questa è la mia analisi.
cata8127 Giugno 2014, 09:43 #3
Solo 22%? ci vogliono le quote rosa!
recoil27 Giugno 2014, 10:09 #4
quando ero in università a informatica le donne erano sicuramente meno del 20%, direi che stavano al massimo al 10%
forse la situazione è migliorata un pochino con l'introduzione di altri corsi di laurea legati più o meno all'informatica che però puntavano più su aspetti "multimediali" ma non credo che il numero sia salito più di tanto

non ho mai visto discriminazione sul posto di lavoro, le colleghe programmatrici con cui ho lavorato se la cavavano bene
semplicemente ne ho trovate poche, ma se erano poche a fare il percorso di studi tutto torna

non mi pare così assurdo sostenere, come altri hanno fatto anche in questa discussione, che uomini e donne tendono ad avere interessi diversi e quindi ambiti di lavoro differenti
qualche donna in più nel nostro ambito non farebbe male, ma se non hanno voglia di fare questo mestiere facciamocene una ragione
Sputafuoco Bill27 Giugno 2014, 10:37 #5

Polemiche stupide

Ma chi se ne frega se le donne sviluppatori sono poche ? Anche loro vittima del maschilismo ? Idiozie !
Le miniere sono piene di uomini, allora ci infiliamo migliaia di donne per pareggiare i conti ?
Chiunque ragioni per categorie, uomini contro donne, è più razzista di tutti gli altri che invece giudicano l'individuo, senza guardare alla presenza di pene o vagina.
emilianononparla27 Giugno 2014, 10:43 #6
Ho amici che hanno scelto Giurisprudenza solo perchè era piena di gnocca.
Ad informatica c'ero solo un puzzo di brufoli....
Basta fare uno più uno.

Riguardo i guadagni, beh, quelli che guadagnano bene sono quelli in cima alle liste dei titoli di coda... Quelli da 9/10 in giù di ogni lista sono zombie che fanno funzioni comprimarie e sono comunque coordinati. Succede in tutti i lavori.

s3lvatico27 Giugno 2014, 10:59 #7

Rules of the internet

there are no women on the internet
*Pegasus-DVD*27 Giugno 2014, 12:57 #8
le donne sono poche in qualsiasi cosa degna di nota.

edit: solo in un lavoro sono molte
bobby1027 Giugno 2014, 14:24 #9
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
le donne sono poche in qualsiasi cosa degna di nota.

edit: solo in un lavoro sono molte


LOL
jotaro7527 Giugno 2014, 14:30 #10
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
le donne sono poche in qualsiasi cosa degna di nota.

edit: solo in un lavoro sono molte


l'ignoranza invece vedo che è molto estesa in certe persone

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^