I videogiochi possono modificare le dimensioni del cervello

I videogiochi possono modificare le dimensioni del cervello

Migliorare le capacità cognitive, alleviare lo stress, aumentare l'attività del cervello, rinvigorire la salute mentale: un'infografica riassume tutti gli effetti benefici consentiti dai videogiochi.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:31 nel canale Videogames
 

Nel corso degli anni diversi studi, come questo e questo, hanno cercato di evidenziare gli effetti benefici prodotti dai videogiochi, sia sull'attività cerebrale che per quanto riguarda il benessere del corpo, e in quest'ultimo caso si fa evidentemente riferimento a Kinect o a Nintendo Wii. Liberty Games ha riassunto tutti questi benefici con l'ottima infografica che riportiamo anche in questa pagina.

Il 40% della popolazione online ha giocato almeno una volta negli ultimi 12 mesi, con una differenza nella dedizione ai giochi tra i due generi che ormai è irrilevante. Il 20% dei genitori, inoltre, gioca insieme ai propri figli al fine di ottenere benefici per la salute.

Secondo gli studi, poi, i videogiochi portano ad una maggiore attività nella corteccia prefrontale destra e nell'ippocampo destro, producendo un incremento della materia grigia nel cervelletto. Tutte queste attività cerebrali porterebbero a benefici nel lungo periodo in termini di capacità di pianificazione strategica, formazione della memoria, orientamento e attività motorie.

Il tempo speso con i giochi d'azione può migliorare la capacità di lettura nei bambini dislessici, mentre un gioco come Pac-Man è in grado di rallentare l'attività cerebrale e ridurre l'ansia. Secondo un altro studio, il 17% degli impiegati di un call-centre ha verificato una minore produzione di cortisolo, il cosiddetto "ormone dello stress", per il fatto di aver giocato al videogioco di Matrix. Il 44% dei teenager depressi che hanno giocato Sparx, un videogioco integrato appositamente all'interno di alcune terapie cognitivo-comportamentali, ha superato completamente il proprio problema.

Starcraft, inoltre, è in grado di migliorare la flessibilità del cervello, mentre Tetris, sottoposto a chi ha partecipato alla ricerca per 30 minuti al giorno per un totale di tre mesi, ha aumentato lo spessore della corteccia cerebrale, il che migliora le abilità legate al linguaggio, alla memoria, oltre che la cosiddetta consapevolezza percettiva.

Insomma, mettendo insieme tutti gli studi sui videogiochi svolti nel corso degli anni, ci si rende conto come i tanto bistrattati videogiochi, in fin dei conti, consentano di avere benefici per ciascuna parte del nostro corpo.

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7709 Luglio 2014, 11:36 #1
Non vorrei dire.. ma QUALSIASI attività che attiva il cervello ne miodifica col tempo le prestazioni e le connessioni neurali.

Se mi metto con carta e penna a fare calcoli di strutture in cemento armato complicate all'inizio ci metterò dieci ore e tenterò di suicidarmi più volte.. poi dopo un po' diventerò sempre più svelto.
pabloski09 Luglio 2014, 12:17 #2
Originariamente inviato da: demon77
Non vorrei dire.. ma QUALSIASI attività che attiva il cervello ne miodifica col tempo le prestazioni e le connessioni neurali.


Ma infatti. Ormai gli unici che sembrano non avere tanta materia grigia sono questi pseudo-scienziati che scoprono continuamente l'acqua calda.

Ovviamente il gaming presenta ulteriori vantaggi che altre attività non hanno. Ad esempio, il coinvolgimento emotivo è fondamentale nello sviluppo delle sinapsi. I giochi d'azione e strategia costringono a sviluppare capacità analitiche, rapidità decisionale, pianificazione strategica.

Imho i politici e gli studiosi, invece di giudicare i giochi grossolanamente e bollarli come violenti/pericolosi/produttori di criminali, dovrebbero mettersi sotto a studiarne gli effetti e pianificare il loro uso come strumenti formativi.

In fondo un libro è noioso ( facciamocene una ragione, è così ), un gioco no. Il gioco attira e può quindi essere sfruttato come cavallo di troia per indurre i giovani a sviluppare capacità ed acquisire conoscenze.
belsi09 Luglio 2014, 12:40 #3
Originariamente inviato da: pabloski
[...]

In fondo un libro è noioso ( facciamocene una ragione, è così ), un gioco no. Il gioco attira e può quindi essere sfruttato come cavallo di troia per indurre i giovani a sviluppare capacità ed acquisire conoscenze.


Oppure plasmarli a loro piacimento: MUHAHAHAHAHA
*Pegasus-DVD*09 Luglio 2014, 12:48 #4
Originariamente inviato da: demon77
Non vorrei dire.. ma QUALSIASI attività che attiva il cervello ne miodifica col tempo le prestazioni e le connessioni neurali.

Se mi metto con carta e penna a fare calcoli di strutture in cemento armato complicate all'inizio ci metterò dieci ore e tenterò di suicidarmi più volte.. poi dopo un po' diventerò sempre più svelto.


ma cosa centra?
quanti teen si mettono a fare quei calcoli o quanti a giocare a videogiochi?
anche lavarti i denti con l'altra mano allena in cervello se è per quello.
sbudellaman09 Luglio 2014, 12:55 #5
Per un attimo ho letto "uccello" al posto di "cervello"
icoborg09 Luglio 2014, 13:01 #6
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
ma cosa centra?
quanti teen si mettono a fare quei calcoli o quanti a giocare a videogiochi?
anche lavarti i denti con l'altra mano allena in cervello se è per quello.


no ma potrebbero giocare a risiko che è cmq uno strategico per dire.
Bivvoz09 Luglio 2014, 13:03 #7
Originariamente inviato da: demon77
Non vorrei dire.. ma QUALSIASI attività che attiva il cervello ne miodifica col tempo le prestazioni e le connessioni neurali.

Se mi metto con carta e penna a fare calcoli di strutture in cemento armato complicate all'inizio ci metterò dieci ore e tenterò di suicidarmi più volte.. poi dopo un po' diventerò sempre più svelto.


Si e no secondo me.

Non credo esistano attività che stimolino il cervello in modo così completo come i videogiochi.
Se ti metti a fare calcoli stimoli il cervello solo in un modo, con alcuni videogiochi stimoli capacità di calcolo, strategica, riflessi, ecc. ecc.
Non è proprio la stessa cosa.



I porno fanno crescere i muscoli del braccio comunque
demon7709 Luglio 2014, 13:50 #8
Originariamente inviato da: *Pegasus-DVD*
ma cosa centra?
quanti teen si mettono a fare quei calcoli o quanti a giocare a videogiochi?
anche lavarti i denti con l'altra mano allena in cervello se è per quello.


..che è proprio ciò che sto dicendo io.
Qualsiasi attività che mette in moto aree del cervello ne stimola e condiziona lo sviluppo. Che sia un videogioco, un gioco da tavolo, o equazioni matematiche.

L'ennesimo studio volto al nulla più assoluto.
demon7709 Luglio 2014, 13:52 #9
Originariamente inviato da: Bivvoz
Si e no secondo me.

Non credo esistano attività che stimolino il cervello in modo così completo come i videogiochi.
Se ti metti a fare calcoli stimoli il cervello solo in un modo, con alcuni videogiochi stimoli capacità di calcolo, strategica, riflessi, ecc. ecc.
Non è proprio la stessa cosa.



I porno fanno crescere i muscoli del braccio comunque


Il mio era un esempio. non ho mai detto che giocare con i videogiochi sviluppa il cervello nel medesimo modo che fare calcoli con carta e penna!

Sul porno comunque quoto in pieno
The_Xeno09 Luglio 2014, 14:10 #10
Originariamente inviato da: pabloski
In fondo un libro è noioso ( facciamocene una ragione, è così )


Solo mediamente, ma non è assoluto come concetto. Per nulla.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^