I videogiochi parte dell'allenamento della nazionale olimpica di hockey USA

I videogiochi parte dell'allenamento della nazionale olimpica di hockey USA

Ecco come un gioco chiamato Intelligym aiuta i giovani giocatori di hockey a raggiungere le Olimpiadi.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
 

La nazionale olimpica di hockey degli Stati Uniti, che sarà impegnata nelle Olimpiadi invernali di Sochi a partire da sabato, ha adottato Intelligym per l'allenamento delle squadre giovanili nazionali under 17 e under 18. Questo tipo di allenamento, che è stato introdotto nel 2009, migliora le performance mentali degli atleti in situazioni di alta pressione.

Intelligym

Intelligym è un videogioco che, a detta degli allenatori della nazionale di hockey, migliora le capacità degli atleti nel pensare rapidamente ed efficacemente quando si trovano sul ghiaccio.

Inizialmente, questo software è stato ideato per la formazione cognitiva dei piloti di caccia militari. Secondo il Prof. Daniel Gopher, che ha diretto il team di sviluppo che ha creato il software, i piloti hanno migliorato le loro prestazioni in volo del 30%. Successivamente, il team si è reso conto che abilità mentali simili sono richieste anche in sport molto rapidi come il basket o l'hockey, e hanno adattato la tecnologia a questi ultimi. Abilità come prendere decisioni sotto pressione, anticipare le giocate, il lavoro di squadra e l'orientamento nello spazio, sono infatti richieste sia per il volo che per attività sportive di questo tipo.

Il team del Prof. Gopher è stato chiamato Applied Cognitive Engineering (ACE) e, dopo aver realizzato il software per il basket, è stato contattato dalla nazionale di hockey degli Stati Uniti affinché realizzasse una versione del software su misura per l'hockey. Cinque anni dopo aver iniziato ad usare la tecnologia ACE, entrambe le nazionali sostengono che il rendimento in campo degli atleti è aumentato, così come il numero di vittorie e di medaglie nei tornei internazionali.

Secondo ACE, gli atleti dovrebbero utilizzare Intelligym un paio di volte a settimana in sessioni che vanno da 30 a 45 minuti. Il sistema tiene traccia delle statistiche sui singoli atleti e sulle loro recenti prestazioni per determinare dinamicamente il livello di difficoltà. Ma può essere usato anche da normali utenti, previo pagamento di un abbonamento.

"Intellygim è più uno strumento di formazione che un videogioco tradizionale, finalizzato al miglioramento delle prestazioni in uno sport", ha detto un rappresentante. "Crediamo, comunque, che i videogiochi possano essere strumenti molto utili nel miglioramento delle abilità cognitive qualora vengano progettati sulla base di principi scientifici".

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
aled197406 Febbraio 2014, 09:10 #1
insomma date le premesse dovrebbe stracciare tutti? Vedremo

i love america

ciao ciao


P.S.
e adesso dopo le air jordan avremo anche i videogiochi allenativi dei campioni, che quindi farà di noi, a nostra volta, dei campioni
Torquemada8406 Febbraio 2014, 11:27 #2
Aspettiamo solo che facciano la versione per il Calcio per vedere la nazionale USA in finale contro il Brasile

Sono andato a cercarlo: è un PROGRAMMA, non un gioco quindi l'articolo è molto impreciso, solo online. La licenza individuale Hockey costa 29$ al mese x 12 mesi. Poi ci sono altre licenze x famiglia o team. Non direi che è a buon mercato per essere un "giochino". Direi più che è una applicazione specifica di nicchia.
qiplayer07 Febbraio 2014, 05:36 #3
Gioco parecchio a crysis 2 online e devo dire che ho migliorato tantissimo il tempo di reazione. Finora ho giocato 1200 ore in un anno e mezzo. Ogni 50 ore di gioco sono come passare a un livello superiore. Spesso si ha una decina di millisecondi per scegliere chi dei due-tre avversari attaccare per primo e come muoversi. E vi garantisco con l'allenamento si arriva a fare cose che altri non credono assolutamente possibili, e qui arrivano i ban gli insulti etc etc.

La sfida/limite con cui mi trovo confrontato al momento è di accorciare il tempo necessario a "cambiare manovra". Quando si agisce in una certa direzione e si freme per fare una cosa poi l'altra. Arriva un imprevisto e si è già al limite di concentrazione osservazione precisione e velocità in quello che si fa. Lì stoppare e reagire mentre si agisce già comunque di riflesso è il mio prossimo obiettivo.

aled197407 Febbraio 2014, 08:22 #4
i tuoi tempi di reazione sono migliorati anche al di fuori di un monitor? Perchè è di questo che si parlava nella news

ciao ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^