I motivi del successo di Nintendo secondo Miyamoto

I motivi del successo di Nintendo secondo Miyamoto

In un'intervista concessa alla CNN, la leggenda del mondo dei videogiochi Shigeru Miyamoto discute del successo di Nintendo, della violenza nei giochi e dei commenti dei lettori.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:28 nel canale Videogames
Nintendo
 
Sul sito della CNN è stata pubblicata la trascrizione di un'intervista con Shigeru Miyamoto realizzata presso gli studi di Talk Asia prima del lancio di Nintendo Wii. Si discute del successo che sta riscuotendo il colosso nipponico nell'ultimo periodo, della violenza nei videogiochi, del crescente fenomeno dei blog dei lettori su internet.

"Siamo consapevoli della competizione. Ci sono molte compagnie che oggi possono essere paragonate a Nintendo. Tuttavia, ritengo che Nintendo debba fare di tutto per mantenersi unica e diventare una compagnia imparagonabile ad altre", è quanto sostiene Miyamoto.

"Credo che Nintendo continuerà ad essere amata dal pubblico se manterrà una certa filosofia", continua Miyamoto. "Non penso che ci sia una compagnia che dispone dello stesso know-how o della tecnologia che sta alle spalle dei videogiochi o, ancora, che ha la stessa esperienza e storia nell'industria dell'intrattenimento e uno staff così numeroso e motivato. Credo che con lo staff di cui disponiamo possiamo produrre ancora per molto tempo giochi che piacciono alla gente. Fino a quando tutto questo sarà dalla nostra parte, avremo un vantaggio sulle altre compagnie".

Sulla violenza nei videogiochi, Miyamoto sostiene: "penso che ci siano modi differenti per intrattenere le persone. Nintendo può farlo senza ricorrere all'uso della violenza. Così non devo preoccuparmi di realizzare giochi con queste caratteristiche".

"Il mio pensiero, e penso sia anche quello di Nintendo, è che prima di pensare di realizzare videogiochi violenti bisogna vagliare la possibile reazione di ogni tipo di pubblico. Per esempio, bisogna rispettare i disabili e, inoltre, il problema del bullismo sta aumentando in Giappone. In generale, bisogna capire le esigenze e considerare il punto di vista di ognuno. Costruiamo i giochi basandoci su questa filosofia, utilizzando altro piuttosto che la violenza. Ma bisogna stare ugualmente attenti, anche quando non si ricorre alla violenza. Io penso che sia importante dare ai bambini un prodotto che sia studiato accuratamente".

Miyamoto discute anche sulla questione del parere degli utenti e del dilagante fenomeno del blogging: "è una questione complessa. Se un fan esprime un parere spesso lo tengo in considerazione e ragiono sul fatto se questo commento possa essere utile o meno. Ma faccio solitamente delle previsioni su come un determinato utente può reagire al gioco che ho creato e spesso le reazioni della gente sono in linea con le mie previsioni". Inoltre, "invece di leggere i blog, occorrerebbe piuttosto stare insieme alle persone e capire come reagiscono al gioco, sia che si divertano, sia che rimangano deluse. Questo sarebbe molto più utile che leggere i blog".

73 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Layenn16 Febbraio 2007, 09:35 #1
"Non penso che ci sia una compagnia che dispone dello stesso know-how o della tecnologia che sta alle spalle dei videogiochi"


qua forse ha un tantinello esagerato, è però da riconoscere che Nintendo al momento si è staccata dalla massa avendo il coraggio di proporre, per le proprie console, titoli estremamente particolari (nintendogs, trauma center, wii sports ecc..).
Kintaro7016 Febbraio 2007, 09:36 #2
L'intervista mette in evidenza una politica coerente alle azioni intraprese, divertimento che aggrega le persone invece che dividerle, party games invece che giochi online, e giochi mirati per ogni fascia di età.
Mantenendo una identità ben definita, che piaccia o meno, Nintendo resta nettamente identificabile rispetto a Sony e Microsoft.
Apple8016 Febbraio 2007, 09:36 #3
Torniamo al discorso di quando il sega mega drive col suo mortal kombat, scalzo' la Nintendo come leadership ?

Kintaro7016 Febbraio 2007, 09:38 #4
La cosa che fa riflettere è che sega è passata, nintendo dopo 20 anni è ancora sul pezzo
Apple8016 Febbraio 2007, 09:43 #5
Originariamente inviato da: Kintaro70
dividerle, party games invece che giochi online, e giochi mirati per ogni fascia di età.


credimi. è più facile l'online che il party game. QUando si arriva allo sposarsi e mettere su famiglia, il party game non è considerato,al contrario dell'online. (ecco x' convivo ,senza sposarmi e faccio quel casso che mi pare )

Molti dei miei colleghi, amici , devono stare a casa per i figli ,mentre la moglie è fuori, e se non fosse per l'online , non giocherebbero con nessuno a parte i sp.
10 anni fà per forza di cose , ci si ritrovava. Andavao a casa di un amico dove passavamo 2 giorni di fila, attaccati alla ps in link. Ora con internet la cosa ha reso tutto molto più semplice.
Non devi star li a correre da nessuna parte. E ognuno gioca sulla sua tv/monitor, chiacchierando allegramente col microfono.
Apple8016 Febbraio 2007, 09:44 #6
Originariamente inviato da: Kintaro70
La cosa che fa riflettere è che sega è passata, nintendo dopo 20 anni è ancora sul pezzo


non hai capito il mio discorso.
Ha detto che non c'è bisogno di fare giochi violenti. Da quando sega aveva preso il sopravvento, la nintendo si era ricreduta, facendo uscire mortal kombat 2 con litri di sangue e senza censura.
Se la sega ha perso è stato per la maggior parte ,colpa della ps.
Automator16 Febbraio 2007, 09:46 #7
Riassumendo:

lo Zen e l'arte della progettazione dei videogiochi

Kintaro7016 Febbraio 2007, 09:48 #8
Io intendevo nei dopocena con gli amici il Wii è un ottimo intrattenimento, anche per i loro figli, con lo sport finisce sempre in "rissa nel senso buono", questa console riesce ad unire Marte e Venere, uomini e donne, in un unico mondo videoludico, e scusa se è poco.
dio buono16 Febbraio 2007, 09:57 #9
Mi vacilla la vogli di 360 ........ :\
Don Johnson16 Febbraio 2007, 09:57 #10

W Nintendo

Miyamoto ha perfettamente ragione e poi si sa che nessuno può battere Nintendo nei videogames in nessun genere (tranne il genere spazzatura of course,infatti li ms e sony la fanno da padrona).
Da quando sony e ms hanno fatto il loro ingresso in questo incontaminato paradiso i videogiochi sono diventati come la musica di oggi:UNA VERA SCHIFEZZA! Raga,ci vuole stile e passione nelle cose,e solo Nintendo può offrirle nello sviluppo di giochi IL RESTO (SONY E MICROSOFT) E' SPAZZATURA!!!!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^