I cento sviluppatori più prolifici del 2006

I cento sviluppatori più prolifici del 2006

Develop 100 pubblica la classifica dei cento sviluppatori che hanno registrato più introiti nel mercato videoludico britannico.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:58 nel canale Videogames
 
E' stato pubblicato il resoconto annuale inerente la classifica degli sviluppatori che hanno fatto registrare i maggiori introiti nel corso del 2006. La classifica, che potete leggere nella sua totalità premendo qui, si riferisce al mercato videoludico del Regno Unito.

Al primo posto troviamo EA Canada, artefice di successi commerciali come FIFA 07 e Need for Speed: Carbon. Segue Nintendo, che certamente ha tratto vantaggio dal lancio di Wii, sebbene nell'ultima parte dell'anno. Il terzo posto è occupato dalla giapponese Konami, che nel 2006 ha riscosso un grande successo commerciale con Pro Evolution Soccer 6. Nei primi 100 posti, purtroppo, non vi è alcuna software house italiana.

Ecco i primi 20 classificati:

  • 1. EA Canada Canada
  • 2. Nintendo Giappone
  • 3. Konami Giappone
  • 4. Maxis USA
  • 5. Traveller's Tales Regno Unito
  • 6. Rockstar Leeds Regno Unito
  • 7. Ubisoft France Francia
  • 8. Yuke's Giappone
  • 9. EA Redwood Shores USA
  • 10. Ubisoft Montreal Canada
  • 11. Amaze Entertainment USA
  • 12. Treyarch USA
  • 13. EA UK-Criterion Regno Unito
  • 14. London Studios Regno Unito
  • 15. Crystal Dynamics USA
  • 16. Epic Games USA
  • 17. Capcom Giappone
  • 18. Sports Interactive Regno Unito
  • 19. Radical Entertainment Canada
  • 20. Relentless Studios Regno Unito
24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dema8606 Aprile 2007, 09:16 #1
Purtroppo era piuttosto ovvio, del resto non mi ricordo di titoli validi sviluppati da nostre software house... la formazione dei programmatori e dei game designer in italia è ancora rara.
The Predator06 Aprile 2007, 09:26 #2
"Nei primi 100 posti, purtroppo, non vi è alcuna software house italiana."

Un vero peccato.
Narmo06 Aprile 2007, 09:34 #3
Se cercassero le 100 società più attive nello sviluppo di gestionali/ciofece le troveremmo tutte italiane.

Sarà una mia impressione ma qui in italia spesso le software house si dilettano a sviluppare gestionali veramente mal fatti che poi vendono a prezzi esorbitanti
fgpx7806 Aprile 2007, 09:38 #4
Pensavo di essere almeno al terzo posto! Non sono nemmeno in classifica!
thegiox06 Aprile 2007, 09:40 #5
i tempi della Milestone sono lontani purtroppo...
Lud von Pipper06 Aprile 2007, 09:47 #6
Prolificità e qualità sono spesso due caratterisiche in antitesi tra loro...
JohnPetrucci06 Aprile 2007, 09:49 #7
Originariamente inviato da: The Predator
"Nei primi 100 posti, purtroppo, non vi è alcuna software house italiana."

Un vero peccato.

Concordo ma non è certo una sorpresa, qua siamo a livelli da medioevo in questo settore.
R3GM4ST3R06 Aprile 2007, 10:28 #8
xkè??? in Italia abbiamo delle software house???
:P
share_it06 Aprile 2007, 10:39 #9
la prolificità non si misura in soldi.
Veramente una parola sbagliata in questo contesto: mi aspettavo una classifica sul numero di software prodotti, non sul profitto
Pier de Notrix06 Aprile 2007, 10:52 #10
"Radical Entertainment", ma che fa? Gestione di radio e tv radicali in giro per il mondo?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^