I Am Alive torna in fase di progettazione

I Am Alive torna in fase di progettazione

Il progetto passa da Darkworks a Ubisoft Shanghai ed è adesso basato sulla piattaforma tecnologica di Splinter Cell Conviction. Rilascio posticipato.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:43 nel canale Videogames
Ubisoft
 

Evidentemente non è un momento particolarmente brillante per i team di sviluppo interni a Ubisoft. Dopo i posticipi di Splinter Cell Conviction e di R.U.S.E. (vedi qui), Ubisoft rivela che è tornata in fase di progettazione per I Am Alive, survival horror ambientato in un contesto post-apocalittico il cui rilascio era previsto nella prossima primavera. Il gioco era precedentemente nelle mani di Darkworks, software house autrice di Alone in the Dark: The New Nightmare e di Cold Fear, e adesso passa in quelle di Ubisoft Shanghai.

Insomma, a I Am Alive tocca lo stesso destino che toccò a Splinter Cell Conviction (vedi qui), anch'esso sviluppato praticamente due volte e ormai in dirittura d'arrivo (nonostante il recente posticipo). Con il quinto Splinter Cell, I Am Alive ha un'altra cosa in comune, visto che Ubisoft Shanghai lo sta ricostruendo proprio con la piattaforma tecnologica allestita per Splinter Cell Conviction, a sua volta basata su Unreal Engine 2.5.

"Abbiamo recuperato le spese dovute allo scorso fallimentare progetto e abbiamo fatto nuovi investimenti su I Am Alive", dice il CEO di Ubisoft, Yves Guillemot. "Il nuovo progetto riparte da zero ed è di buona qualità, ma non sarà rilasciato in questo anno fiscale". La versione definitiva di I Am Alive è adesso prevista per il 2011 inoltrato.

Secondo i precedenti comunicati, nella storia di I Am Alive, dopo un terribile terremoto che colpisce la città di Chicago, il protagonista Adam Collins deve ritrovare la propria ragazza e altre persone eventualmente scampate al disastro naturale, ma i suoi sforzi sono ostacolati da una misteriosa task force governativa. Il precedente I Am Alive era uno sparatutto in prima persona e aveva un'atmosfera da survival horror, ma queste caratteristiche adesso sono da riconfermare. Gli altri dettagli sul precedente progetto si trovano qui.

Oltre Splinter Cell Conviction e I Am Alive, un altro gioco Ubisoft che è in forte ritardo è Beyond Good & Evil 2. Anche in questo caso Ubisoft rassicura i fan sulla bontà del prodotto, visto che lo sviluppo sta proseguendo e che ben presto verranno forniti nuovi dettagli e nuovi media.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Mad_Griffith16 Gennaio 2010, 13:40 #1
beh ora può urlare forte il suo nome
Balthasar8516 Gennaio 2010, 18:59 #2
Originariamente inviato da: Mad_Griffith
beh ora può urlare forte il suo nome



Comunque notizia interessante, io questo gioco lo sto aspettando dal primo video che pubblicarono e tutto questo silenzio mi aveva preoccupato un po'.. aspetto con ansia nuove notizie sul titolo.


CIAWA
Consiglio16 Gennaio 2010, 19:55 #3
Originariamente inviato da: Balthasar85


Comunque notizia interessante, io questo gioco lo sto aspettando dal primo video che pubblicarono e tutto questo silenzio mi aveva preoccupato un po'.. aspetto con ansia nuove notizie sul titolo.


CIAWA


Idem, dal video dove lui usava la bottiglia per aggirare quei tizi che lo seguivano. Speriamo che sia così il gioco, perché sembra veramente interessante, e soprattutto speriamo che verrà pubblicato.
Nicola[3vil5]17 Gennaio 2010, 12:22 #4
della serie gli annunci non costano niente...
Consiglio17 Gennaio 2010, 12:27 #5
Originariamente inviato da: Nicola[3vil5]
della serie gli annunci non costano niente...


Eh beh si purtroppo conta anche quello...
AtaruGolan18 Gennaio 2010, 10:44 #6
ahhahaha!!! un altra casa che inizia, poi blocca, poi continua, poi riblocca, poi riprende, poi riblocca

10 anni di produzione? per poi uscire un flop hahahahah!!! lo visto troppe volte

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^