Hideo Kojima: I giocatori vogliono solo shooter, non c'è altro che venda

Hideo Kojima: I giocatori vogliono solo shooter, non c'è altro che venda

Questo l'amaro bilancio del game-designer, che vede l'industria del videogioco giapponese sempre meno competitiva

di Stefano Carnevali pubblicata il , alle 17:34 nel canale Videogames
 

In un'intervista alla Official Playstation Magazine, Hideo Kojima ha rivelato tutte le proprie perplessità sulla situazione dell'industria del videogioco, rivelando particolare apprensione per quella nipponica.

"Viviamo una competizione molto più serrata - spiega Kojima -: le produzioni 'Tripla A' sono sempre più costose, e solo 2 o 3 di quelle che escono in un anno, ottengono un vero successo di mercato. A questo ritmo, non so quanto l'industria del gaming giapponese possa resistere".

"In più - prosegue Kojima - sembra che i consumatori siano soddisfatti dalla pletora di shooter in prima persona che escono sul mercato a getto continuo. Sembra che non vogliano altro! Mi pare che il pubblico preferisca 'crogiolarsi' in quanto conosce già, premiando chi, uscita dopo uscita, si limita a qualche ritocco del proprio prodotto, piuttosto di chi innova e inventa con costanza. Uno scenario che porta al blocco dei progetti davvero innovativi".

74 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
michael1one05 Gennaio 2012, 17:49 #1
purtroppo ha ragione
Horizont05 Gennaio 2012, 18:13 #2
wow, questo si che significa avere una grossa considerazione del videogiocatore.
hexaae05 Gennaio 2012, 18:35 #3
Che tristezza (ma una verità )... e basta con gli FPS! È da molto tempo che lo dico.
Se pensiamo che in passato esistevano almeno 5 categorie di videogiochi equilibrate tra loro, tra shoot'em up, beat'em up, avventure, simulatori etc. etc.. Oggi le giovani masse con l'anello al naso conoscono per lo più solo gli FPS (la forma più semplice di videgame in cui non c'è da pensare molto ed è immediato e istintivo sparare a quasi tutto quello che si muove), e ne sono pure felici quando gli aggiungono l'effettino acqua migliorato e altre robette (se non proprio arrivare al nerdismo in cui ciò che conta sono solo benchmark e numeri sulla carta che scatenano vere e proprie risse verbali e rincorsa all'ultima scheda grafica), invece di giochi diversi, realmente innovativi e appassionanti dove una buona tecnica è solo funzionale e asservita a qualcosa di più alto...
Finalmente un pezzo grosso che lo dice.
Wawacco05 Gennaio 2012, 18:40 #4
Ha ragione purtroppo, personalmente di FPS ne ho la nausea ma mi rendo conto di essere uno dei pochi.
pietrosg05 Gennaio 2012, 19:01 #5
Sono un vecchietto e da anni mi rodo: l'ultimo gioco che mi appassionò è stato Deus ex (il primo). A fronte di una grafica non esaltante (ma efficace) un vero mondo da girare, capire.
Arrivare a dei risultati con percorsi (e capacità diversi per me è stato il massimo. Oggi si cercano gli effetti speciali a fronte di trame piatte, brutte e scontate.
Purtroppo il dilagare delle console, presidiate da miriadi di vuoti d'aria con la tasto-frenesia sembra aver portato a questo... Dove sono finiti quei passatempi dove eri costretto a risolvere un rebus o cercare indizi validi...
Mah!
nico88_bt05 Gennaio 2012, 19:10 #6
faccio l'esempio della capcom con resident evil, specialmente il 2 e 3 se i seguiti che hanno fatto uscire sono delle schifezze fps che colpa hanno i giocatori?
PeK05 Gennaio 2012, 19:32 #7
parole a vanvera da parte di un bollito...
fosse vero, il wii non avrebbe venduto, starcraft non avrebbe venduto eccetera...
robertino7505 Gennaio 2012, 19:44 #8
diciamo che in parte ha ragione e in parte no, nel senso che è vero che una fetta di utenza predilige gli fps o meglio predilige il multiplayer online, perchè poi quello che veramente fà vendere gli fps di cui parla kojima come modern warfare 3 o battlefield 3 è il multiplayer online...anche kojima ci ha provato con metal gear online ma credo che il suo metal gear non sia molto adatto al multiplayer.
poi dipende sempre da che cifre si aspetta lui di fare, i numeri fatti da giochi come i GTA sono li a dimostrare che la gente non gioca solo agli fps, oltre a i numeri fatti dal wii, kinect e ps move(ok che questi sono rappresentati dalla nuova utenza ma sempre vendite fanno).
io personalmente continuo a preferire il single player al multiplayer...quindi continuerò a preferire giochi più profondi e longevi di mw3 che si e no dura 5 ore in single, visto che è più un aggiunta al multiplayer che il contrario.
quindi ben vengano gli zelda che durano 30-40 ore senza multiplayer o tutti quei giochi come batman AC...
Grey 705 Gennaio 2012, 20:13 #9
ed ecco perchè dragon rising sarà una schifezza action adatta ai ragazzini. Abbiamo perso anche metal gear signori...cmq purtroppo ha ragione.
TheDarkAngel05 Gennaio 2012, 20:38 #10
Secondo me il problema dell'industria giapponese è che sforna prodotti tecnicamente obsoleti. Iniziassero a investire in grafica venderebbe molto di più.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^