Gta 5 trascinato in tribunale dalla figlia di un boss della mafia

Gta 5 trascinato in tribunale dalla figlia di un boss della mafia

Rockstar è stata citata in giudizio per aver usato le fattezze di una delle star dello show televisivo Mob Wives.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:01 nel canale Videogames
 

L'azione legale riguarda il personaggio di Antonia Bottino, che vedete anche nell'immagine. È un personaggio che si può incontrare casualmente fra le strade di Los Santos e che si lamenta di aver fatto parte del programma protezione testimoni dopo che suo padre, Sammy 'Sonny' Bottino, che faceva parte della famiglia immaginaria dei Gambetti, è stato arrestato.

Grand Theft Auto V

Secondo i legali di Karen Gravano, star del reality show americano Mob Wives, Antonia somiglierebbe pericolosamente alla stessa Gravano, e oltretutto raconterebbe una storia troppo simile. La Gravano è infatti figlia del reale boss della mafia Salvatore 'Sammy the Bull' Gravano, che ha prima fatto parte della famiglia dei Gambino per poi aiutare la polizia a smantellare quella organizzazione mafiosa.

La Gravano ha quindi citato in causa Rockstar Games per aver usato la sua immagine e la sua storia per creare il personaggio di Antonia Bottino, il tutto senza il suo consenso, secondo quanto riporta il NY Daily News. La Gravano è star di uno show televisivo in cui si seguono le vicende di mogli e figli di boss della mafia finiti in carcere.

La richiesta di Karen Gravano è, quindi, di 40 milioni di dollari di cui 20 di risarcimento e 20 come danni punitivi. "Il querelante ha massimo rispetto per gli scrittori e i creatori del videogioco Grand Theft Auto V, ma la storia di Karen è unica e solo lei può raccontarla", si legge nel documento legale.

La Gravano sta inoltre scrivendo un libro sulla sua esperienza e, secondo gli avvocati, Rockstar avrebbe potuto chiedere direttamente a lei il permesso, e "ottenerlo senza grosse complicazioni".

Secondo gli ultimi risultati finanziari di Rockstar, Gta 5 è vicino a diventare il videogioco per console più venduto di sempre, con 32,5 milioni di copie già vendute (il primato è ancora di Mario Kart Wii con 34 milioni di copie).

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Ginopilot27 Febbraio 2014, 11:10 #1
hahahahahaha
Masamune27 Febbraio 2014, 11:28 #2
Che cosa non si farebbe per raccimolare un po di quattrini....
d'altronde GTAV è una gallina dalle uova d'oro e non è giusto che solo rockstar metta un bel gruzzoletto da parte!
san80d27 Febbraio 2014, 11:28 #3
cignox127 Febbraio 2014, 12:00 #4
Devo comprarlo e giocarlo tutto anche solo per verificare che non ci sia qualcuno che casualmente mi somiglia.

Si pottrebbe anche pensare ad una class action

In effetti peró in qualche caso forse le lamentele ci stanno pure (ma 40 milioni???)
lookgl27 Febbraio 2014, 12:07 #5
Non ci sono più i mafiosi di una volta, adesso vanno nei tribunali per farsi "rispettare". Siamo alla frutta!
san80d27 Febbraio 2014, 12:09 #6
Originariamente inviato da: lookgl
Non ci sono più i mafiosi di una volta, adesso vanno nei tribunali per farsi "rispettare". Siamo alla frutta!


vanno anche a show televisivi
ziozetti27 Febbraio 2014, 12:10 #7
Originariamente inviato da: cignox1
In effetti peró in qualche caso forse le lamentele ci stanno pure (ma 40 milioni???)

"La Gravano è star di uno show televisivo in cui si seguono le vicende di mogli e figli di boss della mafia finiti in carcere."
Star per eredità e non per meriti, si sarà montata la testa.
aled197427 Febbraio 2014, 12:14 #8
mii non facciamo scherzi aaah, la mafia..... è cosa nostra

see, vorrebbe assomigliarle


però davvero, si stanno facendo ridere dietro da tutti, nemmeno la mafia riesce più a farsi prendere sul serio

ciao ciao
san80d27 Febbraio 2014, 12:14 #9
Originariamente inviato da: ziozetti
Star per eredità e non per meriti, si sarà montata la testa.


sai che meriti
ipertotix27 Febbraio 2014, 13:29 #10
beh qua si parla della figlia di un pentito, tanto che c'ha da perdere??

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^