Gli sviluppatori di Cyanide raccontano la genesi del protagonista di Styx: Shards of Darkness

Gli sviluppatori di Cyanide raccontano la genesi del protagonista di Styx: Shards of Darkness

L’esperienza di gioco di questo secondo capitolo trarrà notevoli benefici dalla maggior quantità di risorse a disposizione dello studio.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 09:31 nel canale Videogames
 

Gli sviluppatori di Cyanide Studio hanno rilasciato oggi un nuovo video dedicato alla creazione del concept e alla personalità del goblin Styx. Styx: Shards of Darkness è un titolo ancora più ambizioso del precedente capitolo della saga e trasporterà il protagonista dalle tenebre di Akenash verso un mondo molto più vasto e complesso, dove sarà in grado di sfruttare nuove abilità.

L’esperienza di gioco di questo secondo capitolo trarrà notevoli benefici dalla maggior quantità di risorse a disposizione dello studio. Non mancherà nemmeno una buona dose di humour, che si esprimerà, in maniera ancora più accentuata, attraverso il sarcasmo del protagonista. I goblin non sono dotati di grande forza fisica, pertanto uno scontro diretto con un nemico si tradurrebbe in morte certa. Styx sarà quindi costretto a sfruttare un approccio intelligente, sfruttando le opportunità che gli garantisce l’ambiente circostante.

Nel video viene spiegato come il gameplay di Styx: Shards of Darkness si adatterà allo stile del giocatore. Si potrà decidere di prendere parecchi rischi, rubando ogni oggetto presente nella mappa, oppure ricorrere ad un approccio stealth, dove la priorità assoluta sarà quella di non far scattare l’allarme. In entrambe le situazioni le caratteristiche, le abilità e gli strumenti di Styx saranno a completa disposizione del giocatore, accompagnandolo per l’intero arco dell’avventura.

Il lancio di Styx: Shards of Darkness è previsto per il 14 marzo su PC, PlayStation 4 e Xbox One.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^