Get Even posticipato a causa della strage di Manchester

Get Even posticipato a causa della strage di Manchester

Lo sparatutto horror non uscirà il 26 maggio come precedentemente previsto, "come forma di rispetto" per i fatti accaduti ieri a Manchester

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:41 nel canale Videogames
Bandai Namco
 

Get Even, lo sparatutto horror psicologico sviluppato dal team polacco The Farm 51, è stato posticipato di un mese. Bandai Namco ha infatti rilasciato un comunicato stampa in cui afferma che il rinvio è dovuto alla strage terroristica alla Manchester Arena, che ha visto la morte di 22 persone.

Zune

"Considerati i recenti eventi e come forma di rispetto abbiamo deciso di posticipare il rilascio commerciale di Get Even al 23 giugno", si legge nel comunicato. "Vogliamo esprimere le nostre più profonde condoglianze a tutti gli interessati".

La decisione scaturisce anche sulla base delle caratteristiche della storia di Get Even. In questo gioco si impersona Cole Black, un mercenario che si risveglia in un vecchio manicomio senza ricordare praticamente nulla del proprio passato. Ad eccezione di un episodio, il tentativo di salvataggio di una ragazza adolescente a cui era stata legata una bomba al petto.

D'altronde non è il primo posticipo per Get Even. Originariamente previsto per il 2015, venne una prima volta rimandato al 2016 prima di essere collocato a maggio 2017. Altri dettagli sul gioco si trovano qui.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
pikkoz24 Maggio 2017, 17:29 #1
Profondo cordoglio per le famiglie delle 22 persone rimaste uccise nel attentato terroristico a Manchester .
Ma guardando il videogioco, tema di sviluppo e il travagliato sviluppo mi sembra una scusa bella e buona per posticipare (ancora ) una volta il videogioco, allora a questo punto posticipiamo anche The occupation gia che ci siamo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^