Gareth Wilson ha spiegato i motivi del fallimento di Blur

Gareth Wilson ha spiegato i motivi del fallimento di Blur

L'ex lead designer di Bizarre è ritornato sulla questione, facendo notare che il problema del gioco è stata la sua particolare struttura. La commistione di auto reali e power-up non ha convinto i consumatori.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 08:42 nel canale Videogames
 

Nonostante le valutazioni positive in sede di recensione, il racing game Blur si è rivelato un flop sul piano commerciale, spingendo Activision alla chiusura di Bizarre Creations nello scorso mese di febbraio.

Peraltro Gareth Wilson, ex lead designer di Bizarre ora in forza a Sumo Digital, ha spiegato in occasione della Develop Conference di Brighton quali sono state le reali motivazioni che hanno determinato il fallimento di questo prodotto.

Wilson ha utilizzato una similitudine per spiegare quanto accaduto, facendo notare che l'accostamento di armi e auto reali non ha convinto i consumatori, quasi come se a tavola si accostassero i cereali e la pancetta. Un paragone che fa sorridere se vogliamo, ma che rende perfettamente l'idea.

"E' necessario ridurre la quantità di persone che può essere titubante sull'acquisto del vostro prodotto", ha spiegato Wilson. "La paura è un grande catalizzatore per i consumatori, più del desiderio. Non compreranno qualcosa che non hanno mai provato prima, perché potrebbe essere una schifezza".

"Le licenze possono essere una via d'uscita, ma bisogna fare attenzione in quanto costano parecchi soldi. Serve bilanciamento. Con Project Ghotam Racing 3 abbiamo speso milioni per avere la Ferrari, ma funzionò. La gente la vedeva sulla copertina. Ma con Blur, le licenze avrebbero agito a nostro sfavore: macchine reali e armi. Sarebbe come dire pancetta con i cornflakes".

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Pakko26 Luglio 2011, 08:55 #1
Guarda questo può dire quello che vuole ma quando vedo un gioco come questo su pc, spudoratamente porting da console tra cui NON POSSO NEANCHE CAMBIARE I F*****I TASTI, per me è come se manco esistesse, scaffale sarebbe un complimento rotfl..
gildo8826 Luglio 2011, 10:16 #2
Cioè praticamente dopo quelli di split/second hanno fatto fuori (in senso figurato ovviamente) anche questi di blur. Eppure non sembrano due titoli cosi brutti (stando alle recensioni erano i migliori racing game arcade dello scorso anno), anzi split per certi versi era innovativo, oltre che divertente. E' un peccato...
Pakko26 Luglio 2011, 10:39 #3
Split aveva una grafica bella, gamplay divertente ed innovativo, peccato per i pochi tracciati e poca varietà delle vetture ma per il resto era bello, blur proprio no, non si gode sulle sventure altrui ma quando se lo meritano..
Horizont26 Luglio 2011, 11:28 #4
io continuo a non capire...
Blur per me è un gioco iper divertente, ce l ho su 360 e continuo, di tanto in tanto, a farmi partite online
mah...
ministro27 Luglio 2011, 06:34 #5
Split/Second mi ha entusiasmato per l'originalità del gameplay e per la grafica, Blur mi ha fatto rivivere i tempi di Dethkarz.. secondo me due titoli da non buttare..
N1hilism02 Agosto 2011, 07:24 #6
sono i tipici giochi che diventano un po' di nicchia ma riconosciuti da chiunque sano di mente, o abbia gusti perlomeno terreni, ottimi titoli,
sicuramente con un potenziale maggiore su console, devo provarli meglio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^