GameStop: le vendite di Wii U sono al di sotto delle aspettative

GameStop: le vendite di Wii U sono al di sotto delle aspettative

Anche GameStop si rivela non soddisfatta delle vendite della console di Nintendo andata sul mercato nella parte conclusiva del 2012.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 11:41 nel canale Videogames
NintendoWii U
 

Tony Bartel, presidente di GameStop, ha dichiarato che le vendite di Wii U registrate successivamente al periodo natalizio negli Stati Uniti sono state inferiori alle aspettative.

“Successivamente al periodo di lancio le vendite sono state al di sotto di quanto ci saremmo aspettati”, ha commentato nel corso di un’intervista a Forbes. “Nintendo ha in programma di lanciare alcune delle sue principali IP nei prossimi mesi, che contribuiranno ad accrescere l’interesse dei giocatori”.

Nella line-up di Wii U sono presenti titoli come Lego City Undercover, la cui uscita è prevista per il 28 marzo e Monster Hunter 3 Ultimate, disponibile a partire dal 22 marzo; Pikmin 3 è invece stato spostato da aprile al mese di giugno. Tra gli altri progetti in corso d’opera ci sono 3D Mario e il nuovo Mario Kart, già mostrati in occasione dell’E3 2012.

Ad una specifica domanda inerente le scelte che Nintendo dovrebbe compiere per poter adeguatamente competere con Sony e Microsoft il prossimo autunno, Bartel ha risposto: “il software giocherà un ruolo importante per il successo di ciascuna console nella finestra finale dell’anno.

"Abbiamo già visto grandi sviluppatori e publisher supportare PS4, pertanto Wii U necessita di alcuni grandi titoli, soprattutto prime parti, per poter competere. Inoltre è necessario accrescere la consapevolezza dei consumatori in merito alle nuove funzionalità disponibili e alle caratteristiche del tablet”.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Maury15 Marzo 2013, 11:58 #1
E ci credo, è un bidone dal lato hardware, la gente i soldi li spende con attenzione... la voglia di Nextgen c'è, ed è forte, ma che sia tale.. PS4 e Xbox stanno arrivando
yume the ronin15 Marzo 2013, 11:58 #2
console nata male, nonostante l'ottima idea di crearsi una fetta di mercato tra i casual con wii, a sto giro nintendo ha cannato di brutto

mi spiace perchè ho sempre gradito le console nintendo con tutte le loro ip, ma wii u la vedo veramente male
Alodesign15 Marzo 2013, 12:04 #3
Sarà il caso però, che le nuove console offrano qualcosa di più della sola grafica.
Hikaro15 Marzo 2013, 12:17 #4
@Maury
@yume the ronin

La voglia di next-gen non è affatto forte, e sia sony che microsoft avranno serie difficoltà di vendita se puntano ad una fascia come quella dell'attuale generazione. Il problema non è né dell'HW né del SW, il problema è una crisi economica mondiale che ha messo in ginocchio il ceto medio in tutti i paesi "civilizzati". Visto che le console e i Videogames in generale puntano ad un target "borghese" sono in seria crisi. Teniamo conto che con l'avanzare della tecnologia i costi di produzione si moltiplicano vista la mole di contenuti da elaborare. Attualmente, e già da un po' di anni, lo staff impiegato nella realizzazione di titoli commerciali multipiattaforma è pari se non superiore allo staff dei film di Hollywood.
La prova sta proprio nel fatto che il mercato si sia spostato dalle console fisse o portatili agli spartphone e ai tablet.
Hikaro15 Marzo 2013, 12:17 #5
Originariamente inviato da: Alodesign
Sarà il caso però, che le nuove console offrano qualcosa di più della sola grafica.


io non ci conterei cmq...
cignox115 Marzo 2013, 12:20 #6
Sorprende davvero? La wii ha avuto successo tra i casual gamers, molti dei quali (i miei genitori, i miei zii, mia moglie, per citarne alcuni che l'hanno acquistata) non avevano mai giocato ai videogiochi.
Peró il causal gamer non é un appassionato disposto a darti soldi ogni tot anni. Anche ammesso che dopo l'effetto novitá non si siano stufati (e tutti quelli che ho citato hanno smesso di giocare da tempo), non é detto che sentano l'esigenza di corre ad acquistare 'l'ultimo modello' (come detto, sono appunto casual gamers).

Chi rimane? Quelli che non avevano la Wii e i giocatori 'seri'. I primi non devono essere poi moltissimi, vista la penetrazione di Wii, e i secondi difficilmente acquistano un HW il 50% piú rapido delle console uscite 7 anni fa, soprattutto quando basta attender qualche mese per sapere cosa promette la concorrenza.

L'errore di Nintendo, a mio avviso, é stato quello di considerare il target che gli ha dato successo alla stregua dei giocatori 'veri', quindi disposti a pagare per una nuova console.
netcrusher15 Marzo 2013, 12:40 #7

Almeno nel nostro paese sta accadendo che....

Le persone cominciano ad avere difficoltà a mettere il pane a tavola questo la Nintendo e Gamestop lo sanno????
lorix15 Marzo 2013, 12:42 #8
La voglia di nextgen e' molto forte, altroche'! e ci credo, dopo 7 anni di immobilità sarà anche ora di avere piattaform più performanti se non vogliamo che le console casalinghe vengano superate addirittura dai tablet.

http://www.everyeye.it/ps4/notizia/...to-forte_152607
alexdal15 Marzo 2013, 13:01 #9
Non e' il problema del pane!!

Le persone che comprerebbero la WII o xbox720 o ps4 li hanno i soldi.

E' l'interesse che manca.

E malgrado la crisi si vendono comunque un miliardo di telefoni ogni 3 mesi.

Non e' che la WiiU sta andato male.
E CHE LA WII e' andata troppo bene.

Avrebbe dovuto vendere 40milioni 50 milioni di pezzi non cento milioni. Ci sono 50milioni di pezzi che sono stati regali o acquisti d'inpulso.
kratos015 Marzo 2013, 13:05 #10
quando è nata la wii, i casual gamers e i vari bambini si sono avvicinati ad essa. Ora lo stesso target spende più tempo a giocare con iphone, ipad e simili. Con questo non voglio dire che la wii sia una console per soli casual gamers, anzi non dimentico Zelda e diversi ottimi porting ma credo che il suo mercato sia stato trainato più che altro da mamme, papà e bambini. Gli stessi che hanno fatto il successo di Angry Birds e via dicendo

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^