Gamer della Sud Corea arrestato per aver lasciato morire di fame il figlio

Gamer della Sud Corea arrestato per aver lasciato morire di fame il figlio

La polizia della Corea del Sud ha fatto sapere di aver arrestato un uomo con l'accusa di aver lasciato morire di fame il figlio perché troppo concentrato sui giochi online e sugli internet cafè.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
 

L'uomo di 22 anni, di nome Chung, è stato arrestato dopo che la polizia ha ritrovato il corpo decomposto del figlio di due anni all'interno di un sacco della spazzatura nella città di Daegu. Il caso ha scatenato i media della Corea del Sud, inorriditi da tal tipo di comportamento, che hanno puntato il dito sui videogiochi.

Pare, infatti, che Chung fosse un accanito gamer e che dedicasse quasi tutto il tempo ai giochi online e agli internet café, molto popolari in Corea proprio perché offrono un ambiente ideale per questo tipo di giochi. Il problema dell'assuefazione al gaming, oltretutto, è molto sentito in Corea del Sud, visto che la nazione si conferma ancora come la "patria del gaming online", il quale è considerato uno sport alla stregua di altri sport fisici.

Il partito conservatore attualmente al governo sta spingendo un disegno di legge che punta a classificare il gioco online come potenzialmente assuefacente, al pari della droga, del gioco d'azzardo e dell'alcol.

La CCTV e la CNN hanno pubblicato dei servizi incentrati su Chung, dove l'uomo con nonchalance si controlla i capelli allo specchio mentre tiene con l'altra un sacco della spazzatura, probabilmente contenente il bambino morto.

Alla fine di febbraio, la moglie di Chung ha iniziato a lavorare in una fabbrica lontana dalla città, lasciando che il marito disoccupato si occupasse da solo del bambino. Tuttavia, Chung non ha fatto altro che frequentare gli internet cafè e continuare a giocare. Secondo la polizia, il bambino è morto il 7 marzo, mentre l'uomo avrebbe lasciato il cadavere in casa per circa un mese, per poi gettarlo nel sacco della spazzatura. Inizialmente, la polizia ha considerato il bambino disperso, fino al terribile rinvenimento.

Casi del genere, purtroppo, in Corea del Sud sono tristemente ricorrenti. Nel 2010 un caso analogo ha scioccato il paese, con una coppia che ha lasciato morire di fame i tre figli, mentre i due continuavano ossessivamente a giocare. Nel 2012, invece, una donna è stata arrestata dopo aver partorito nella toilette di un Internet cafe dove aveva giocato per giorni, abbandonando lì il neonato.

96 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dr-omega16 Aprile 2014, 13:48 #1
Probabilmente passare dalla povertà alla realtà virtuale in poche decine di anni non ha fatto proprio bene alla crescita culturale della nazione...
[Kommando]16 Aprile 2014, 13:48 #2
edit
Eroes7816 Aprile 2014, 13:49 #3
Da papà di due bimbe piccole ho le lacrime agli occhi...
Aenil16 Aprile 2014, 13:53 #4
Incredibile..
devilred16 Aprile 2014, 13:53 #5
non e' la fame, ma l'ignoranza che uccide. oltre alla galera fossi in lui penserei su come impiccarmi.
Notturnia16 Aprile 2014, 13:56 #6
agghiacciante.. ma tutto diventa una droga se non si usa la testa.. lasciare morire un bimbi di due anni è agghiacciante.. se penso a mia figlia che non ha ancora due anni non capisco come si possa anteporre un monitor a lei..
zagor97716 Aprile 2014, 14:10 #7
là in corea ci sono gli internet cafè, qui in italia ci sono i videopoker, ma i rincoglioniti ci sono dappertutto.
qboy16 Aprile 2014, 14:11 #8
edit
Pier220416 Aprile 2014, 14:14 #9
Originariamente inviato da: dr-omega
Probabilmente passare dalla povertà alla realtà virtuale in poche decine di anni non ha fatto proprio bene alla crescita culturale della nazione...


Concordo...
Anche se è sempre sbagliato generalizzare, ma ho come l'impressione che questo popolo è come un bambino discolo da badare a vista.
Aenil16 Aprile 2014, 14:18 #10
Originariamente inviato da: Pier2204
Concordo...
Anche se è sempre sbagliato generalizzare, ma ho come l'impressione che questo popolo è come un bambino discolo da badare a vista.


Si evince anche dalla quantità di cose che copiano dall'Occidente, al di là di Samsung e tecnologia, ci copiano anche musica, arte e usanze. Faticano ad avere un' identità loro..

/OT

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^