Fusione Vivendi/Activision: nasce il più grande produttore di videogiochi

Fusione Vivendi/Activision: nasce il più grande produttore di videogiochi

Storica fusione nel mondo dei videogiochi. Scalzata Electronic Arts dalla posizione di maggiore produttore di terze parti.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:08 nel canale Videogames
Electronic ArtsActivision
 
Activision e Vivendi Games annunciano di aver raggiunto un accordo che porterà alla fusione dei due influenti produttori di videogiochi. La manovra ha un valore complessivo di 18,9 miliardi di dollari e sarà completata nella prima parte del 2008. Viene scalzata Electronic Arts dalla posizione di maggiore produttore di videogiochi di terze parti.

La nuova società assumerà il nome di Activision Blizzard e potrà vantare un ampio catalogo di titoli e licenze. Tra queste ricordiamo World of WarCraft, StarCraft, Diablo, Crash Bandicoot, Spyro, Call of Duty, Guitar Hero, Tony Hawk.

Gli azionisti di Activision riceveranno 27,50 dollari per azione, un incremento del 24% rispetto al valore dei titoli nella giornata di venerdì. Vivendi Games, invece, contribuirà con 1,7 miliardi di dollari e acquisirà il 52% del pacchetto azionario di Activision Blizzard. Le azioni di Vivendi Games verranno convertite in 295,3 miliardi di azioni Activision, il che equivale a dire che Vivendi Games viene valutata 8,1 miliardi di dollari. Il titolo continuerà ad essere quotato sul Nasdaq sotto il simbolo ATVI, già di Activision.

"Questa alleanza è un ulteriore importante passo strategico per Vivendi ed è un nuovo modo per far notare la nostra presenza sul mercato", sono le parole di Jean Bernard Levy, CEO di Vivendi. "La rilevanza che già le due società possono vantare contribuerà ai futuri progressi di Activision Blizzard. Ci assicureremo di avere la maggioranza dell'azionariato all'interno di una compagnia che nei prossimi anni godrà del ruolo di prima potenza nell'industria dell'intrattenimento".

"Activision Vivendi sarà l'unico produttore leader sia nel mercato di massa che in quello dei giochi con abbonamento. Avrà quindi l'opportunità di raggiungere la più ampia utenza videoludica", sono le parole di Robert Kotick, CEO di Activision. "Con l'alleanza con Vivendi Games saremo il più grande produttore di giochi online e avremo l'opportunità di accedere ai mercati asiatici, Cina e Corea incluse, e manterremo contemporaneamente le posizioni guadagnate in Europa e nel Nord America".

"Blizzard costituisce sicuramente una valida acquisizione per Activision con i suoi 9 bestseller e con gli oltre 9,3 milioni di utenti di World of WarCraft", dichiara Mike Morhaime, presidente e CEO di Blizzard Entertainment. "Abbiamo molto in comune con Activision a livello di pianificazione, di sviluppo e di distribuzione. Continueremo ad impegnarci nel creare grandi giochi sotto etichetta Blizzard, la nuova partnership sicuramente ci aiuterà nel nostro obiettivo".

Robert Kotick assumerà la carica di CEO di Activision Vivendi, mentre Bruce Hack, attuale direttore di Vivendi Games, disporrà delle cariche di vice presidente e chief corporate officer (COO) della nuova società. Non cambiano le posizioni dirigenziali delle software house che fanno parte del gruppo.

Con la fusione con Vivendi Games, Activision potrà accedere al catalogo di Universal Music Group, il che le consentirà di incrementare il catalogo dei titoli musicali per i giochi della serie Guitar Hero. Activision Blizzard si aspetta ricavi per 3,8 miliardi di dollari nel 2007 e il più ampio margine operativo tra i produttori di videogiochi di terze parti.

24 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
gianly198503 Dicembre 2007, 15:13 #1
Dai tirateci fuori DIABLO 3!!!
p4ever03 Dicembre 2007, 15:18 #2
caspita che operazione commerciale! Numeri cosi grandi che paragonati al mio stipendio mi fanno sembrare cosi piccolo
Cmq bene cosi, un colosso da contrapporre ad EA ci voleva...
plokko03 Dicembre 2007, 15:23 #3
bha non so se riuscira a raggiungere i livelli di ea,certo all'inizio c'era solo fifa e poco altro suo ma ora i giochi della ea si fa fatica a contarli(anche se sono semplicemente finanziati dalla ea)!
darkins03 Dicembre 2007, 15:29 #4
vivendi... partiti dalle acque minerali....
p4ever03 Dicembre 2007, 15:29 #5
Originariamente inviato da: plokko
bha non so se riuscira a raggiungere i livelli di ea,certo all'inizio c'era solo fifa e poco altro suo ma ora i giochi della ea si fa fatica a contarli(anche se sono semplicemente finanziati dalla ea)!


per i livelli di EA intendi la quantità o la qualità dei titoli? xè immagino sarà quello a fare la differenza in futuro...certo con crysis in EA stanno facendo festa, è meglio che si tengano stretti i loro team di sviluppatori esterni, perchè a livello di titoli di produzione loro non è che ci sia da fare i salti!
Drakonis03 Dicembre 2007, 15:39 #6
Già mi vedo Thrall sullo skate insieme a Tony Hawk
nonikname03 Dicembre 2007, 15:53 #7
La cosa più sconfortante è che qualche azionista ha guadagnato un quarto del proprio capitale da ieri a oggi!!... a saperlo prima..
sasyultrasnapoli03 Dicembre 2007, 15:55 #8
Minkia quanti soldi girano
Pat7703 Dicembre 2007, 15:55 #9
Speraimo non esa un Activivendi soccer 2008/2009 ecc...
LELEK6803 Dicembre 2007, 15:58 #10
Speriamo che queste fusioni portino qualche beneficio a noi videogiocatori e non solo agli azionisti!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^