Facebook sta sviluppando le versioni in realtà virtuale delle sue app

Facebook sta sviluppando le versioni in realtà virtuale delle sue app

Facebook sta allestendo le versioni in realtà virtuale delle sue app, secondo quanto ha riferito Chris Cox, head of product della compagnia. La Facebook VR, quindi, sta per arrivare!

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:51 nel canale Videogames
Facebook
 

"Stiamo lavorando sulle app in realtà virtuale", ha detto Chris Cox, head of product di Facebook, durante la Code/Media Conference a Dana Point, in California. Cox non ha descritto nel dettaglio queste app, ma ha fatto riferimento a un ambiente virtuale che gli utenti possono condividere tra di loro tramite queste app.

Secondo Cox, sarà un nuovo tipo di condivisione dell'esperienza digitale, alla portata di tutti, dall'utente più normale fino a Beyoncé, usata come emblema del personaggio famoso.

Ma Facebook in realtà virtuale non arriverà nelle case di tutti certo già a partire da domani. "Molte poche persone dispongono oggi dei caschetti di realtà virtuale", ha infatti commentato Cox. Si tratta, però, di un settore sul quale il noto social network ha deciso di investire in maniera decisa, dopo l'acquisizione di Oculus VR per 2 miliardi di dollari avvenuta lo scorso anno.

Durante il Sundance Film Festival svoltosi nelle scorse settimane, Oculus ha poi annunciato importanti passi in avanti anche nella realizzazione di esperienze narrative in realtà virtuale, grazie alla fondazione del nuovo Story Studio.

La tecnologia di realtà virtuale sembra quindi indirizzata a venire incontro alle esigenze di intrattenimento del pubblico mainstream di Facebook. "Immaginate di poter condividere non solo semplici momenti con i vostri amici di Facebook, ma anche intere esperienze e avventure", diceva Mark Zuckerberg al momento dell'acquisizione di Oculus VR.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
demon7718 Febbraio 2015, 13:55 #1
ma dai..
avevo qualche vago sospetto..
Lo ho capito da diversi segnali che ai più naturalmente sfuggono.

- velocità del vento
- livello medio delle maree
- facebook che si compra l'intera baracca oculus
- le traiettorie di volo dei fenicotteri

cignox118 Febbraio 2015, 14:05 #2
Wow, speriamo che le 'intere eseperienze ed avventure' si possano poi salvare e ricaricare a piacere come in Strange Days.

Purché non sia un modo per condividere in RV aforismi scemi e foto di gattini buffi...
ziozetti18 Febbraio 2015, 14:15 #3
Quindi realtà virtuale al quadrato?
Lithios18 Febbraio 2015, 14:18 #4
Già Facebook così com'è è sin troppo invasivo ed è usato dalle masse in modo del tutto sbagliato come sostituzione-surrogato di una vita sociale vera.

Manca solo la realtà virtuale per scemunirci tutti completamente e chiuderci a vivere in capsule alla Matrix.

Ora ci saranno i soliti troll che mi scimmiotteranno la storia che "il progresso è progresso, e non può essere fermato". Bhe, a costoro rispondo preventivamente dicendo:

"Tecnologia avanzate richiedono intelligenza e coscienza avanzata da parte dell'utente per poter essere usate correttamente."

Le tecnologie saranno pure avanzate, ma noi siamo gli stessi trogloditi di 500 anni fa
s0nnyd3marco18 Febbraio 2015, 16:34 #5
Originariamente inviato da: demon77
ma dai..
avevo qualche vago sospetto..
Lo ho capito da diversi segnali che ai più naturalmente sfuggono.

- velocità del vento
- livello medio delle maree
- facebook che si compra l'intera baracca oculus
- le traiettorie di volo dei fenicotteri



Il mio troll-o-meter e' fuori scala
rockroll19 Febbraio 2015, 01:31 #6
Originariamente inviato da: Lithios
Già Facebook così com'è è sin troppo invasivo ed è usato dalle masse in modo del tutto sbagliato come sostituzione-surrogato di una vita sociale vera.

Manca solo la realtà virtuale per scemunirci tutti completamente e chiuderci a vivere in capsule alla Matrix.

Ora ci saranno i soliti troll che mi scimmiotteranno la storia che "il progresso è progresso, e non può essere fermato". Bhe, a costoro rispondo preventivamente dicendo:

"Tecnologia avanzate richiedono intelligenza e coscienza avanzata da parte dell'utente per poter essere usate correttamente."

Le tecnologie saranno pure avanzate, ma noi siamo gli stessi trogloditi di 500 anni fa


La frase evidenziata in neretto è vera e sacrosanta, ma è riferita al vero progresso, cosa molto diversa dalle costose forzature tecnologiche di cui non sentiamo alcun bisogno, imposte dalle multinazionali ad una umanità sempre più succube ed instupidita.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^