Errore 37 di Diablo III: Blizzard offre rimborsi completi in Corea del Sud

Errore 37 di Diablo III: Blizzard offre rimborsi completi in Corea del Sud

I giocatori di Diablo III residenti in Corea del Sud che hanno avuto problemi legati al famoso Errore 37 saranno completamente rimborsati da Blizzard.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:13 nel canale Videogames
BlizzardDiablo
 

Un post nella versione coreana del forum di Battle.net, tradotto dal Wall Street Journal, evidenzia come i giocatori di Diablo III con un personaggio di livello inferiore al 40 possano chiedere il rimborso del costo di acquisto del gioco tra il 25 giugno e il 3 luglio. L'offerta è valida solo per coloro che risiedono in Corea del Sud.

Blizzard dà anche la possibilità del recesso dall'acquisto per coloro che non abbiano realizzato personaggi di livello superiore al 20 e che abbiano acquistato il gioco da meno di 14 giorni.

L'Errore 37 viene causato da livelli di traffico significativi sui server di gioco ufficiali. L'eccessivo carico di lavoro impedisce ad alcuni giocatori di accedere ai server e di giocare sia in multiplayer che in single player. I continui problemi hanno indotto Blizzard a spegnere temporaneamente i server e ad aggiungere diversi fix di aggiornamento.

L'estesa politica di rimborsi viene praticata da Blizzard dopo un'indagine avviata dalla Fair Trade Commission della Corea del Sud, che ha iniziato le sue investigazioni dopo aver ricevuto un consistente numero di lamentele da parte dei consumatori. Questi ultimi sono protetti in Corea del Sud da una legge nazionale che garantisce ai clienti un rimborso per i problemi legati a un prodotto la cui responsabilità è dello stesso produttore.

Blizzard ha promesso una rapida reazione agli inconvenienti generati dall'Errore 37, come abbiamo visto qui.

68 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
NighTGhosT22 Giugno 2012, 08:20 #1
Della serie.....fessi tutto il resto del mondo.

Un trattamento davvero equo direi.....da veri signori, Blizzard.
sintopatataelettronica22 Giugno 2012, 08:26 #2
Originariamente inviato da: NighTGhosT
Della serie.....fessi tutto il resto del mondo.

Un trattamento davvero equo direi.....da veri signori, Blizzard.


Ma leggere prima la notizia.. e non solo il titolo ? E' diventato faticoso ??

[I]L'estesa politica di rimborsi viene praticata da Blizzard dopo un'indagine avviata dalla Fair Trade Commission della Corea del Sud, che ha iniziato le sue investigazioni dopo aver ricevuto un consistente numero di lamentele da parte dei consumatori. Questi ultimi sono protetti in Corea del Sud da una legge nazionale che garantisce ai clienti un rimborso per i problemi legati a un prodotto la cui responsabilità è dello stesso produttore.[/I]


Se non se ne occupava qualcuno i rimborsi non arrivavano di certo, più che altro ci sarebbe da riflettere sul fatto che nel resto del mondo, quello che ci piace definire "democratico" e "sviluppato", nessuna autorità fa mai nulla per tutelare gravi violazioni dei diritti del consumatore, tipo questa.

Meditate, gente.. meditate..
Paganetor22 Giugno 2012, 08:28 #3
Anche perchè in Corea del Sud sono matti per queste cose, per loro Diablo o Starcraft sono sport nazionale, ci fanno i programmi TV e le gare nazionali...
NighTGhosT22 Giugno 2012, 08:31 #4
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
Ma leggere prima la notizia.. e non solo il titolo ? E' diventato faticoso ??



Se non se ne occupava qualcuno i rimborsi non arrivavano di certo, più che altro ci sarebbe da riflettere sul fatto che nel resto del mondo, quello che ci piace definire "democratico" e "sviluppato", nessuna autorità fa mai nulla per tutelare gravi violazioni dei diritti del consumatore, tipo questa.

Meditate, gente.. meditate..


E questo cambia qualcosa eticamente?????

Spiegamelo.

Tu, software house, rimborsi i giocatori Coreani perche' protetti da una legge....e non lo fai nemmeno in piccola parte con tutto il resto del mondo?

Spero che Blizzard sia conscia che i Coreani saranno GLI UNICI loro futuri clienti.

Bella mossa....sisi.

Dopo questa, dal sottoscritto non avranno piu' manco 1 cent.....GARANTITO.
NighTGhosT22 Giugno 2012, 08:32 #5
Originariamente inviato da: Paganetor
Anche perchè in Corea del Sud sono matti per queste cose, per loro Diablo o Starcraft sono sport nazionale, ci fanno i programmi TV e le gare nazionali...


I nostri soldi valgono quanto quelli dei Coreani....e i nostri diritti sono esattamente gli stessi.......leggi o non leggi.

Che vadano a quel paese i signori di Blizzard.

P.S.
Penso di aver cambiato idea....non aspettero' quest'inverno per riprenderlo in mano.....stasera, appena arrivo a casa, disinstallazione.
sintopatataelettronica22 Giugno 2012, 08:43 #6
Originariamente inviato da: NighTGhosT
E questo cambia qualcosa eticamente?????

Spiegamelo.

Tu, software house, rimborsi i giocatori Coreani perche' protetti da una legge....e non lo fai nemmeno in piccola parte con tutto il resto del mondo?

Spero che Blizzard sia conscia che i Coreani saranno GLI UNICI loro futuri clienti.

Bella mossa....sisi.

Dopo questa, dal sottoscritto non avranno piu' manco 1 cent.....GARANTITO.


ETICAMENTE ?????

Ma vivi in paradiso ? (dimmi come ci si arriva che ti raggiungo subito)

Scusa, nell'economia moderna cosa ci sarebbe di etico ? E' una cannibalizzazione continua.. se non c'è una legge che le obbliga (o un interesse particolare) è difficilissimo trovare imprese che si comportino "eticamente"..

Quello di interessante che invece sottolineerei della notizia è come in un paese come la Corea del Sud le autorità siano prontamente intervenute a difesa dei diritti lesi dei consumatori (non poter giocare liberamente a un titolo pagato regolarmente dovrebbe COME MINIMO prevedere la possibilità di essere risarciti) mentre nelle "civilissime" europa o america non si è mossa una mosca.
Paganetor22 Giugno 2012, 08:44 #7
Già, tu invece quando acquisti un prodotto in negozio hai due anni di garanzia... ma, aspetta un attimo!!! In America ne hanno uno solo! Forse allora le leggi non sono tutte uguali nel mondo!

Dai, in Corea hanno determinate leggi che tutelano certe cose, da noi ce ne sono altre. Sinceramente non farei cambio con i Coreani, no no!
NighTGhosT22 Giugno 2012, 08:48 #8
Originariamente inviato da: sintopatataelettronica
ETICAMENTE ?????

Ma vivi in paradiso ? (dimmi come ci si arriva che ti raggiungo subito)

Scusa, nell'economia moderna cosa ci sarebbe di etico ? E' una cannibalizzazione continua.. se non c'è una legge che le obbliga (o un interesse particolare) è difficilissimo trovare imprese che si comportino "eticamente"..

Quello di interessante che invece sottolineerei della notizia è come in un paese come la Corea del Sud le autorità siano prontamente intervenute a difesa dei diritti lesi dei consumatori (non poter giocare liberamente a un titolo pagato regolarmente dovrebbe COME MINIMO prevedere la possibilità di essere risarciti) mentre nelle "civilissime" europa o america non si è mossa una mosca.


Devo farti un elenco delle software houses che hanno dato rimborsi di varia natura ai giocatori quando si sono verificati problemi di questo genere? E non solo ai Coreani?

Eticamente, si.......perche' anche il piu' celebroleso al mondo dovrebbe rendersi conto che se rimborsa completamente i Coreani, il resto del mondo si guarda allo specchio e si chiede "ecchee', i miei soldi fanno schifo rispetto a quelli dei Coreani? Io pensavo che valessero uguale...".

Visto che rimborsi loro, eticamente dovresti rimborsare anche tutti gli altri....perche' quell'errore l'hanno avuto TUTTI, nessuno escluso.

TUTTI hanno pagato.....e TUTTI hanno gli stessi diritti.
Non c'e' serie A e serie B.....anche se non ci sono leggi che tutelano.

Comportandosi cosi', non fanno altro che tirarsi la zappa sui piedi da soli.....ripeto...i Coreani saranno gli unici loro futuri clienti.
BlueGhost22 Giugno 2012, 08:52 #9
Gente ma li hanno dati ai coreani perchè i coreani lo hanno chiesto, se erano che so, i francesi, con una commissione e le dovute pressione magari lo davano anche ai francesi, se nessuno dice niente è chiaro che nessuno da niente <.<
Paganetor22 Giugno 2012, 08:55 #10
In effetti ha ragione BlueGhost: NighTGhosT, hai chiesto il rimborso? Se no è inutile lamentarsi...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^