Epic, id: progetti multi-piattaforma a causa della pirateria

Epic, id: progetti multi-piattaforma a causa della pirateria

Esponenti di Epic Games e id Software parlano dei motivi che hanno spinto allo sviluppo di videogiochi multi-piattaforma.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:21 nel canale Videogames
Epic
 
Epic Games e id Software sono degli sviluppatori storici in ambito PC. Serie come Unreal, Unreal Tournament, DooM, Quake hanno fatto parte della storia dei videogiochi su questa piattaforma e difficilmente sono, in passato, approdate su console. Adesso, invece, si registra una forte inversione di tendenza.

Pochi giorni fa, id Software annunciava che Enemy Territory: Quake Wars sarebbe stato disponibile anche nei formati PlayStation 3 e XBox 360, mentre Unreal Tournament III è stato un progetto multi-piattaforma sin dall'inizio. Ovviamente, vi sono anche i casi eclatanti di Gears of War, addirittura esclusiva XBox 360, e del nuovo episodio di Wolfenstein, la cui piattaforma di riferimento sarà proprio XBox 360, benché id Software abbia già promesso anche un'edizione PC.

Il motivo principale di questa migrazione è individuato nella pirateria. I presidenti delle due software house, Michael Capps di Epic Games e Todd Hollenshead di id Software, hanno infatti rilasciato dichiarazioni all'unisono in proposito. La pirateria su PC sta divenendo una piaga considerevole che spinge molti sviluppatori a concentrarsi sullo sviluppo di progetti per console.

"La pirateria ci ha costretto a dedicarci a progetti multi-piattaforma", annuncia Hollenshead nel corso della conferenza 'The Videogame Piracy Problem: Fifteen Men on a Dead Man's Chest', tenutasi al Game Developers Conference. Il presidente di id Software propone alcune soluzioni, anche se ritiene ciascuna di esse comunque insufficiente. Si va dall'autenticazione del software via internet a giochi che richiedono la sottoscrizione di abbonamenti mensili, da protezioni fisiche sui dischi alla guerrilla contro i siti warez per costringerli, dunque, alla chiusura.

"Il mondo dei videogiochi su PC sta letteralmente andando a pezzi", dichiara Capps. "Tutto ciò ci ha costretto a rendere Unreal Tournament III multi-piattaforma. Il mercato che vorrebbe che gli utenti comprino una scheda video per 600 $ adesso sta conoscendo come funziona Bittorrent".

53 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
baronz12 Marzo 2007, 12:26 #1
e quindi ? non è meglio per noi utenti se il progetto è disponibile su più piattaforme ?
dawid99912 Marzo 2007, 12:29 #2
ma si sono mai chiest il perchè della pirateria??
hmmmm... i prezzi forse????
alle_8212 Marzo 2007, 12:36 #3
se mettono il gioco on line a pagamento io manda a quel paese tutti!!! io gioco quasi esclusivamente online e quindi i giochi li compro originali ma se mi fanno pagare pure quello chiudo. c'è stato un tempo in cui nn compravo originale ma già l'avere un multiplayer on line è un buon metodo per costringere ad avere una copia legale..
19ouch8312 Marzo 2007, 12:41 #4
quando escono costano troppo!!!
non si può spendere più di 50 euro per titoli che magari dopo 5/6 ore hai già finito..
io compro molti giochi originali,ma quando sono a prezzo budget e/o allegati alle riviste..
altrimenti, mi accontento delle demo o me li faccio prestare da amici
euscar12 Marzo 2007, 12:44 #5
Sarà anche un po' colpa della pirateria, ma sicuramente questa decisione è da vedere in un'ottica diversa, IMHO: poichè il mercato delle console negli ultimi anni ha visto un boom enorme, non vogliono lasciarselo scappare

Il mercato va sempre in un'unica direzione -> dove si fanno più soldi
NightStalker12 Marzo 2007, 12:45 #6
Effettivamente giocare su pc non conviene, non tanto per il costo dei giochi (che è cmq elevato), quanto per il costo dell'hardware...
per aggiornare l'hardware minimo si spende quanto a comprare 10 giochi (calcolando un gioco a 50€) ogni anno o anche ogni 6 mesi.
Mentre su console ti compri l'X360 a 300€ e poi però sei posto non per 1 anno, ma almeno per 3-4 anni.
CoreDump12 Marzo 2007, 12:46 #7
Posso anche essere d'accordo con le affermazioni della Epic Game sulla pirateria, ma quando stai in un grosso store e vedi i prezzi ti viene
qualche dubbio, sopratutto quando vedi lo stesso gioco appena uscito ( n.b. pes6 ) in versione pc e ps2 ma con 20 euro di differenza
muffato12 Marzo 2007, 12:49 #8
io sono principalmente un videogiocatore da console e compro solo giochi originali. il gioco su PC lo vedo come uno svago saltuario, gioco solo (a davvero pochi) sparatutto in soggettiva e ammetto di non avere nessun gioco originale...però l' FPS è il tipo di gioco che finisco una volta e poi pianto lì, non mi va di spendere 50-60 euro per un gioco che finisco in una sera e dura solo 3-5 ore...

OT: Ho letto su altri siti che al GDC Mark Rein ha semi-ufficialmente annunciato Gears of War per PC e che arriverà antro il 2007, possibile che qui non si sia ancora letta la news? Comunque un'altro buon gioco per PC!
sonountoro12 Marzo 2007, 12:53 #9

ma come?

Cioè c'è gente che sperpera anche migliaia di euro per farsi il PC "più lungo" e poi si lamenta dei 50€ per acquistare un videogioco? Patetico.

Invece trovano la mia completa comprensione gli utenti che acquistano l'originale anche se il PC li regge a malapena, certo in questo caso, il loro costo è spropositato e ben vengano le edizioni economiche.
Diablix12 Marzo 2007, 12:55 #10
Sono tutte fesserie.

Un'infinità di videogames hanno dimostrato qual è il trucco per fare soldi al palate: multiplayer.

Solo un FOLLE può pensare di impedire la pirateria nel singleplayer, e infatti tutte le software house "furbe" cosa stanno facendo?

Single player bello (per appassionare al gioco) ma facilmente piratabile (battaglia persa in partenza, tanto vale risparmiare fatica e disagi ai compratori), ma lasciando il meglio del gioco al multiplayer.

Multiplayer -> Internet -> Puoi obbligare la gente ad avere un cd-key originale per giocare online.

A questo punto che succede?
I fan del gioco lo comprano di default.
Un tot di casual gamers idem
Gli smanettoni "piratoni" incuriositi scaricano il gioco, ci giocano in single e se per sbaglio si appassionano comprano l'originale pur di giocare online.
Gli altri restano al single avendo un gioco finito ma rinunciando al meglio del prodotto


A mio modo di vedere questo è il futuro del videogioco.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^