Enslaved può diventare una saga?

Enslaved può diventare una saga?

Il direttore della divisione marketing di Namco Bandai ha spiegato che l'azienda sta prendendo in considerazione l'ipotesi di un sequel, sull'onda dei feedback positivi ricevuti da critica e pubblico.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 17:35 nel canale Videogames
 

Namco Bandai sembra piuttosto soddisfatta del lavoro svolto da Ninja Theory su Enslaved, sebbene le vendite non siano andate esattamente secondo le aspettative.

Parlando alla rivista trade MCV, il direttore marketing Lee Kirton ha spiegato che i feedback positivi ricevuti da critica e fan hanno incoraggiato l'azienda ad estendere il brand, iniziando a prendere in considerazione l'eventuale produzione di un sequel.

"Non ha ottenuto i risultati che speravamo, ma siamo fieri di come sia stato recepito sia dai media che dai giocatori che l'hanno provato", ha dichiarato Kirton. "Non posso dire con precisione in che situazione siamo riguardo ad un possibile sequel, tuttavia prendiamo come riferimento le recensioni e i feedback della stampa. Considerando il gameplay e la qualitÓ offerta da Enslaved, crediamo che rappresenti un titolo di rilievo per il futuro".

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
HomerTheDonutsHunter29 Gennaio 2011, 02:12 #1
Di certo, per quanto riguarda la grafica, non la versione PS3...ci sto giocando questi giorni ed ha un frame rate snervante...ma xchè i porting per PS3 fanno sempre cagare T_T
rob-roy29 Gennaio 2011, 10:48 #2
Anche la versione 360 ha un frame rate molto basso,gioco molto bello ma sembra faticare a girare sulle scatolette...
Consiglio29 Gennaio 2011, 15:43 #3

Non vedo l'ora!

Questo gioco mi ha stregato! Finito in 2 giorni a difficoltà difficile, veramente superbo! Peccato per i bug che spero vengano tolti completamente nelle versioni successive.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^