Electronic Arts: vendite inferiori alle attese

Electronic Arts: vendite inferiori alle attese

Il CEO della società ha rivelato che si procederà ad una strategia che prevede tagli alle risorse e al personale.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:09 nel canale Videogames
Electronic Arts
 
Vendite inferiori alle stime nella stagione natalizia in corso. È quanto rivela il CEO di Electronic Arts, John Riccitiello, svelando che la sua società non sta attraversando un periodo proficuo. Per far fronte a questa situazione, si procederà a un taglio delle risorse e del personale per ciò che concerne l'anno fiscale 2010.

Secondo Riccitiello, le vendite sono inferiori al previsto per via dell'eccessiva concentrazione di titoli importanti nell'attuale stagione natalizia. Giochi come Need for Speed: Undercover, Mirror's Edge e Rock Band 2 non hanno generato gli introiti stimati.

Quanto ai tagli, in una conferenza con gli investitori, Riccitiello ha detto che non riguarderanno sicuramente la divisione sport di EA, e saranno equamente divisi in quella core e in quella casual. "Anche se c'è stata una generale crescita nella qualità dei nostri prodotti in quest'anno, siamo delusi per le vendite che non hanno raggiunto i livelli sperati", ha detto Riccitiello.

"In considerazione di questi risultati e della crisi economica internazionale, siamo costretti a procedere con un piano di tagli nell'anno fiscale 2010". Oltre ai tagli, Electronic Arts prevede un maggiore impegno nel settore dei giochi online per PC. Il baluardo di questa strategia è Star Wars: The Old Republic, annunciato ufficialmente nello scorso ottobre e in sviluppo presso la sede di Austin di BioWare.

"Continueremo a curare i modelli basati sugli abbonamenti e le microtransazioni", aggiunge il CEO di EA. "Il modello che abbiamo impiegato con Warhammer Online è l'esempio più calzante di questa strategia".

85 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Johncook11 Dicembre 2008, 13:13 #1
e ci credo se fanno giochi schifosi tipo undercover grazie che non vendono...
Vashino11 Dicembre 2008, 13:19 #2
che sia la volta buona che inizino a fare giochi decenti invece dei soliti che girano da 10 anni con grafica sempre migliore ma tutti con lo stesso succo. Le vendite crolleranno se continueranno su questa strada
XmontyX11 Dicembre 2008, 13:20 #3
Daranno tutta la colpa al p2p, come sempre, mica ai loro games...
mav8811 Dicembre 2008, 13:21 #4
quoto: undercover è indecente.
Tutti i giornali gli danno 4/10....

Poi con i suoi DRM non incentiverà certo le vendite legali
Marko#8811 Dicembre 2008, 13:25 #5
Dopo aver provato Undercover non l'avrei mai detto...
dio santo che schifo...
netcrusher11 Dicembre 2008, 13:28 #6

che schifo

mamma mia quanto fa schifo undercover, oramai la serie need fo speed è alla frutta, per me most wanted ed underground 2 rimangono i più belli..........speriamo in burnout paradise......ma quando cavolo esce che ho bisogno di un pò di pura adrenalina????????
TheDarkAngel11 Dicembre 2008, 13:28 #7
sono causa del loro male, fanno schifezze ed è giusto che periscano, ea è davvero tra le peggiori sh esistenti al mondo
Asterion11 Dicembre 2008, 13:29 #8
EA non ha generato gli introiti sperati (da loro previsti) ma hanno comunque guadagnato. Nonostante il guadagno, decidono di tagliare personale.
Whizkid11 Dicembre 2008, 13:31 #9
è vero sul fatto che i giochi sono sempre tutti la stessa minestra riscaldata...
di fatto il 90% dei giochi EA che escono ogni anno sono una riedizione della versione dell'anno prima... in cui spesso migliora (di poco) solo la grafica...

ed è vero anche che ultimamente programmano coi piedi...
Hikaro11 Dicembre 2008, 13:33 #10
Magari adesso capiranno che significa alzare troppo la cresta.
Per quanto mi riguarda non discuto la bontà dei prodotti EA in generale, anche perché il loro catalogo è pieno di titoli OTTIMI, ma anche di indecenti come quello sottolineato dal buon Johncook. Ciò che discuto è il prezzo eccessivo dei titoli (TUTTI) e del fatto che scendano di prezzo praticamente mai, e soprattutto i sistemi di protezione altamente invasivi (e praticamente futili) che insistono ad inserire.
I DRM non solo fregano l'utente corretto che acquista il prodotto legalmente (poiché quello scorretto lo elude totalmente) ma rendono anche più costoso il prodotto.

Direi invece che dovrebbero concentrarsi su 3 punti fondamentali:
- abbassare i prezzi che attualmente sono scandalosi
- togliere queste futili protezioni
- fare una politica di riduzione prezzi per i titoli usciti da qualche mese (come fa Ubisoft)

PS: Guardate il negozio online di EA per rendervi conto dei prezzi che ufficialmente adottano

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^