Electronic Arts, risultati finanziari migliori delle attese grazie a Battlefield 1 e a Fifa 17

Electronic Arts, risultati finanziari migliori delle attese grazie a Battlefield 1 e a Fifa 17

Electronic Arts ha pubblicato i risultati finanziari del trimestre che è finito lo scorso 30 settembre, con dati migliori rispetto alle stime.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:31 nel canale Videogames
Electronic ArtsFifaBattlefield
 

Electronic Arts ha conseguito un fatturato netto pari a 4,5 miliardi di dollari per quanto riguarda gli ultimi 12 mesi, in crescita dell'8% rispetto al corrispondente periodo dello scorso anno fiscale. Si tratta di un dato superiore alle stime della stessa Electronic Arts, che permette al gruppo americano di rivedere in rialzo le stime sui prossimi periodi fiscali. Inoltre, la base di giocatori di Battlefield 1 nella prima settimana di commercializzazione è doppia rispetto a quella di Battlefield 4 nello stesso periodo di tempo rispetto al lancio.

Battlefield 1

Per quanto riguarda Fifa 17, nella prima settimana dal rilascio abbiamo un 20% in più di giocatori coinvolti rispetto al lancio di Fifa 16. EA ci tiene poi a sottolineare come i 2/3 di questi giocatori abbiano affrontato la nuova modalità "Il Viaggio". Se si considerano sempre gli ultimi 12 mesi, i giocatori cumulativi di Fifa, Madden ed NHL sono aumentati del 15% rispetto al periodo precedente.

Anche Fifa Mobile e Titanfall 2 sembrano essere proiettati positivamente, soprattutto in considerazioni delle alte valutazioni assegnate dalla stampa del settore nel caso dei due titoli citati. Per quanto riguarda solamente il Q2, ovvero il trimestre fiscale che prende a riferimento il periodo che va dall'1 giugno al 30 settembre, il fatturato ammonta a 898 milioni di dollari. dei quali ben il 63% è legato a vendite nel formato digitale. Le perdite diluite per azione ammontano a 0,13$, dato migliore rispetto alla stima di 0.17$.

Per la panoramica esaustiva dei risultati finanziari di Electronic Arts vi rimandiamo a questo indirizzo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^