Eidos: giochi PlayStation 3 solo nel 2008

Eidos: giochi PlayStation 3 solo nel 2008

Eidos non lascia speranze ai fan di Tomb Raider, escludendo che l'ottavo episodio della popolare serie possa essere pubblicato prima della seconda metÓ del 2008.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:53 nel canale Videogames
PlaystationTomb RaiderSony
 
Eidos ha confermato che non rilascerÓ i suoi titoli di punta prima che le console di nuova generazione si siano sufficientemente diffuse. La software house britannica prevede che ci˛ non accadrÓ prima della seconda metÓ del 2008. E' ovvio che ci si riferisce principalmente al precedentemente svelato ottavo episodio della serie Tomb Raider e ad una nuova versione di Hitman.

"Crediamo che PlayStation 3 sarÓ una piattaforma di successo", dichiara Jane Cavanagh, CEO di Eidos, a GamesIndustry.biz. "Stiamo sviluppando prodotti e tecnologia per questa console. Tuttavia non riteniamo che prima della seconda metÓ del 2008 vi sarÓ un numero sufficiente di console, quindi i nostri titoli di punta per PlayStation 3 non saranno rilasciati prima di quella data".

Eidos si trova in un periodo economico favorevole, dovuto principalmente alla stabilitÓ scaturita dall'ingresso nel gruppo SCi e ai successi commerciali di Tomb Raider: Legend e Hitman: Blood Money e, pi¨ recentemente, di Just Cause e Battlestations Midway.

L'ultimo resoconto finanziario segnalava entrate per 74,5 milioni di sterline, pari a circa 109 milioni di euro, per un incremento di circa 24 milioni di sterline, 35 milioni di euro, rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. La compagnia resta, comunque, in perdita, anche se i dati fanno registrare un nuovo progresso. Mentre nello stesso periodo dell'anno precedente le perdite ammontavano a 19,9 milioni di sterline (29 milioni di euro circa), adesso vengono contenute a 17,9 milioni (26 milioni circa).

Riguardo alle altre due nuove console, Canavagh dichiara: "l'introduzione di console di nuova generazione comporterÓ una domanda pi¨ consistente e prezzi pi¨ favorevoli nel corso dei prossimi cinque anni. Le opportunitÓ di vendita di contenuti digitali sono in continuo aumento, tra PC, XBox 360 e PlayStation 3".

Nello scorso dicembre Eidos raggiungeva un accordo con Warner Bros. che prevede l'impiego in campo videoludico di ben 11 licenze. Inoltre, la software house britannica Ŕ recentemente entrata anche nel mercato dei casual games, in seguito all'acquisizione di Rockpool Games. I primi frutti di questo sforzo economico saranno alla portata del pubblico nei primi mesi del 2008.

Eidos, infine, conferma che vi saranno seguiti sia per Just Cause che per Battlestations Midway.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Rudyduca31 Marzo 2007, 09:41 #1
E qualcuno si lamenta dell'assenza di giochi per Wii e 360!
diabolik198131 Marzo 2007, 09:44 #2
E' un cane che si morde la coda. La gente non compra console perchè mancano i giochi, i giochi non si fanno perchè la console non è diffusa.
Rubberick31 Marzo 2007, 09:52 #3
Mi sa che ci vorra' un po' di tempo per vedere sfruttate adeguatamente queste console next-gen, quella che ci va meglio e' wii con la nintendo che si fa i giochi per la maggiore in casa...

M$ e Sony con quelle gabelle e royalties che chiedono solo per cominciare a scrivere 2 righe di codice hanno tagliato tutta una possibile serie di produttori + piccolini con giochi interessanti...
NickOne31 Marzo 2007, 10:05 #4
Mamma mia!
Una notizia positiva sulla Play3 non riuscite proprio a trovarla?
The Predator31 Marzo 2007, 10:27 #5
Comunque Edios non è l'unica casa che produce videogiochi c'è ne sono molte altre, quindi non penso che possa influire sulle vendite della console,ma è un'altro brutto colpo per la PS3.
JohnPetrucci31 Marzo 2007, 10:32 #6
Imho questa è un pò una scusa dovuta alla difficoltà di programmare sul celeberrimo cell della Ps3.
Anche perchè la posizione di Eidos è più indirizzata al posticipo nei confronti di questa console e ovviamente come ha già fatto notare qualcuno, se non produci giochi di punta per quella piattaforma, quest'ultima non si potrà diffondersi come dovrebbe, quindi sarebbe un controsenso.
A conti fatti visti i tanti posticipi di titoli di punta per Ps3, la scelta di prenderla a partire dal 2008 e non da adesso, sarebbe la più logica, per chi è interessato ad averla.
spetro31 Marzo 2007, 10:52 #7
Secondo me il discorso è molto sensato da parte loro.
Abbiamo visto che produrre giochi per le recenti console costa uno sproposito. Non ha quindi per loro senso investire così tanto finché non ci sarà una diffusione tale di PS3 da poter essere sicuri di vendere quanto gli pare adeguato.
SilverLizard31 Marzo 2007, 11:41 #8
Dai dati del documento della Eidos si capisce che la società è in legger perdita, quindi programmare per una console non molto diffusa come le altre, per ora, sarebbe solo uno spreco di soldi visti gli alti costi di produzione. D'altro canto, un bel gioco Eidos fatto bene, potrebbe essere una spinta in più per l'acquisto della console.
erupter31 Marzo 2007, 12:26 #9
E' peculiare come a fronte di un incremento delle entrate di 20 milioni, corrisponda un decremento delle perdite di soli due milioni...
Se sapevano che erano già in perdita avrebbe forse dovuto tirare la cinghia un po' di più?
Gurzo200731 Marzo 2007, 13:00 #10
@NickOne

unca nota positiva ke in europa sta raggiungendo le vendite del giappone...600.000 contro 850.000...come letto su un link postato in un articolo di qualke giono fa...

per il resto..se ci so notizie non positive non è ke i giornalisti possono riportare cose non vere...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^