Ecco le nazioni in cui si spende di più per i videogiochi

Ecco le nazioni in cui si spende di più per i videogiochi

Grazie a un nuovo studio di Newzoo emerge la lista delle 100 nazioni in cui la spesa per i videogiochi è maggiore.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:01 nel canale Videogames
 

Sui 7,2 miliardi di abitanti del pianeta, 2,97 miliardi hanno accesso alla rete, e di questi 1,8 miliardi sono giocatori che, nel corso del 2014, hanno speso complessivamente 82 miliardi di dollari. Ma quali sono le nazioni che contribuiscono di più alla spesa e, in rapporto al numero di abitanti, quali sono le nazioni più virtuose?

Newzoo

Le risposte a queste domande arrivano grazie a uno studio perfezionato da Newzoo. La nazione in cui si spende di più per i videogiochi sono ancora gli Stati Uniti, che con una spesa totale di 20,5 miliardi di dollari rimangono davanti alla Cina, che si attesta su 17,9 miliardi di dollari. Seguono Giappone, Germania e Regno Unito, mentre l'Italia si piazza al nono posto con 1,5 miliardi di dollari spesi nel 2014.

L'ultimo paese nella classifica dei 100 è lo Sri Lanka, i cui 21 milioni di cittadini hanno speso meno di 9 milioni di dollari, meno anche della ben più piccola Malta, i cui 430 mila cittadini hanno speso 9,9 milioni di dollari.

La classifica, infatti, cambia fisionomia se la si valuta sulla base del rapporto tra spesa e numero di abitanti per ogni nazione. In questo caso è il Giappone a conquistare la prima posizione, con 120 dollari a persona spesi nel 2014. È seguito da Corea del Sud e Stati Uniti, mentre l'Italia stavolta non figura nelle prime 10 posizioni.

Ad ogni modo, i dati mostrano come il mercato dei giochi non riguardi più solamente Stati Uniti ed Europa Occudentale. "È ormai da intendersi su scala globale, e la crescita più consistente si verifica al di fuori dei mercati maturi", ha concluso Peter Warman, CEO di Newzoo.

30 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bestio25 Giugno 2014, 16:10 #1
Siamo davanti a Russi, Polacchi e Spagnoli...
E allora come mai un sacco di giochi vengono tradotti in quelle lingue, ma non nella nostra?
qboy25 Giugno 2014, 16:24 #2
Originariamente inviato da: Bestio
Siamo davanti a Russi, Polacchi e Spagnoli...
E allora come mai un sacco di giochi vengono tradotti in quelle lingue, ma non nella nostra?


perchè l'italiano medio si accontenta
Vul25 Giugno 2014, 17:30 #3
I giochi che vendono di più: fifa, pes, i vari cod e i giochi nintendo sono in italiano e questi rappresentano una buona fetta del mercato.

Lo spagnolo non è parlato solo in spagna, ma in tutta america latina e buona fetta del nord america.

Inoltre, grazie a dio che non vengono tradotti in italiano, la qualità dei nostri doppiaggi ha del ridicolo.
qboy25 Giugno 2014, 17:57 #4
Originariamente inviato da: Vul
I giochi che vendono di più: fifa, pes, i vari cod e i giochi nintendo sono in italiano e questi rappresentano una buona fetta del mercato.

Lo spagnolo non è parlato solo in spagna, ma in tutta america latina e buona fetta del nord america.

Inoltre, grazie a dio che non vengono tradotti in italiano, la qualità dei nostri doppiaggi ha del ridicolo.


tralasciamo quel lato che forse è meglio
biffuz25 Giugno 2014, 18:18 #5
Che è come dire che ogni italiano spende circa 20€ all'anno... se solo riuscissi a fare un giochino che mi renda anche solo 10 centesimi da ogni italiano mi sistemerei a vita
Doraneko25 Giugno 2014, 18:27 #6
Originariamente inviato da: Bestio
Siamo davanti a Russi, Polacchi e Spagnoli...
E allora come mai un sacco di giochi vengono tradotti in quelle lingue, ma non nella nostra?


Perchè sperano che almeno così riusciamo ad imparare un po' l'inglese
Doraneko25 Giugno 2014, 18:31 #7
Originariamente inviato da: biffuz
Che è come dire che ogni italiano spende circa 20€ all'anno...


Con le pensioni che ci sono, i nonni possono acquistare i loro giochi solo quando Steam fà gli sconti
biffuz25 Giugno 2014, 18:33 #8
Originariamente inviato da: Doraneko
Con le pensioni che ci sono, i nonni possono acquistare i loro giochi solo quando Steam fà gli sconti


È la media, e la matematica ha sempre ragione.
Personaggio25 Giugno 2014, 18:50 #9
Originariamente inviato da: Bestio
Siamo davanti a Russi, Polacchi e Spagnoli...
E allora come mai un sacco di giochi vengono tradotti in quelle lingue, ma non nella nostra?


In Russia, Polonia e Spagna l'inglese è nettamente meno diffuso che da noi, cmq il vero motivo è che ci sono molte swh in Russia e Polonia, dove in realtà i videogiochi nascono in quelle lingue e poi tradotti in inglese, mentre per lo Spagnolo c'è tutta l'america latina
Computerman25 Giugno 2014, 19:55 #10
Sarei curioso di capire anche "quanti" se ne vendono...perchè secondo me, i nostri sono solo moooolto più costosi di tanti altri paesi

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^