Ecco come sarà Mafia III

Ecco come sarà Mafia III

Dopo il reveal trailer pubblicato ieri, da Colonia arrivano le prime informazioni sulle caratteristiche di gioco del nuovo Mafia, insieme al primo filmato di gameplay.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 15:31 nel canale Videogames
2K Games
 

A differenza di quanto successo con i primi due capitoli, sviluppati in Repubblica Ceca, Mafia III viene realizzato negli Stati Uniti, nella nuova software house Hangar 13 creata per l'occorrenza. Questa serie, che con il primo capitolo aveva stabilito nuovi punti di riferimento in fatto di gameplay free roaming e consistenza cinematografica, era stata ideata da Illusion Softworks, un team a quei tempi molto popolare anche per l'ottimo Hidden & Dangerous.

Mafia III

Il nuovo capitolo segnerà il ritorno all'approccio free roaming che aveva decretato il successo del primo Mafia, e che invece era stato in parte accantonato con il seguito. Il giocatore sarà libero di esplorare una grossa mappa di gioco all'interno di un'impostazione che non perderà nulla, perlomeno è ciò che promette Hangar 13, della profondità cinematografica che contraddistingue la serie. Insomma, Mafia III dovrebbe ricordare da vicino Grand Theft Auto V.

I giocatori impersonano Lincoln Clay, un reduce della guerra nel Vietnam. Ci troviamo nel 1968 e Lincoln che torna a casa, a New Orleans. Rimasto orfano da bambino, Lincoln alla fine raggiunge una parvenza di famiglia con la mafia nera della città, trovando un padre adottivo e il fratello che ha sempre desiderato. Ma quando la nuova famiglia di Lincoln viene tradita e massacrata dalla Mafia Italiana, egli decide di vendicarsi degli italiani, rompendo i delicati equilibri dello squallido mondo della malavita di New Orleans. Con il procedere della storia Lincoln si allea con altri criminali e costruisce per conto suo un impero e una nuova famiglia che trasforma la città.

Nel corso dell’avvincente storia di Mafia III, i giocatori scelgono il loro percorso di vendetta e di costruzione del proprio impero del crimine mediante l’astuzia e l’inganno, o attraverso la travolgente forza e potenza delle armi. Le vicende di Mafia III sono contestualizzate 20 anni dopo i fatti del secondo capitolo, e fanno riferimento a un periodo molto delicato nella storia della società occidentale.

Nelle missioni mostrate nella demo di 30 minuti del GamesCom (che probabilmente diventerà pubblica nei prossimi giorni), bisognava rintracciare uno spacciatore di droga e convincerlo a confessare. Oppure assaltare un locale controllato dalla mafia per farlo rientrare nel proprio racket.

Gli sviluppatori promettono una grande quantità di attività facoltative, visto che ogni locale o insediamento in mano alle famiglie rivali potrà essere assaltato e fatto nostro. Il tutto valorizzerà l'esplorazione della grossa New Orleans, che non sarà completamente fedele alla controparte originale del 1968 per ragioni di immediatezza del gameplay, ma che farà respirare lo spirito e l'atmosfera tipici di quegli anni di grande cambiamento sociale.

Il giocatore potrà poi assoldare dei personaggi gestiti dall'intelligenza artificiale che lo accompagneranno nelle missioni e lo affiancheranno. Potrà formare una vera e propria gang e, anche se non potrà controllare direttamente questi personaggi, potrà trarre da loro grande aiuto. Per esempio, sarà possibile chiedere loro di assassinare un bersaglio o di procurare un'arma o, ancora, di gestire un locale che abbiamo appena sottratto a una famiglia rivale.

Conquistare locali e piazzarvi i luogotenenti consente di aumentare il controllo su quel distretto, con l'obiettivo finale che ovviamente rimane quello di sottrarre quanti più interessi possibili alle bande rivali.

Il gioco è basato su un motore grafico che costituisce un'evoluzione di quello di Mafia II e il suo arrivo è previsto nel 2016 inoltrato. Di seguito il trailer di annuncio in italiano.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Avatar006 Agosto 2015, 16:17 #1
Cosa ci fa Reggie Fils-Aime in mafia !?

E' uguale
jackslater06 Agosto 2015, 16:40 #2
Le auto tra un po' si accappottano da sole..
Marci06 Agosto 2015, 16:57 #3
Dico la mia:

La storia sembra interessante, diversa dal solito filone "mangiaspaghetti"
L'ambientazione (New Orleans) ed il periodo storico sono davvero interessanti, era da parecchio che non vedevo un gioco ambientato negli anni 70 Guidare Muscle car con Jimi Hendrix di sottofondo non deve essere niente male
Anche come stile sembra molto simile a Mafia 2 e questo non può che farmi piacere oltre ad avere un doppiaggio che sembra fatto bene.

Purtroppo la fisica sembra indecente, le auto che si cappottano che manco a taxi driver e le persone che saltano con le bombe per poi surfare sull'asfalto quasi mi fan rimpiangere il Phisx del 2
Speriamo migliorino sotto questo punto di vista!
moicano6807 Agosto 2015, 17:34 #4
un misto fra assassin creed brotherood e saint row quindi? mah..speriamo bene..io nn capisco cmq il eprchè buttare via l'enorme , ma vuota mappa del secondo capitolo..non era meglio permettere di interagirci maggiormente e renderla + viva ma utilizzare tutto il lavoro fatto risparmiando tempo da dedicare a creare missioni accattivamnti e quest secondarie.? apprezzo il fatto che si possa assaltare attività rivali..come ne Il padrino..speriamo sia sviluppato bene.
ilario310 Agosto 2015, 14:40 #5

Ficuz

A me questo titolo garba molto. Gameplay stile "Il Padrino" che però a sua volta era troppo ripetitivo. Se poi le macchine si capottano un po' facilmente chi se ne, perché nei gta le macchine erano sempre guidabili?? Eppure spacca lo stesso, speriamo bene, come inizio non c'è male

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^