EA: sbagliato comprare le software house

EA: sbagliato comprare le software house

Electronic Arts fa marcia indietro sulla strategia che ha perseguito per tanti anni.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 09:08 nel canale Videogames
Electronic Arts
 
"Abbiamo sciupato delle occasioni, e visto che quelle decisioni sono state prese anche da me, ho sciupato delle occasioni", è quanto ammette John Riccitiello, storico CEO di Electronic Arts riguardo alla politica di acquisizione delle software house indipendenti che il colosso nordamericano ha perseguito per diversi anni. Riccitiello ne ha parlato al sito GameLife.

Il business model che vede i grandi produttori acquistare i poco influenti sviluppatori è in rapida espansione all'interno dell'industria dei videogiochi. Proprio Electronic Arts è una delle società che praticano più sovente questa politica, basta pensare alla recente acquisizione di BioWare/Pandemic (vedi qui).

In questo caso, Riccitiello promette che non si comprometterà la "cultura della compagnia". Aggiunge: "Le software house creative possono essere pensate come dei fiori in una serra: se modifichi la temperatura troppo bruscamente i fiori muoiono".

Riccitiello, parlando di errori fatti nel passato, si riferisce soprattutto alle acquisizioni di Bullfrog, Westwood Studios e Origin: tutte queste software house, dopo qualche anno, furono chiuse da Electronic Arts.

Bullfrog, software house artefice di indiscussi capolavori come Theme Park, Theme Hospital, Populous, fu acquisita nel 1995, subito dopo l'abbandono di Peter Molyneux. Nel 2004 Electronic Arts decise di rinunciare al logo Bullfrog e di accorparne i dipendenti in EA UK. Westwood Studios, invece, fu acquistata nell'agosto del 1998 per 122,5 milioni di dollari. Nel marzo del 2003 venne smantellata da Electronic Arts, mentre i suoi dipendenti furono aggiunti allo staff di EA Los Angeles, software house che tutt'oggi si occupa di portare avanti la serie Command & Conquer. Origin, infine, fu acquisita nel settembre del 1992 e si specializzò nella serie Ultima e, soprattutto, nel MMORPG Ultima Online. L'ultimo progetto, Ultima X: Odyssey, fu cancellato nel 2004, insieme alla chiusura della software house.

"Il modello Command & Conquer non funziona", aggiunge Riccitiello. "Se si pensa di acquistare uno sviluppatore per metterne il nome accanto alla propria etichetta si fa un grosso errore". Inoltre, "quando parlai con i creatori delle software house che EA acquisì, mi dissero di sentirsi soffocati".

41 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Xile12 Febbraio 2008, 09:21 #1
Eeee troppo facile adesso parlare, ormai ha fatto i danni la EA vive soltanto di seguiti e Franchise se lui veramente è pentito che cominciasse a fare qualche cosa di costruttivo.
trydent12 Febbraio 2008, 09:26 #2
Forse il discorso potrebbe essere valido anche per tutte le software house in generale.
O forse vuole dire che i soldi nel lungo periodo non possono comprare tutto ?
giaelo12 Febbraio 2008, 09:29 #3
Bullfrog...quanti bei ricordi sigh sigh...maledette multinazionali!!!
Freisar12 Febbraio 2008, 09:30 #4
Il problema è che i talenti e l'indipendenza fanno delle software house indipendenti un gioiello.

Vedi origin , io odio EA per questo, a quest'ora avremmo potuto avere UO 3d invece abbiamo solo mmo finiti....

Del resto i talenti se ne vanno mica sono fessi...e con quelli le idee...
Faustinho DaSilva12 Febbraio 2008, 09:31 #5
il grosso problema delle software house è che esse per produrre un game non ci impiegano 2-3 mesi ma anni... cmq per le casse di EA non credo sia un problema mantenerli, pero se sbagliano il titolo...
Asterion12 Febbraio 2008, 09:37 #6
Originariamente inviato da: Freisar
Il problema è che i talenti e l'indipendenza fanno delle software house indipendenti un gioiello.

Vedi origin , io odio EA per questo, a quest'ora avremmo potuto avere UO 3d invece abbiamo solo mmo finiti....

Del resto i talenti se ne vanno mica sono fessi...e con quelli le idee...


E Ultima X dove lo mettiamo? A me la EA non va proprio giù da quando hanno affossato la Origin. Ricordo comunque i 3000 bug di Ultima 9
Dox12 Febbraio 2008, 10:04 #7
EA ha rovinato serie intere , non avrebbe mai dovuto toccare , Maxis , westwood , origin... che tristezza..
yume the ronin12 Febbraio 2008, 10:08 #8
le lacrime di coccodrillo eheh
Wee-Max12 Febbraio 2008, 10:10 #9
Originariamente inviato da: trydent
Forse il discorso potrebbe essere valido anche per tutte le software house in generale.
O forse vuole dire che i soldi nel lungo periodo non possono comprare tutto ?


ecco, esattamente quello che volevo dire io ...

Mi ricordo che due anni fa più o meno parlavo con un mio amico che ha lavorato ai piani "alti" di EA (non ho mai capito di preciso a che livello ma comunque abbastanza in alto), voleva convicermi a comprare FIFA07 (che era appena uscito) dicendomi che il gameplay era molto migliorato, alla mia domanda "perchè?" la risposta è stata, beh, abbiamo comprato una buona parte del team di sviluppo di PES...

Morale: certamente conta il team di sviluppo, ma non sempre il fatto di pagarli di più e mischiarli con altri migliora un gioco...

è solo una mia impressione però eh...
icoborg12 Febbraio 2008, 10:18 #10
si anche mio cuggino...^^
cmq io odio ea al pari mmm nn so ....nsomma parecchio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^