EA chiude la sede storica di Emeryville di Maxis

EA chiude la sede storica di Emeryville di Maxis

Lo studio che ha creato SimCity, The Sims e Spore sta per chiudere. Electronic Arts lo ha confermato ufficialmente, dicendo che le risorse per portare avanti le serie SimCity e The Sims verranno ridistribuite negli altri studi Maxis.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:31 nel canale Videogames
Electronic Arts
 

Maxis Emeryville è uno studio che ha fatto la storia dei videogiochi fin dal momento della fondazione avvenuta per mano di Will Wright nel 1987. Nel 1997 venne acquisito da Electronic Arts, mentre nel 2000 toccò l'apice del successo con quello che sarebbe rimasto uno dei giochi per PC più venduti di tutti i tempi, The Sims.

SimCity

Da The Sims 3, però, la serie era stata portata avanti congiuntamente al The Sims Studio, un'unità separata che si trova nel campus principale di Electronic Arts a Redwood City, sempre nella Silicon Valley.

Da quando Wright ha lasciato Maxis ed Electronic Arts nel 2009, i titoli della storica software house non sono riusciti a ripetere il successo dei predecessori, e anzi sono stati fortemente criticati da una parte del pubblico videoludico. Ci riferiamo a Spore e a SimCity 2013. Quest'ultimo ebbe un lancio molto difficile con molti giocatori che non poterono connettersi ai server di gioco per dei malfunzionamenti nella fase di lancio. Anche The Sims 4 è stato criticato per la mancanza di diversi contenuti invece presenti nei capitoli precedenti.

EA non ha annunciato se la chiusura dello studio porterà a dei licenziamenti, ma ha detto che "verranno date opportunità per riallocarsi negli altri studi Maxis e in EA". Ma Guillaume Pierre, lead writer di SimCity, si è mostrato molto meno ottimista su Twitter, scrivendo "tutti quanti abbiamo perso il lavoro".

Gamemag ha visitato in passato la sede di Emeryville come potete vedere cliccando qui.

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Gylgalad05 Marzo 2015, 14:23 #1
quanti ricordi con simcity
Oenimora05 Marzo 2015, 20:58 #2
Originariamente inviato da: articolo
Da quando Wright ha lasciato Maxis ed Electronic Arts nel 2009, i titoli della storica software house non sono riusciti a ripetere il successo dei predecessori, e anzi sono stati fortemente criticati da una parte del pubblico videoludico. Ci riferiamo a Spore e a SimCity 2013.


Spore fu annunciato da Wright, di cui è il designer, ed è stato rilasciato prima che lui uscisse da EA.
Avatar005 Marzo 2015, 21:08 #3
Originariamente inviato da: Oenimora
Spore fu annunciato da Wright, di cui è il designer, ed è stato rilasciato prima che lui uscisse da EA.


Vero, ricordo bene anche io.
Il concept alla base di spore era notevole, peccato fosse solo un gioco.
Se ne realizzassero una simulazione su basi scientifiche, curando bene l' aspetto gestionale, verrebbe fuori un bel titolo.
OttoVon06 Marzo 2015, 10:21 #4
Originariamente inviato da: Avatar0
"Se ne realizzassero una simulazione su basi scientifiche, curando bene l' aspetto gestionale, verrebbe fuori un bel titolo."

Si lo pagherei anche a prezzo pieno.

Spore è un bel gioco, purtroppo ha lacune enormi... una delusione enorme.
Boscagoo06 Marzo 2015, 11:28 #5
EA tumore videoludico...che la gente continui ancora a comprare BF...
Petardo23806 Marzo 2015, 17:57 #6
Originariamente inviato da: Boscagoo
EA tumore videoludico...che la gente [U]continui ancora a comprare BF[/U]...

Sai meglio di me che la maggior parte di questi utenti siano bimbinutella, che appena esce il loro giochino preferito (BF o CoD di turno) lo comprano al D1 e se qualcuno ha qualcosa da ridire sul gioco o sulla loro software house preferita (anche se i dirigenti sono spudoratamente mentecatti), ti insultano e bimbominchieggiano a spada tratta, manco fossero pagati direttamente dalle case.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^