E3 2015: interesse in crescita

E3 2015: interesse in crescita

Entertainment Software Association, organizzatrice dell'evento, ha rivelato che 52 mila professionisti del settore hanno partecipato alla kermesse videoludica che si è appena conclusa.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
 

Un interesse superiore del 60% rispetto alle precedenti edizioni sul web e più partecipazione fisica rispetto ai precedenti anni. E3 rischia di diventare un punto di riferimento non solo per l'intrattenimento, da rilanciare dopo la difficile transizione alla nuova generazione, ma per tutto il mondo della tecnologia.

E3 2015

Secondo lo strumento Google Trends la gente è andata molto più frequentemente alla ricerca dei contenuti annunciati all'E3 rispetto a quanto accaduto negli anni passati. Soprattutto le conferenze pre-show hanno registrato numeri particolarmente rilevanti. "Tutte le conferenze, da Nintendo a PlayStation, passando da Xbox, Ubisoft, Bethesda ed EA, hanno registrato un minimo di 500 mila spettatori connessi contemporaneamente, mentre per un paio di loro il minimo è stato di 7-800 mila", ha dichiarato un portavoce di Twitch, la piattaforma che nei fatti ha ospitato l'evento.

Entertainment Software Association ha inoltre rivelato che 52.200 persone hanno fisicamente partecipato all'evento, un dato in crescita di 3 mila unità rispetto a quello rilevato lo scorso anno. Numeri sensazionali se si considera che l'E3 è un evento riservato agli addetti ai lavori non aperto al pubblico.

Tra coloro che hanno partecipato a E3 2015 troviamo professionisti provenienti da 100 differenti nazioni, che hanno raggiunto Los Angeles per vedere gli oltre 1600 differenti prodotti presentati da 300 compagnie. Il chief executive di ESA, Mike Gallagher, ha detto in un comunicato che si è trattato dell'E3 in assoluto più focalizzato "sul giocatore". Fra i trend emergenti realtà aumentata e virtuale, che vanno a unirsi alle forme di gioco consolidate: mobile, PC, console.

"L'industria dei videogiochi è una forza trainante per tutto il mondo tecnologico. I videogiochi evidenziano come stia cambiando il modo in cui le persone si interfacciano con i media", ha detto ancora Gallagher.

E3 2015 non ha avuto successo solo per lo spettacolo fisico che è riuscito a proporre, con conferenze che intrattengono a prescindere dei contenuti presentati e delle conseguenze squisitamente videoludiche di ciascuno di essi. È importante, piuttosto, come strumento per sottolineare l'impatto culturale che hanno i videogiochi sulla società moderna. I giocatori, i giornalisti e gli altri creatori di contenuti hanno pubblicato più di un milione di video su YouTube a proposito dell'E3.

ESA ha annunciato anche le date della prossima edizione: E3 2016 si svolgerà infatti dal 14 al 16 giugno.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Apachi2222 Giugno 2015, 08:45 #1
giusto
Riccardo8222 Giugno 2015, 08:48 #2
sono anni che dico, l'anno prossimo voglio andarci e prima o poi....
arwar22 Giugno 2015, 09:12 #3
Se non sbaglio è la prima volta che lo stremmano su twitch. Quindi il successo è dovuto principalmente a questo.
Dinofly22 Giugno 2015, 13:42 #4
Originariamente inviato da: Riccardo82
sono anni che dico, l'anno prossimo voglio andarci e prima o poi....


COme tutto questo genere di fiere ha senso andarci solo se si fa parte della stampa o dell'industry, per gli altri l'esperienza è mooolto limitata.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^