E3 2009: si torna al formato grande, ma ancora niente pubblico

E3 2009: si torna al formato grande, ma ancora niente pubblico

Esa ha annunciato ufficialmente il ritorno al formato grande. L'evento si terrà dal 2 al 4 giugno.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:35 nel canale Videogames
 
Dopo le speculazioni dei giorni scorsi, Esa ha annunciato ufficialmente il ritorno al formato grande per l'E3, l'evento videoludico di riferimento che si tiene annualmente in California. E3 2009 si svolgerà dal 2 al 4 giugno al Los Angeles Convention Center.

L'evento sarà riservato ancora una volta ai soli addetti del settore, ma si prevede la presenza di oltre 40.000 persone, contro le 5.000 delle ultime due edizioni. Nel comunicato stampa ufficiale si parla di "giornalisti americani e internazionali, analisti, rivenditori, sviluppatori, partner commerciali".

Il ritorno al passato si è rivelato necessario in seguito alle lamentele di personaggi cardine dell'industria videoludica. Il ridimensionamento voluto nel 2007 dalla società organizzatrice Esa non ha raccolto i favori degli addetti del settore e del pubblico. Ad esempio, secondo John Riccitiello, CEO di Electronic Arts, il vecchio E3 presentava delle caratteristiche più adeguate all'industria dei videogiochi, quindi si auspicava un ritorno al passato già nello scorso luglio.

Su questa scia si ponevano anche il direttore di Ubisoft North America, Laurent Detoc, e il presidente di Sega of America, Simon Jeffery. Detoc: "Quest'anno l'E3 è stato terribile. Occorre creare un filo conduttore diretto con i giocatori, attualmente è come un tubo conficcato nel pavimento". Jeffery: "è necessario accostare maggiormente l'evento al mercato e legare le conferenze e le discussioni alle vendite".

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Faustinho DaSilva23 Ottobre 2008, 16:52 #1
non capisco che senso abbia fare una convention senza pubblico: se vuoi presentare i giochi ai giornalisti o/e inviati di settore fai una organizzi una conferenza stampa dove vuoi tu! non vai a LA !
.:Moro21:.23 Ottobre 2008, 17:00 #2
se fossi un giornalista di quelli BANNATi , col piffero che a questa, anche se mi hanno tolto il ban, ci vado..

imparano a fare gli stronz.... volevano poca gente? adesso non ha da andarci nessuno..
zephyr8323 Ottobre 2008, 17:24 #3
nn capisco l'anno scorso era aperto a tutti e c'erano solo 5 mila persone....quest'anno che è "riservato" agli addetti ai lavori saranno ben 40 mila la come è possibile??? li pagano per andarci?
D3stroyer23 Ottobre 2008, 17:38 #4
devono boicottare quest'assurdità.
HyperText23 Ottobre 2008, 18:18 #5
zephyr83, sia l'anno scorso che quest'anno l'E3 è stato e sarà "non pubblico".
arrogante23 Ottobre 2008, 19:22 #6
cit.: "Quest'anno l'E3 è stato terribile. Occorre creare un filo conduttore diretto con i giocatori, attualmente è come un tubo conficcato nel pavimento"

Ah ecco occorre creare un filo conduttore....

E lo fai restingendo la visione solo agli addetti del settore???

mah... a volte non capisco... veramente...

aprire al pubblico è un idea troppo ardua????
ToroXp23 Ottobre 2008, 21:22 #7
non fare l arrogante...



quello l ha detto il capoccione di ea, mentre i geni che organizzano sono altri.

Ancora non han capito che dovrebbe essere una vetrina, uno show per stupire, per mettere a contatto produttori e utilizzatori e dar fiato alle trombe.

Vista come semplice conferenza per giornalisti non ha senso, andava bene 15 anni fa forse ma oggi.

SwatMaster24 Ottobre 2008, 00:17 #8
Su questa scia si ponevano anche il direttore di Ubisoft North America, Laurent Detoc, e il presidente di Sega of America, Simon Jeffery.




Vi prego, non bannatemi per questo. Non ho potuto veramente farne a meno.
MiKeLezZ24 Ottobre 2008, 02:04 #9
Eppure non dovrebbe esser difficile salvare capra e cavoli, con il giorno "ante" dedicato alle conferenze stampe segrete (intanto che gli operai allestiscono), il primo giorno riservato alla stampa (che così si rifà dello stracciamento di palle del giorno prima con un bel giretto) e al contempo alle aziende per instaurare public relationships (del tipo serio), e il secondo e terzo aperto al pubblico, pagante, con clown, saltibanco, e un po' tutto quel che gli pare (diamine, è pur sempre una fiera per videogiochi, mica una riunione di amnesty international).
ministro24 Ottobre 2008, 06:48 #10
niente pubblico.. poi si lamentano che la gente non compra i videogiochi..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^