Dying Light: pubblicato un nuovo trailer

Dying Light: pubblicato un nuovo trailer

Il giocatore non si limiterà ad affrontare gli infetti ma dovrà guardarsi le spalle anche dagli altri sopravvissuti.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 09:24 nel canale Videogames
 

Techland ha pubblicato un nuovo trailer di Dying Light, nel quale vengono descritte le difficoltà dei sopravvissuti all'interno di questo tribolato universo di gioco.

I precedenti video si erano concentrati soprattutto sugli infetti e sulla pericolosità degli scenari, in particolare dopo il calare delle tenebre. A quanto pare anche i sopravvissuti avranno alcuni evidenti problemi a rapportarsi gli uni con gli altri.

"Quanto a lungo potresti giustificare quello che fai?", si legge nella descrizione al filmato. "Quanto è forte l'istinto di auto-conservazione? Esiste ancora un posto per la gentilezza in un modo così violento?".

"La tecnologia di prossima generazione ci permette di creare mondi aperti davvero dinamici, che garantiscano cambiamenti di gioco tra il giorno e la notte", aveva dichiarato il CEO di Techland, Pawel Marchewka, quando il titolo è stato svelato al pubblico. "Le meccaniche free running permetteranno un'esplorazione quasi senza restrizioni e la personalizzazione delle armi migliorerà ulteriormente l'esperienza action survival".

Vi ricordiamo che il gioco è atteso su PC, PS3, PS4, Xbox 360 e Xbox One nel corso del 2014, ma al momento non è ancora stata annunciata la finestra di lancio.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Goosh12 Febbraio 2014, 13:18 #1
già che sarà disponibile per ps3 e xbox360 vuol dire che sarà quasi sicuramente limitato nel complesso.
r134814 Febbraio 2014, 09:33 #2
Sono io l'unico a pensare che non se ne può più di giochi di zombie?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^