Due annunci da Razer all'E3 2015: Mamba e OSVR

Due annunci da Razer all'E3 2015: Mamba e OSVR

Il nuovo Razer Mamba integra il nuovo sensore e la Adjustable Click Force Technology, la tecnologia cablata/wireless per il gaming.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:01 nel canale Videogames
Razer
 

Razer annuncia il nuovo Razer Mamba, definendolo come "il mouse da gioco più avanzato al mondo". Questo perché è basato su un avanzato sensore laser 5G in grado di tracciare fino a 16.000 DPI, il che lo rende ottimale per settaggi multi-display con risoluzioni ultra elevate. Il nuovo sensore garantisce la capacità di tracciare fino a incrementi di 1 DPI (in confronto agli attuali incrementi di 50 DPI tipici dell’industria).

Razer Mamba

Il sensore per mouse da gioco di prossima generazione è stato progettato per essere in grado di tracciare la distanza di funzionamento con una precisione di 0,1 mm, riducendo il tremolio sullo schermo per cui il mirino resta sul bersaglio anche quando si è in movimento.

Altra caratteristica molto importante è Adjustable Click Force Technology, ovvero un sistema ancora in attesa di essere brevettato che permette all'utente di determinare la forza del click. Questa feature, infatti, consente ai gamer di regolare liberamente il livello di forza del click necessaria per attivare i pulsanti destro e sinistro del mouse. Dai click decisi per azioni che richiedono elevata accuratezza, quali per esempio il cecchinaggio negli sparatutto in prima persona, alle pressioni più leggere per rapide sparatorie nelle MOBA. L’Adjustable Click Force Technology del Razer Mamba è in grado di ruotare fino a 504°, fornendo all’utente un totale di 14 tipologie di scelta distinte per impostare il proprio click caratteristico e garantirsi così un gameplay più personalizzato.

Il nuovo mouse, poi, si aggiunge alla linea di dispositivi Razer Chroma, che comprende una serie di mouse, tastiere e cuffie. Ogni prodotto Chroma dispone di 16,8 milioni di opzioni di colore personalizzabili e una serie di effetti luminosi grazie al configuratore hardware basato su cloud Razer Synapse che permette al Razer Mamba di sincronizzare i colori e gli effetti con altri dispositivi Chroma.

Il secondo annuncio Razer all'E3 riguarda, invece, OSVR, la piattaforma software progettata per realizzare uno standard aperto per i dispositivi di realtà virtuale. In aggiunta alle distribuzioni esistenti per Windows e Linux, OSVR sarà disponibile anche per Android, approdando quindi sulle soluzioni portatili.

È stata inoltre approvata per la distribuzione la versione 1.2 dell’Hacker Development Kit, che è già disponibile per un selezionato gruppo di sviluppatori. La prossima versione del visore per la realtà virtuale include l’aggiunta del tracking posizionale a infrarossi (IR).

La tecnologia di tracking posizionale dell’HDK fornisce informazioni sulla posizione a un rate di 100Hz su 360 gradi, indipendentemente dalla direzione verso cui è diretto l’utente. La versione 1.2 dell'HDK ha un costo di €299, mentre la versione 1.1 può essere acquistata per €199 con upgrade IR (disponibile da luglio) acquistabile separatamente a €129.

OSVR ha inoltre annunciato una serie di aggiornamenti hardware, in buona parte sperimentali, all’Hacker Development Kit per supportare gli sforzi degli sviluppatori che vogliono testare i propri contenuti supportati dall’OSVR con molteplici tecnologie.

L’OSVR Faceplate with Leap Motion ha integrato la tecnologia Leap Motion. Questo modulo di aggiornamento supporta l’interazione naturale attraverso la piattaforma software di OSVR.

Il modulo Ultra Wide Field of View dispone degli oculari con campo visivo ultra-wide a 150 gradi di Wearality.

La Mobile Faceplate consente di utilizzare un’ampia gamma di telefoni portatili con l’ottica OSVR. Questa faceplate, unita alla compatibilità con Android appena annunciata, permette agli sviluppatori di testare il proprio hardware OSVR su dispositivi Android.

Gli sviluppatori saranno anche in grado di rimuovere e sostituire la faceplate di default sull’HDK con una qualsiasi di quelle appena descritte a seconda delle loro preferenze di utilizzo. È anche possibile utilizzare le lenti Wearality in combinazione con gli altri aggiornamenti.

Infine, 22 nuovi partner hanno fatto di recente il loro ingresso nell’OSVR, portando a 144 il numero complessivo dei membri e rafforzandone ulteriormente la nomea di organizzazione di sviluppatori di realtà virtuale più grande del mondo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^