Driver passa da Atari a Ubisoft

Driver passa da Atari a Ubisoft

Ubisoft ha acquisito la licenza per la produzione di videogiochi facenti parte della serie Driver.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 13:42 nel canale Videogames
UbisoftAtari
 
Le difficoltà economiche a cui sta andando incontro Atari sono ormai note a tutti. Negli ultimi mesi, la software house francese è stata costretta a cedere importanti franchise come Unreal e Civilization, mentre un altro titolo comunque promettente, ovvero TimeShift, è passato nelle mani di Vivendi.

Arriva adesso la notizia dell'acquisizione da parte di Ubisoft dei diritti per lo sfruttamento del nome della serie Driver. L'investimento di Ubisoft è di 19 milioni di euro, mentre la transazione sarà ufficialmente completata alla fine del secondo quarto fiscale, che avviene il 30 settembre 2006.

Tutti i contenuti tecnologici e l'intero personale di Reflections Interactive, la software house che si è da sempre occupata dei giochi facenti parte della serie Driver, adesso fa quindi parte di Ubisoft. Atari mantiene comunque i diritti di distribuzione su tutti gli episodi della serie per ulteriori tre mesi, mentre Driver: Parallel Lines continuerà ad essere commercializzato sotto etichetta Atari fino alla fine del 2006.

Il CEO di Atari Bruno Bonnell sostiene che "stiamo concentrando le energie della compagnia su un ristretto numero di franchise in modo da ottimizzare il loro impatto sugli utenti e incrementare il loro valore finanziario. All'interno del genere dei giochi di guida abbiamo Test Drive Unlimited, che richiede molte risorse e attenzioni al fine di renderlo un punto di riferimento all'interno del suo genere".

Yves Guillemot, CEO di Ubisoft, dichiara invece che "noi siamo entusiasti di questa acquisizione che ci consente di aggiungere un prestigioso titolo al nostro catalogo e di entrare nel segmento dei giochi di guida, uno dei più importanti dell'intera industria videoludica".

Ricordiamo, tuttavia, che gli ultimi due episodi di Driver, quindi Driv3r e Driver: Parallel Lines, hanno ottenuto uno scarso successo, soprattutto per quanto concerne la critica. La serie ha evidentemente risentito massicciamente di questi mediocri risultati, perdendo molte posizioni dal punto di vista della notorietà.

7 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MiKeLezZ17 Luglio 2006, 13:49 #1
Ubisoft asso pigliatutto!
Kintaro7017 Luglio 2006, 13:54 #2
Fa parte della catena alimentare.
prova17 Luglio 2006, 13:58 #3
Hanno ceduto Civilization e Unreal.
Sono cotti e serviti, per aver compiuto una mossa così disperata. Chiuderanno i battenti in un paio d'anni.
konqueror17 Luglio 2006, 14:04 #4
Originariamente inviato da: prova
Hanno ceduto Civilization e Unreal.
Sono cotti e serviti, per aver compiuto una mossa così disperata. Chiuderanno i battenti in un paio d'anni.

Edit
avete ragione
Kuarl17 Luglio 2006, 14:37 #5
konqueror... "prova" credo si riferisse a atari e non a ubisoft... che in questo caso ci ha guadagnato
Aton17 Luglio 2006, 15:07 #6
@ konqueror

prova si riferiva ad Atari, Unreal era un marchio che Atari ha venduto, non Ubisoft.

P.S. = va di moda rispondere senza leggere o senza informarsi?
jpjcssource17 Luglio 2006, 15:28 #7
Spero che con Ubisoft la serie torni ai vecchi fasti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^