Dopo Oculus, ZeniMax cita in giudizio anche Samsung a proposito di GearVR

Dopo Oculus, ZeniMax cita in giudizio anche Samsung a proposito di GearVR

Dopo aver vinto la causa da 500 milioni di dollari contro Oculus VR, ZeniMax, la società di cui Bethesda fa parte, cita in giudizio anche il colosso dell'elettronica coreano

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:01 nel canale Videogames
Bethesda
 

ZeniMax ha citato in giudizio Samsung a proposito del visore di realtà virtuale per dispositivi portatili GearVR. La causa, che arriva dopo la vittoria in tribunale contro Oculus VR e l'ottenimento del risarcimento da 500 milioni di dollari, è incentrata sui presunti benefici che Samsung avrebbe avuto dal furto di tecnologia perpetrato da John Carmack, attuale CTO di Oculus VR, durante l'ultimo giorno di lavoro per Bethesda, società che fa parte della stessa ZeniMax.

Samsung GearVR

ZeniMax, infatti, inizialmente chiedeva danni per 2 miliardi di dollari accusando John Carmack di aver portato con sé documenti riservati nell'ultimo giorno di lavoro per Bethesda, società che fa parte di ZeniMax. Questi documenti, secondo la ricostruzione di ZeniMax, sarebbero stati poi alla base del dispositivo Oculus Rift.

La nuova denuncia, depositata venerdì scorso presso la Corte Federale di Dallas, punta ancora il dito contro Carmack, accusato di aver coinvolto Matt Hooper, dipendente di Oculus e prima membro di id Software, in un "piano d'attacco" riguardante la realtà virtuale in ambito mobile da intraprendere in seno ad Oculus. I due avrebbero pensato di usare tecnologia di proprietà di ZeniMax per imbastire un progetto di mobile VR poi sfociato in Samsung GearVR.

ZeniMax aggiunge che Samsung sarebbe dovuta essere al corrente dell'azione legale intrapresa contro Oculus VR e interrompere la produzione di GearVR, cosa che non ha fatto. "Inoltre, non si è preoccupata di ottenere da ZeniMax i permessi per utilizzare le tecnologie protette dai diritti d'autore o altre informazioni riservate". L'accusa è quella di essersi appropriati di segreti di mercato. Per ora non c'è una posizione ufficiale di Samsung.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Spawn758616 Maggio 2017, 14:23 #1
Wow. Poi attaccherà valve e HTC e poi già che ci siamo Microsoft e i visori di mixed reality?

Se spendessero soldi e fatica a lavorare invece che intentare cause...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^