Dopo Nintendo Classic Mini potrebbe essere la volta dello SNES?

Dopo Nintendo Classic Mini potrebbe essere la volta dello SNES?

Nintendo ha registrato un nuovo marchio che farebbe pensare a un'operazione simile a quella del Nintendo Classic Mini anche per l'indimenticato SNES.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 16:06 nel canale Videogames
Nintendo
 

Nintendo ha rinnovato la registrazione del marchio associato all'immagine del controller del Super Nintendo Entertainment System, familiarmente conosciuto come SNES. La documentazione, secondo quanto riporta Nintendo Everything, è stata presentata il 5 dicembre, subito dopo il lancio del primo Nintendo Classic Mini.

SNES Controller

Dopo che la notizia ha iniziato a circolare da più parti sulla rete si sono diffuse ricostruzioni secondo cui Nintendo starebbe pensando a una versione del Classic Mini dedicata al mitico SNES. All'interno della confezione, oltre alla console in versione rimpicciolita, infatti ci sarebbe anche il controller che ricalca le orme del gamepad dello SNES originale.

Nintendo Classic Mini è un vero e proprio omaggio al retrogaming, sia dal punto di vista estetico che per i giochi che si trovano al suo interno. Si tratta di una console collegabile alla TV tramite HDMI ma dall'aspetto estetico riconducibile al vecchio NES. All'interno del sistema gli utenti trovano 30 grandi titoli del passato pre-installati che funzionano tramite un emulatore.

Il successo che ha accolto questa riedizione del primo Nintendo, che è andato subito in sold out e che anche attualmente è difficile da reperire a causa della continua elevata domanda, avrebbe convinto Nintendo a fare un secondo tentativo con l'altra sua console di grande successo, il Super Nintendo.

Nintendo Classic Mini: Nintendo Entertainment System si basa sul SoC Allwinner R16 con processore Quad-Core ARM Cortex-A7 ed è dotato di 256 MB di RAM DDR3 e di 512 MB di memoria NAND Flash. Nonostante qualche criticità legata proprio al controller e al cavo troppo breve, oltre che a difetti nell'emulazione in particolare del sonoro, il NES Classic Mini è stato accolto in maniera decisamente positiva nelle recensioni.

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Red Dragon27 Dicembre 2016, 16:16 #1
La gente che compra sta roba per me fuma qualcosa che fa male di brutto.
Una console che funziona tramite emulatore, l'audio in alcuni giochi e' emulato male, appena 30 giochi, a va a ruba.....
Red Dragon27 Dicembre 2016, 16:20 #2
Ma quello che fa più pena e' Nintendo, che per poter vendere qualcosa ormai deve reciclare giochi del 15_18.
Enriko8127 Dicembre 2016, 17:06 #3
roba per nerds olderrimi. gia a usare ps2 fa venire epilessia.. figuriamoci un 8/16bit fine anni 80
kamon27 Dicembre 2016, 17:09 #4
Ma perchè mettere in testa la foto di un pad snes tarocco?
Originariamente inviato da: Red Dragon
La gente che compra sta roba per me fuma qualcosa che fa male di brutto.
Una console che funziona tramite emulatore, l'audio in alcuni giochi e' emulato male, appena 30 giochi, a va a ruba.....

Originariamente inviato da: Red Dragon
Ma quello che fa più pena e' Nintendo, che per poter vendere qualcosa ormai deve reciclare giochi del 15_18.


A me quello che fa più ridere è che tutti e dico TUTTI, la hanno comprata SOLO per la speranza che diventi un pezzo da collezione, non per giocarci (ci mancherebbe, il cavo del pad è lungo un braccio... Immagina ad usarla con il 40" che tutti i giocatori hanno in casa XD), peccato che ne abbiano venduto un miliardo e dato che tutti la conserveranno, il mercato sarà sempre saturo e questa fesseria non avrà mai e poi mai alcun valore XD.
Thalon27 Dicembre 2016, 17:10 #5
Ma a che pro se la forza dello SNES è stata proprio la grande mole di titoli prodotti da terzi pagando le royalties a nintendo?
Insomma, anche se commercializzassero una simile "retro consolle" non ci troveresti sopra roba tipo chrono trigger o street fighter 2, a meno che i detentori dei diritti (square-enix e capcom) non decidano di fare accordi specifici con nintendo.
A quel punto ci troveresti su solo roba "in house" tipo legend of zelda o i vari titoli di super mario usciti per quella consolle.
Altra nota tecnica: se è tutta emulazione avran problemi non da poco visto che quella consolle era famosa perché alcuni titoli avevano chip aggiuntivi particolari presenti sulle cartucce dei loro titoli: tutta roba emulata bene adesso, ma a meno che la nintendo non si metta a fregare codice altrui (leggi: zsnes, snes9x o hidan, i principali emulatori di quella console) e decida di sviluppare in proprio un emulatore avrebbe comunque problemi seri ad emulare quei chip e a far girare tutto decentemente se l'hardware su cui girano è una roba a livello di raspberry come il mini nes.
A quel punto per ovviare il problema sulla miniconsolle ci metti solo i titoli senza chip speciali? Se fosse così ti troveresti solo ad avere a bordo i pochi giochi made in nintendo rilasciati nei primissimi anni di commercio dello SNES, e neanche tutti.
kamon27 Dicembre 2016, 17:15 #6
Originariamente inviato da: Thalon
...a meno che la nintendo non si metta a fregare codice altrui (leggi: zsnes, snes9x o hidan, i principali emulatori di quella console)


Hahahah immagino già i creatori di questi emulatori in rivolta: "HEI NINTENDO! DEVI PAGARE I DIRITTI PER USARE I NOSTRI SOFTWARE IDEATI PER USARE SENZA PAGARE IL SOFTWARE NINTENDO!!!"
Gello27 Dicembre 2016, 17:26 #7
Insomma c'avete capito tutto come sempre
Emin00127 Dicembre 2016, 17:29 #8
Originariamente inviato da: kamon
il cavo del pad è lungo un braccio...


Gli ingegneri Nintendo vivono negli anni 80 http://www.vintagecomputing.com/wp-...amily_large.jpg
kamon27 Dicembre 2016, 17:47 #9
Originariamente inviato da: Gello
Insomma c'avete capito tutto come sempre


E come sempre salta fuori la voce fuori dal coro, saggia e riflessiva... Peccato che poi oltre alla frecciatina, quella voce spesso non abbia nulla di utile da dire
EmBo227 Dicembre 2016, 17:49 #10
Originariamente inviato da: Thalon
Altra nota tecnica: se è tutta emulazione avran problemi non da poco visto che quella consolle era famosa perché alcuni titoli avevano chip aggiuntivi particolari presenti sulle cartucce dei loro titoli: tutta roba emulata bene adesso, ma a meno che la nintendo non si metta a fregare codice altrui (leggi: zsnes, snes9x o hidan, i principali emulatori di quella console) e decida di sviluppare in proprio un emulatore avrebbe comunque problemi seri ad emulare quei chip e a far girare tutto decentemente se l'hardware su cui girano è una roba a livello di raspberry come il mini nes.
A quel punto per ovviare il problema sulla miniconsolle ci metti solo i titoli senza chip speciali? Se fosse così ti troveresti solo ad avere a bordo i pochi giochi made in nintendo rilasciati nei primissimi anni di commercio dello SNES, e neanche tutti.

Mario kart, f-zero, starfox, super mario world 2, giusto per fare un esempio di alcuni titoli che hanno avuto per anni diversi problemi nell'emulazione per via delle loro caratteristiche (mode7 e superfx).

Tutti titoli che girano senza problemi sul raspberry grazie al progetto libretro (che, peraltro, è opensource).

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^