Dopo il complicato annuncio di Xbox One, il direttore Don Mattrick lascia Microsoft

Dopo il complicato annuncio di Xbox One, il direttore Don Mattrick lascia Microsoft

Il direttore della divisione Entertainment and Devices di Microsoft è destinato a diventare CEO di Zynga, con effetto dall'8 luglio 2013.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 08:58 nel canale Videogames
MicrosoftXbox
 

È come se si ammettesse che qualcosa è andato storto nelle varie fasi dell'annuncio di Xbox One. La persona che ha curato questa difficile transizione verso la nuova generazione di console, ovvero Don Mattrick, direttore della divisione Entertainment and Devices, clamorosamente lascia Microsoft, e lo fa per occupare la posizione di CEO in Zynga, al posto del fondatore di quest'ultima, Mark Pincus.

Quest'ultimo rimarrà Presidente del consiglio di amministrazione e Chief Product Officer di Zynga. "Don è unico nel mondo del gaming", ha commentato Pincus. "Ha portato Xbox ai vertici nel settore delle console, portando la base installata di questa console da 10 a 80 milioni di unità e ha trasformato perdite profonde in notevoli profitti. Il network Xbox Live è passato da 6 a 50 milioni di membri attivi in 41 paesi. Io proseguirò nel ruolo di Presidente e Chief Product Officer. Sono entusiasta di collaborare con Don e il resto del nostro team per riportare Zynga al suo ruolo di leader nell'invenzione e nella crescita. Il gioco è un'esperienza umana fondamentale".

Il commento di Mattrick: "Sono entrato in Zynga per via della visione pionieristica di Mark e perché credo che la sua missione di connettere il mondo attraverso i videogiochi sia appena iniziata. Zynga è un grande business che deve ancora realizzare il suo pieno potenziale. Sono orgoglioso di collaborare con Mark per fornire alta qualità, divertimento e social games, ovunque la gente abbia voglia di giocare".

Non sono ancora noti i termini dell'addio di Mattrick a Microsoft. Attraverso un'email interna mandata dal CEO di Microsoft, Steve Ballmer, si apprende che non c'è un sostituto immediato per Mattrick, e che momentaneamente la divisione Entertainment and Devices dovrà rivolgersi a Ballmer stesso.

"È una grande opportunità per Don, e gli auguro di ottenere il successo che si aspetta", ha scritto Ballmer nell'email. "Sono incredibilmente orgoglioso del lavoro e della visione espressa con Xbox One, e sono entusiasta di come sta andando avanti il progetto Xbox One, migliorando i nostri dispositivi e guidando la trasformazione dei servizi per riunire il meglio di Microsoft".

D'altronde, si ha la sensazione che tutto sia avvenuto in fretta, e subito dopo il difficoltoso annuncio della nuova console. Mattrick è stato il dirigente di Microsoft che ha introdotto Xbox One in occasione del Reveal Event dello scorso 21 maggio, svoltosi al Microsoft Campus di Redmond. Già in quell'occasione Xbox One non venne ben accolta dai giocatori, per via di un evento di presentazione sottotono, che trascurava il gameplay.

Poco prima dell'E3, viene poi annunciato il complesso DRM che richiedeva la connessione a internet almeno una volta ogni 24 ore anche per giocare offline e poneva dei limiti al mercato dell'usato, un po' come accade con Steam. Anche in questa occasione Microsoft ricevette una serie di critiche, che la indussero a fare un passo indietro e a cambiare completamente strategia a proposito di DRM, ripristinando la vecchia impostazione di Xbox 360 anche per la nuova generazione.

Ma il colosso di Redmond non ha mai dato la sensazione di avere perfettamente il controllo della situazione, e anzi queste posizioni sono apparse fragili. Lo stesso Mattrick ha difeso a spada tratta il precedente DRM di Xbox One, per poi annunciare in prima persona il passo indietro. Diceva che Microsoft aveva fatto una "buona scelta nel creare un dispositivo nativamente connesso".

Per Zynga, d'altra parte, sembra l'opportunità per innescare un'inversione di tendenza, dopo le difficoltà a cui è andata incontro nell'ultimo periodo, con la chiusura delle sedi di New York, Los Angeles e Dallas, e il licenziamento di 520 impiegati. Wall Street ha subito ben accolto la nomina di Mattrick a CEO, con un miglioramento del valore delle azioni di Zynga del 10.5% fino a $3.07. Negli ultimi mesi il valore della azioni di Zynga era rimasto nel range dei $2.80.

Nell'ultimo periodo Zynga ha perso diverse figure chiave del suo organigramma, come John Schappert, che è stato degradato nell'agosto del 2012 dopo le accuse di insider trading. Pincus ha cercato di frenare il declino di Zynga, ma la compagnia ha registrato perdite per 209 milioni di dollari nel 2012 e per 404 milioni di dollari nel 2011.

La posizione più a rischio rimane, invece, quella di Microsoft, alle prese con il delicato passaggio alla nuova generazione, ormai imminente. Mattrick raggiunse Microsoft nel 2007, prendendo il controllo della divisione Entertainment and Devices quando il ciclo vitale di XBox 360 era iniziato da due anni. Ha guidato la transizione verso un dispositivo maggiormente orientato verso la multimedialità e ha supervisionato il lancio di Kinect, elemento della strategia Xbox che si è rivelato fondamentale nel sorpasso nelle vendite della 360 a scapito del Wii.

La carriera nel mondo dei videogiochi di Mattrick è iniziata nel 1982 quando ha creato Distinctive Software, software house che avrebbe consegnato alla community videoludica un capolavoro indimenticabile come Test Drive. Distinctive Software venne acquisita da Electronic Arts nel 1991, quando Mattrick occupò la posizione di presidente dei Worldwide Studios. Lasciò EA nel 2006 per raggiungere Microsoft, come abbiamo detto, un anno dopo.

18 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
PhoEniX-VooDoo02 Luglio 2013, 09:18 #1
grandissimo, speriamo che segua le orme di Elop e che affondi Zynga e le sue porcate di giochi..
djfix1302 Luglio 2013, 09:31 #2
l'inutilità di Zinga la dice lunga sul nuovo posto di lavoro che gli hanno dato...da generale a soldato semplice...ovvio che le mail pubbliche siano mielose o con lodi: se uno fa bene il proprio lavoro nessuno lo manda via o meglio "lo destina a nuove mansioni".
ice_v02 Luglio 2013, 09:59 #3
Qui le ipotesi sono infinite...se posso dire la mia, semplicemente dopo gli ultimi risvolti, nemmeno lui non voleva avere a che fare col progetto XB1, allontanandosi da esso prima che arrivi in porto, si risparmia un bel colpo alla sua immagine in caso vendite sotto le stime, che ormai diciamocelo, uno scenario del genere non sarebbe poi tanto una sorpresa
Darkon02 Luglio 2013, 10:00 #4
Ormai microsoft prende cantonate in ogni dove e dire che con x360 aveva fatto una signora console e con windows7 una se non la migliore versione di windows di sempre.

Quello che veramente non riesco a capire è come un colosso con tali risorse e tali potenzialità finisca poi periodicamente per prendere cantonate devastanti (e costose) e autodanneggiarsi a questo modo.

Xbox One ha avuto un lancio talmente non sense che penso che chiunque in questo forum avrebbe saputo far di meglio. Senza contare che con un sondaggio da 4 soldi avrebbero constatato come determinate cose siano totalmente assurde o marginali e non un punto focale.

IMHO secondo me se microsoft non raddrizza il tiro e torna alla microsoft di qualche anno fa che lavorava in un certo modo vedi 360 e seven potremmo essere veramente all'alba del tramonto (scusate il gioco di parole).
Bivvoz02 Luglio 2013, 10:00 #5
Presentano windows 8 e licenziano Sinofsky, presentano XboxOne e licenziano questo.
Finire i progetti in Microsoft è pericoloso

Cmq entrambi i prodotti presentano delle cappellate immani, non tanto il prodotto in se, ma le modalità e le indecisioni con cui sono stati presentati al mondo.
s0nnyd3marco02 Luglio 2013, 10:07 #6
Originariamente inviato da: Darkon
Ormai microsoft prende cantonate in ogni dove e dire che con x360 aveva fatto una signora console e con windows7 una se non la migliore versione di windows di sempre.

Quello che veramente non riesco a capire è come un colosso con tali risorse e tali potenzialità finisca poi periodicamente per prendere cantonate devastanti (e costose) e autodanneggiarsi a questo modo.

Xbox One ha avuto un lancio talmente non sense che penso che chiunque in questo forum avrebbe saputo far di meglio. Senza contare che con un sondaggio da 4 soldi avrebbero constatato come determinate cose siano totalmente assurde o marginali e non un punto focale.

IMHO secondo me se microsoft non raddrizza il tiro e torna alla microsoft di qualche anno fa che lavorava in un certo modo vedi 360 e seven potremmo essere veramente all'alba del tramonto (scusate il gioco di parole).


*
cignox102 Luglio 2013, 10:13 #7
--Presentano windows 8 e licenziano Sinofsky, presentano XboxOne e licenziano questo.
Finire i progetti in Microsoft è pericoloso

Ho pensato la stessa cosa.
É che ultimamente hanno preso l'abitudine di non tenere in conto le aspettative le pubblico. Se lo avessero fatto, Win 8 e XBOX One sarebbero state progettate differentemente (nel bene e nel male) fin da subito. Pare che si aspettino che solo il nome Microsoft faccia accettare qualsiasi cosa, mentre non capiscono che quelli che possono permettersi queste cose sono altri. Loro hanno avuto successo dando alla gente quello che volevano (retrocompatibilitá tra versioni di Win, etc etc) e se ogni tanto sono riusciti a imporsi grazie alla base installata (DirectX, .Net) é stato quando si sono rivolti agli sviluppatori, non agli end users...
pirlano02 Luglio 2013, 10:30 #8
Originariamente inviato da: Bivvoz
Presentano windows 8 e licenziano Sinofsky, presentano XboxOne e licenziano questo.
Finire i progetti in Microsoft è pericoloso


Non mi pare proprio, entrambi se ne sono andati volontariamente.
E poi non vedo quale sia il pericolo, sono entrambi bravi, si sono fatti conoscere, hanno già una montagna di soldi e fanno il lavoro che piace a loro. Hanno le porte spalancate OVUNQUE. Sinceramente anche io vorrei avere questi problemi

Originariamente inviato da: Bivvoz
Cmq entrambi i prodotti presentano delle cappellate immani, non tanto il prodotto in se, ma le modalità e le indecisioni con cui sono stati presentati al mondo.


Nessun prodotto nasce perfetto, con Win 8.1 stanno correggendo il tiro e stanno sistemando il pulsante start e l'avvio in modalità desktop (che secondo me non è poi tutto sto gran problema, i vantaggi prestazionali di Win 8 superano di gran lunga l'assenza di un pulsantino).
Con Xbox One, non è ancora uscita, è bene sondare il terreno per vedere le reazioni e aggiustare il tiro.

Ultima cosa poi sto zitto:
http://it.finance.yahoo.com/notizie...-224700925.html
e
http://it.finance.yahoo.com/echarts...urce=undefined;
I risultati parlano da soli...
Tuvok-LuR-02 Luglio 2013, 10:52 #9
ma smettetela, tutti a fare gli analisti da 4 soldi.
a nessuno fregherà niente di queste cose e si venderanno caterve di One.
Esattamente come SimCity, tutti a fare gli indignati sui forum e poi vende milioni di copie...
NemesiAlata02 Luglio 2013, 11:32 #10
no ragazzi... sul serio... ma test drive 1 era una cagata pazzesca!!!! allucinante...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^