Dietro le quinte della demo Kara

Dietro le quinte della demo Kara

Sony ha rilasciato un filmato che spiega come è stato realizzato il motion capture per la recente demo tecnologica di Quantic Dream.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:31 nel canale Videogames
Sony
 

Sony e Quantic Dream hanno rilasciato un video, che riportiamo in questa pagina, che scende in profondità sulle fasi della creazione della spettacolare demo tecnologica Kara, presentata da David Cage e dalla sua Quantic Dream all'ultimo Game Developers Conference.

Kara usa tecnologia avanzata per la riproduzione delle emozioni e vede protagonista un'androide femmina che, subito dopo essere stata attivata, comincia ad acquisire consapevolezza di sé stessa.

Il filmato originale, di sette minuti, è denso di drammaticità, ispirazione e potenza tecnica. Racconta dell'assemblaggio e dell'attivazione di un androide dalle parvenze femminili. Durante l'assembagglio l'androide sembra acquisire sentimenti umani fino a opporsi al suo stesso disassamblaggio. Come già con Heavy Rain, i personaggi poligonali di Cage sono vivi ed esprimono realistiche emozioni attraverso gli sguardi e i movimenti degli occhi e del volto. Potete vedere il filmato originale premendo qui.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
iorfader22 Marzo 2012, 12:01 #1
bella la tipa!!! allora esiste
MauSeventyOne22 Marzo 2012, 12:55 #2
wow (x l'attrice)
m3talm0rph22 Marzo 2012, 23:03 #3
madonna che lavoro!
calabar26 Marzo 2012, 17:41 #4
Certo che esiste
In un'intervista precedente che avevo visto Cage stesso aveva concluso dicendo che c'era moltissimo dell'attrice in Kara, tanto da poterle quasi identificare.

Qualcun altro ora che abbia voglia di fare i sottotitoli per questo video?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^