Diablo III senza problemi di latenza nei combattimenti?

Diablo III senza problemi di latenza nei combattimenti?

Emerge dal beta test 'friends and family' una nuova tecnologia da Blizzard per la gestione delle comunicazioni client/server che annullerebbe la latenza nei combattimenti.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 10:13 nel canale Videogames
BlizzardDiablo
 

Diablo III Lag-Free? È la conclusione a cui arriva il giornalista di IncGamers che ha contattato alcuni dei partecipanti al 'friends and family beta testing' di Diablo III che si sta svolgendo in questi giorni e che precede il beta test aperto atteso entro la fine di settembre. Secondo le fonti di IncGamers, dunque, non si avvertirebbe latenza nelle comunicazioni tra client e server.

Sostengono che Blizzard sta utilizzando un nuovo sistema di comunicazione client/server che fornisce un metodo sicuro ed a prova di manomissione per il client locale per gestire i propri calcoli mentre invia i dati al server per la verifica. Il client, durante la gestione, non richiede che il server risponda, e questo eviterebbe i problemi di latenza. Ciò varrebbe solo per i combattimenti, che quindi non presenterebbero problemi di latenza.

Le fonti di IncGamers non conoscono però i dettagli tecnici sul funzionamento del sistema, soprattutto su come funzioni la protezione contro la manomissione del client. Ritengono, però, che il server controlli tutti i dati provenienti dal client solo quando non ci sono combattimenti e, se rilevasse dati corrotti o manomessi, interromperebbe la connessione. Questo è l'unico tipo di relazione tra server e client, mentre nel resto della partita, come detto, il client è in grado di continuare a funzionare senza risposta da parte del server.

È una notizia rilevante soprattutto per quelle nazioni che non dispongono di server localizzati e che devono dunque fare affidamento su server esteri. D'altronde, il combattimento in Diablo III, così come nei predecessori, è molto veloce e il minimo rallentamento comprometterebbe le prestazioni dei giocatori. Le altre funzioni di gioco, come il looting o la ricerca nelle casse, invece, rimarrebbero soggette a possibili latenze.

IncGamers ritiene confermata la notizia dalla testimonianza di alcuni giocatori residenti in Australia, che non dispongono di server di gioco locali: segnalano, infatti, che non notano ritardi nelle loro azioni di combattimento, pur avendo almeno 200 ms di latenza. Sempre secondo IncGamers, il video sottostante confermerebbe la presenza della nuova tecnologia di Blizzard sulla gestione delle comunicazioni client/server:

La nuova tecnologia è richiesta dalla necessità di Diablo III di avere la connessione a internet permanente, pensata da Blizzard per evitare manomissioni ai personaggi e consentire nuove funzioni come lista amici persistente, chat cross-game, personaggi persistenti che verranno memorizzati nei server, e altro ancora.

Blizzard non ha ancora rivelato la data di lancio del beta test di Diablo III a cui ha fatto più volte riferimento. Dovrebbe essere disponibile, comunque, entro la fine di settembre. Qui trovate le nuove informazioni sul calcolatore dellle abilità di Diablo III.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Donbabbeo15 Settembre 2011, 11:26 #1
Ho letto la news ieri su Incgamers...
Boh, sinceramente resto scettico, sul forum ufficiale c'è un topic di un tizio che si lamenta proprio del lag nei combattimenti...
Apace15 Settembre 2011, 11:40 #2
Originariamente inviato da: Donbabbeo
Ho letto la news ieri su Incgamers...
Boh, sinceramente resto scettico, sul forum ufficiale c'è un topic di un tizio che si lamenta proprio del lag nei combattimenti...


Si la notizia è molto rumor e pochi fatti. Sicuramente hanno fatto molti passi avanti nella gestione delle latenze ma penso sia ai livelli di altri giochi online recenti. Possiamo almeno dire che sarà meglio di Diablo II dalle prime impressioni.
xarz315 Settembre 2011, 13:51 #3
E allora questo come si spiega?
http://us.battle.net/d3/en/forum/topic/3123369529

Mah
Glasses15 Settembre 2011, 17:28 #4
se non implementassero questa porcheria di DRM "alla Ubisoft" non ci sarebbe minimamente questo problema. Bene o male che venga, finirà comunque col creare potenziali problemi solo agli acquirenti, senza disturbare minimamente i pirati.
Seph|rotH15 Settembre 2011, 18:20 #5
Originariamente inviato da: Glasses
se non implementassero questa porcheria di DRM "alla Ubisoft" non ci sarebbe minimamente questo problema. Bene o male che venga, finirà comunque col creare potenziali problemi solo agli acquirenti, senza disturbare minimamente i pirati.

Il discorso dell'online non è per combattere la pirateria, è per promuovere il sistema delle aste a pagamento con paypal (con relativa commissione che finisce in tasca a Blizzard).

Credo che gli fotta sega della pirateria, tanto chi non l'avrebbe comprato non l'avrebbe comprato nemmeno se il single player fosse stato offline.
Fabio98515 Settembre 2011, 18:23 #6
Scusate una cosa, ma se uno vuole giocare ed ha la connessione fuori uso? o che salta e da problemi? almeno un single player potrebbero metterlo e poi in caso di scontri online procedere all'autenticazione del personaggio
Glasses15 Settembre 2011, 19:27 #7
Originariamente inviato da: Seph|rotH
Il discorso dell'online non è per combattere la pirateria, è per promuovere il sistema delle aste a pagamento con paypal (con relativa commissione che finisce in tasca a Blizzard).

Credo che gli fotta sega della pirateria, tanto chi non l'avrebbe comprato non l'avrebbe comprato nemmeno se il single player fosse stato offline.


è per entrambe le cose, cosa credi, che Starcraft 2 richiedesse il login online giusto per gradire? Starcraft 2 non ha aste e non porta dindi extra. Ma se non ti loggi online una volta al mese non giochi in single player. Diablo 3 è lo step successivo, devi loggarti sempre. L'obbiettivo è di rendere questa cosa la normalità.
Inculcano questa schifezza di DRM piano piano e in maniera velata, parlando di achievements, di tracking delle stats, della necessità di chat online integrata anche nel single player... tutte cazzate ovviamente, ma usano un approccio delicato a differenza della brutalità di Ubisoft: lo scopo ultimo però, è esattamente lo stesso.
Il punto è che ai pirati non frega una mazza, mentre chi compra il gioco si ritroverà con questa porcheria, fonte di potenziali problemi che invece i pirati non avranno mai.



Originariamente inviato da: Fabio985
Scusate una cosa, ma se uno vuole giocare ed ha la connessione fuori uso? o che salta e da problemi? almeno un single player potrebbero metterlo e poi in caso di scontri online procedere all'autenticazione del personaggio


Semplice, non giochi. Hai un lag spike? Il gioco s'interrompe.
Donbabbeo15 Settembre 2011, 19:36 #8
Originariamente inviato da: Glasses
se non implementassero questa porcheria di DRM "alla Ubisoft" non ci sarebbe minimamente questo problema. Bene o male che venga, finirà comunque col creare potenziali problemi solo agli acquirenti, senza disturbare minimamente i pirati.


A dire il vero credo che alla fine disturberà i pirati, sembra che utilizzi un sistema client-server non dissimile da quello dei mmorpg, ergo alcune meccaniche sono esclusivamente server-side.
s12a15 Settembre 2011, 19:41 #9
Dato che Diablo si gioca principalmente online (non e` decisamente un gioco da single player, a parte la prima giocata), io ero dell'idea che questo metodo servisse principalmente a permettere l'utilizzo dei personaggi creati "offline" (o meglio, il single player) anche online. Su Diablo II occorreva ricominciare tutto da capo per giocare su Battle.net

In ogni caso la struttura di gioco (sempre prendendo come riferimento DII ed espansione giocati a loro tempo per interminabili ore) giustifica a mio parere la connessione obbligatoria in questo caso.
II ARROWS15 Settembre 2011, 20:44 #10
I pirati non avranno mai, e mai hanno avuto, problemi con questo tipo di protezione tanto che per due mesi buoni nessuno ha craccato Assassin's creed II, tanto da aver provato con attacchi DOS.

Non sono sicuro che poi qualche crack sia apparsa dopo, ora ovviamente non avrebbe senso visto che l'hanno tolto.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^