Diablo III, primo gioco a sfruttare il Retina Display del nuovo MacBook Pro

Diablo III, primo gioco a sfruttare il Retina Display del nuovo MacBook Pro

Apple ha usato Diablo III per evidenziare le nuove capacità videoludiche del MacBook Pro con Retina display.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 11:21 nel canale Videogames
AppleDiablo
 

Apple verso il mondo dei videogiochi anche in ambito domestico? Molti hanno iniziato a pensarlo valutando lo spazio dedicato al media videoludico in occasione dell'ultimo WWDC, in cui il colosso di Cupertino ha presentato per la prima volta il nuovo MacBook Pro con Retina display.

Il gioco scelto per la presentazione è Diablo III, che sfrutterà la sontuosa risoluzione di 2880x1800 del MacBook Pro grazie a un aggiornamento che verrà rilasciato da Blizzard prossimamente. Ricordiamo che il sistema è dotato di GPU Nvidia appartenente alla famiglia Kepler e di processore Intel Ivy Bridge.

Apple ha fatto capire di essere intenzionata a concentrarsi sempre più sui videogiochi per sistema desktop. Dopo il successo ottenuto con iOS e la rapida diffusione dei sistemi iPhone e iPad presso i videogiocatori, Apple è stata in grado di ingrandire il portfolio di partnership con gli sviluppatori di videogiochi, ottenendo numeri sulle vendite sempre crescenti su App Store.

Il prezzo di partenza dell'Apple MacBook Pro è di € 2.299, ma per ulteriori dettagli vi rimandiamo al nostro speciale dedicato al WWDC.

100 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Hador16 Giugno 2012, 11:45 #1
immagino le ottime prestazioni
Sasuke@8116 Giugno 2012, 11:48 #2
Mi Sa Che hanno sbagliato gpu se volevano concentrarsi sui giochi.
Va bene la risoluzione paura, ma con la poca potenza grafica a disposizione dovranno abbassare i dettagli, in quell'ambito i win pc a mio avviso sono su un altro pianeta.
Il macbook retina lo vedo più per i professionisti dell settore audio e video, o cmq non di certo hai videogiocatori
mtk16 Giugno 2012, 11:56 #3
in generale non apprezzo il tampax style della apple,ma e' possibile che nonostante la super risoluzione togliendo filtri caz-i e lazzi la gpu riesca a farlo girare comunque in modo dignitoso....poi se le software house iniziano a seguire apple a discapito delle scatolette,magari per i pcisti no brand ci sara' qualche vantaggio...sperem..
Kuarl16 Giugno 2012, 12:01 #4
penso che ci sia il trucco... tipo un upscaling in post processing. Dubito davvero che con quell'hardware si riesca a fare un rendering nativo a quella risoluzione li.
cagnaluia16 Giugno 2012, 12:01 #5
sarà lento come la mer.a
Manwë16 Giugno 2012, 12:06 #6
Originariamente inviato da: Hador
immagino le ottime prestazioni


Tranquillo, i fanboy apple guardano solo i fotogrammi uno ad uno e lo fanno vedere agli amici. Per il resto non giocano, sono troppo impegnati a comprare gadgets con la mela morsicata
undevil16 Giugno 2012, 12:18 #7
Il problema è un altro...

ma c'è qualcuno (sia in ambito gaming che in ambito professionale) che riesce ad usare una risoluzione più alta di 1920x1080 su un 17 (figuriamoci su un 15)?

una risoluzione del genere sarebbe utile su un 23-27 pollici.
Ma per non avere elementi della GUI troppo piccoli, bisognerebbe ridisegnare icone e testi di qualsiasi cosa (giochi, programmi, ecc.)
wettam8316 Giugno 2012, 12:20 #8
secondo voi facevano tutta sta manfrina per un gioco a scatti? sarà stato provato e riprovato da tempo e girerà benissimo!
concordo con Kuarl
~Bl4k16 Giugno 2012, 12:23 #9
raga non dimentichiamoci che è pur sempre una 650M con un i7 quad core, alla fine secondo me girerà decentemente, sui 40 fps... poi su una risoluzione del genere non c'è manco bisogno di anti aliasing
Consiglio16 Giugno 2012, 12:25 #10
Sì ok, ma lo sanno che per giocare a Diablo 3, basta un pc che costa la metà?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^