Dettagli su Carrier Command: Gaea Mission, prossimo gioco di Bohemia

Dettagli su Carrier Command: Gaea Mission, prossimo gioco di Bohemia

Si basa sul vecchio classico del 1988 ed è sviluppato dal team che ha prodotto Operation Flashpoint e Armed Assault.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 12:17 nel canale Videogames
 

Bohemia Interactive ha rilasciato nuovi dettagli su Carrier Command: Gaea Mission, titolo annunciato ufficialmente nell'agosto del 2008 e mostrato per la prima volta al Game Developers Conference di San Francisco di quest'anno, ma che finora era rimasto nell'ombra. Il gioco è sviluppato dal team della Repubblica Ceca che ha curato Operation Flashpoint: Cold War Crisis e i due Armed Assault, in collaborazione con Black Element Software (Shade: Wrath of Angels, Alpha Prime e ArmA Queen's Gambit).

Il nuovo gioco di Bohemia si ispira al vecchio classico del 1988 Carrier Command ed è indirizzato a PC, PlayStation 3 e XBox 360, formati in cui sarà rilasciato nella primavera del prossimo anno. Questo nuovo prodotto coniuga alcuni degli elementi del gameplay del gioco del 1988 all'universo Gaea, frutto dei romanzi di Didi e Phil Gilson (si firmano con lo pseudonimo P.D. Gilson), e in particolare dal secondo romanzo della trilogia, Gaea: Sonrise, in uscita più avanti nel corso del 2009.

In Carrier Command: Gaea Mission i giocatori prendono il comando di un team d'assalto appena risvegliatosi da 30 anni di ibernazione. Devono esplorare il pianeta Taurus, colonizzato dai terrestri e sottoposto a un conflitto che si è spostato dalla Terra a Taurus. Le due fazioni in conflitto sono l'UEC (United Earth Coalition) e l'APA (Asian Pacific Alliance).

I personaggi protagonisti possono utilizzare armamentario futuristico ed equipaggiamento all'avanguardia. Quanto al gameplay, vengono combinati elementi da gioco d'azione in prima persona a elementi strategici. Il gioco è basato su mondo aperto. Secondo questa descrizione, Carrier Command: Gaea Mission non dovrebbe discostarsi molto dai precedenti giochi di Bohemia Interactive.

Il team con base a Praga sta lavorando anche con gli autori del gioco originale. Questo era un gioco di strategia con elementi da titolo d'azione perché si controllava direttamente una portaerei robotica. Il giocatore doveva spostare la portaerei (carrier) e conquistare delle isole prima che facesse altrettanto il nemico gestito dall'intelligenza artificiale. La parte che riguarda la conquista delle isole è quella strategica, mentre i combattimenti con gli altri mezzi costituiscono la componente di azione.

Carrier Command era in tempo reale e in tre dimensioni, e offriva un livello di complessità interessante, visto che la portaerei veniva danneggiata in maniera localizzata, e se ad esempio i motori venivano colpiti, non era possibile muoverla fino a riparazione avvenuta. La portaerei, inoltre, disponeva di aerei e mezzi anfibi teleguidati, personalizzabili con diverse tipologie di armi, oltre che di sistemi di difesa e di attacco come droni da disporre in mare attorno allo scafo e torrette laser.

Bohemia Interactive ha rilasciato nuove foto di Carrier Command: Gaea Mission e un teaser trailer, che vedete in questa stessa pagina. Ulteriori informazioni sono presenti sul sito ufficiale.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
DenFox15 Settembre 2009, 13:17 #1
Bohemia = bug con un pò di gioco intorno
nucce15 Settembre 2009, 13:37 #2
Originariamente inviato da: DenFox
Bohemia = bug con un pò di gioco intorno

così come ArmA2!!!!!
kliffoth15 Settembre 2009, 13:49 #3
Cavolo come mi piaceva!!!!
Grafica fil di ferro, mezzi aerei da pilotare a mano o lasciare al computer, combattimenti a terra...era grandioso!!!
Certo ci volevano 40 anni per muoversi da un punto all'altro della mappa
T3mp15 Settembre 2009, 13:58 #4
bis = burned moneys
greeneye15 Settembre 2009, 14:48 #5
Carrier Command è una pietra miliare dei videogiochi.

La grafica non era a 'fil di ferro' ma completamente vettoriale e per l'epoca una rivoluzione.

C'e' stato anche qualcuno che l'ha riscritto da capo, peccato che il progetto sia stato abbandonato.

kliffoth15 Settembre 2009, 14:57 #6
Originariamente inviato da: greeneye
Carrier Command è una pietra miliare dei videogiochi.

La grafica non era a 'fil di ferro' ma completamente vettoriale e per l'epoca una rivoluzione.

C'e' stato anche qualcuno che l'ha riscritto da capo, peccato che il progetto sia stato abbandonato.


è vero, era grafica vettoriale!
A fil di ferro erano solo alcune parti.
E nella confezione c'era un'audiocassetta con musica elettronica ah ah
Mi sono tornati in mente Interphase, Universal military Simulator... colossi
Se non erro esisteva un seguito... Battle Command mi pare, ma era di una difficoltà immane...praticamente ingiocabile
killer97815 Settembre 2009, 15:20 #7
Sembra bello speriamo nel minor numero possibile di bug's
claudegps15 Settembre 2009, 17:56 #8
Originariamente inviato da: kliffoth
Cavolo come mi piaceva!!!!
Grafica fil di ferro, mezzi aerei da pilotare a mano o lasciare al computer, combattimenti a terra...era grandioso!!!
Certo ci volevano 40 anni per muoversi da un punto all'altro della mappa


Anche a me!!!! Mitico!
Pero' la grafica era vettoriale, molto semplice.
Che figata erano i Manta e i Walrus!! :P
simonk15 Settembre 2009, 22:03 #9
Bellissima la grafica, qualcuno sa che motore usano? Il solito usato da Bohemia per gli altri giochi oppure altro? Non so, a me a prima vista mi è venuto in mente il CryEngine 2 poi ho pensato al Chrome Engine 4 (COJ: BIB) o forse è l'Id Tech 4? Bo, comunque resta il fatto che è fantastico, me lo compro solo per il dettaglio grafico...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^