Désilets riottiene da Ubisoft i diritti sul suo gioco

Désilets riottiene da Ubisoft i diritti sul suo gioco

Patrice Désilets è una delle personalità più importanti in seno a Ubisoft avendo dato il là al successo di Assassin's Creed e per aver contribuito allo sviluppo di giochi molto importanti come Prince of Persia: The Sands of Time e Rainbow Six 3: Raven Shield.

di Rosario Grasso pubblicata il , alle 14:16 nel canale Videogames
 

Dopo il fallimento di THQ, le proprietà intellettuali più importanti che fino a quel momento erano appartenute alla compagnia americana sono state suddivise tra i vari publisher, tra i quali anche Ubisoft. La compagnia transalpina, nello specifico, si assicurò i diritti di 1666: Amsterdam, un progetto curato da Patrice Désilets, il game designer canadese conosciuto come uno dei più importanti veterani della serie Assassin's Creed.

Patrice Désilets aveva aperto un contenzioso legale con Ubisoft per riavere indietro i diritti sul gioco da lui ideato qualche anno fa. La diatriba portò al licenziamento di Désilets da Ubisoft e alla causa lanciata da quest'ultimo, con la quale chiedeva 400 mila dollari in danni e la licenza per lo sfruttamento commerciale di 1666: Amsterdam.

Le due parti hanno raggiunto un accordo, che conferisce a Désilets il pieno controllo sul franchise, sia dal punto di vista commerciale che da quello creativo. Ubisoft aveva pagato questa licenza 2,5 milioni di dollari in occasione dell'asta fallimentare di THQ. In quell'occasione si assicurò anche South Park, in quel caso per 3,27 milioni di dollari.

Désilets ha già fatto sapere che non riprenderà subito a lavorare su 1666, ma continuerà a lavorare sul progetto recentemente annunciato, Ancestors: The Humankind Odyssey, portato avanti attraverso il nuovo studio da lui creato, Panache Digital Games.

Da sottolineare, infine, come la serie da lui partorita, Assassin's Creed, abbia portato a Ubisoft vendite significative, e che oggi è riconosciuta come una delle serie più "potenti" dell'intero panorama videoludico.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
MexeM26 Aprile 2016, 17:09 #1
Miliardi?? Non saranno milioni piuttosto?

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^