Dead Island messo al bando in Germania

Dead Island messo al bando in Germania

Anche il titolo di Techland non verrà commercializzato sul suolo tedesco a causa dei contenuti, ritenuti eccessivamente violenti.

di Davide Spotti pubblicata il , alle 14:21 nel canale Videogames
 

Dead Island si aggiunge ufficialmente all'ormai esteso elenco di titoli messi al bando sul suolo tedesco.

"Questa notizia non giunge inaspettata", hanno dichiarato gli sviluppatori di Techland a Eurogamer.net. "La Germania ha le sue regolamentazioni riguardo ai videogiochi e alla violenza. L'industria può solamente ottemperare a tali esigenze. Sia Deep Silver che Techland erano consapevoli di questa possibilità già dall'inizio".

Dead Island era stato certificato come "List B" dal dipartimento federale impegnato nello stabilire quali siano i media dannosi per i giovani (BPJM). Tale denominazione viene riservata solitamente a quei media che contengono torture estreme o contenuti a sfondo nazista. Qualsiasi prodotto che riceva questa indicazione non può essere venduto o importato in Germania e chiunque trasgredisca può essere perseguito legalmente.

"Non abbiamo distribuito o venduto Dead Island in Germania", ha dichiarato Kock Media a GamesIndustry.biz. "L'intenzione era di portare il gioco sui mercati internazionali, dal momento che il prodotto sembra essere più adatto per l'utenza estera".

Vi ricordiamo infine che il DLC intitolato "Bloodbath Arena" è stato pubblicato nei giorni scorsi dopo una serie di rinvii, mentre la patch messa a disposizione per le versioni console ha introdotto nuovi miglioramenti sia nel gameplay che nell'interfaccia utente.

45 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
X360X30 Novembre 2011, 14:38 #1
senza senso

inutile fare un post più lungo, i motivi sono sempre i soliti
devil_mcry30 Novembre 2011, 14:57 #2
beh certo in effetti con tutti gli zombie che percorrono quotidianamente le nostre strade c'è il rischio che a qualcuno passi per la testa di prenderli a mazzate in testa per ucciderli

meglio toglierlo

ps ma gta lo vendono la?

pps meno male che esiste l'uk, il DD e il resto
vynnstorm30 Novembre 2011, 15:37 #3
Inutile censura.
MaxArt30 Novembre 2011, 15:42 #4
Poveri crucchi...

(Dico questo e poi penso al nostro spread...)
Aenor30 Novembre 2011, 15:54 #5
Allora censurate :

Resident Evil (rigorosamente i primi 3),
Dead island,
Etc Etc

Censurate inoltre la serie TV Walking Dead


ridicoli
devil_mcry30 Novembre 2011, 16:22 #6
Originariamente inviato da: Aenor
Allora censurate :

Resident Evil (rigorosamente i primi 3),
Dead island,
Etc Etc

Censurate inoltre la serie TV Walking Dead


ridicoli


Ora è tutto chiaro, in germania hanno gli zombie !
futu|2e30 Novembre 2011, 16:33 #7
Non è che funzioni tanto diverso che da noi: determinato materiale passa
sempre di mano agli incompetenti.
mau.c30 Novembre 2011, 16:46 #8
da un lato la censura è un abominio insensato. è idiota pensare che qualcuno debba filtrare ciò che devo vedere come se io fossi un decerebrato.

dall'altro da giocatore di lunga data mi chiedo perchè le dinamiche dei giochi, soprattutto le grandi produzioni, debbano sempre vertere su particolari truculenti. su ammazzamenti, sparatorie, violenza in generale.

in qualche modo risponde a dei criteri commerciali. dovremmo stare più attenti a ciò che compriamo.
Glasses30 Novembre 2011, 16:55 #9
vabbè, si sapeva. Pure L4D2 è stato pesantemente censurato, Clive Barker's Jericho messo al bando, Gears of War messo al bando ecc... i tedeschi devono fare qualcosa per il rating dei loro giochi, ogni volta che ne esce uno esplode la richieda di gifts da altri paesi su Steam, segno che gli utenti cmq bypassano la cosa in barba alle -ridicole- leggi tedesche.
Gli australiani ce l'hanno fatta, anche i tedeschi dovrebbero farcela.
cerbert30 Novembre 2011, 16:57 #10
no aspè... in Germania esiste una legge che IMPEDISCE LA COMMERCIALIZZAZIONE di opere d'intelletto?
Io mi ricordavo che fosse un paese democratico...


E, vi prego, non entriamo nel merito del valore dell'opera, altrimenti sappiamo benissimo che non ne usciamo. Io posso ancora accettare il sistema di rating, ma dopo che sulla confezione ho apposto la bella etichetta VM14, 18, 24 o NOVANTA, la palla deve passare ai negozianti, che devono mettersi la manina sulla coscienza e non vendere a chi non devono vendere, ed ai genitori, che devono distribuire la raccomandata dose di ceffoni al loro pargoletto che ha tentato di fare il grande prima del tempo... è semplice parte dell'educazione.

VIETARE LA COMMERCIALIZZAZIONE di un prodotto editoriale mette in mano ad uno stato un'arma pericolosetta.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^